Ivrea-Quincitava Under 16
Ivrea-Quincitava Under 16

Eufemisticamente parlando, Ivrea-Quincitava ha rispettato tutte le attese della vigilia, che raccontavano di partita tirata e nervosa, con parecchi spunti. Il successo dei padroni di casa li proietta a pari punti proprio con il danneggiato Quinci, che dopo essere passato presto in vantaggio risente del campo dissestato e cede piano piano. Come detto, dopo dodici minuti gli ospiti sono già avanti, grazie a Macinato che trova in area Pianese; il suo tiro supera Bono, ma viene respinto da Grizzi forse a pallone non del tutto entrato. Tra le proteste dei ragazzi di Lago, l’arbitro indica il centrocampo: 1-0. Vergano sale in cattedra, e alla mezz’ora va vicino al raddoppio, ma la sua conclusione dal limite è ben parata da Bono. Sul ribaltamento di fronte, Gazzetto filtra per De Paola, ma Rampin è rapido a sbarrargli la strada in uscita. Primo tempo in archivio, ma già ricco di polemiche. La ripresa non è da meno. Dopo un giro di lancette Fileccia crossa preciso verso Vigna, che però è sbilanciato e trova solamente l’esterno della rete. Al 9’ si fanno vivi gli orange, con capitan Sardaro che su punizione costringe Rampin alla deviazione in angolo. Lo stesso Sardaro tre minuti più tardi si fa espellere per doppia ammonizione, che sembra però donare ulteriore energia ai compagni. Sei minuti dopo infatti il neo-entrato Febbraio scatta sul filo del fuorigioco, raccoglie il suggerimento di Pavan e scavalca Rampin con un pallonetto delizioso. Al 25’ ancora l’Ivrea avanti, noncurante dell’inferiorità numerica, con Mantoan che lascia partire un bolide dai venti metri, che viene però sputato dalla traversa. E’ solo l’antipasto però, perché due minuti dopo lo stesso Mantoan viene toccato in area, e dopo la sua caduta il direttore di gara indica il dischetto. Dagli undici metri va un altro neo-entrato, Bonaccorsi, che spiazza Rampin; l’arbitro fa però ripetere il penalty, ma il numero 13 non perde la concentrazione e batte per la seconda volta il portiere. Ultimi venti minuti di partita senza grandi emozioni.

Ivrea 1905 2
Quincitava 1
RETI (0-1, 2-1): 12′ Pianese (I), 18′ st Febbraio (Q), 27′ st rig. Bonaccorsi (Q).
AMMONITI:Vergano, Pavan, Fileccia, De Paola, Febbraio. ESPULSI: 12’ st Sardaro R.
ARBITRO: Tardito di Ivrea 5 Spesso in confusione, molti dubbi sul gol del Quinci, sul rigore dato all’Ivrea e su un altro non dato ai padroni di casa.

Ivrea 1905 4-4-2
All. Lago 7 La vince con i cambi. Successo fondamentale.
Bono 6.5 Buone uscite alte.
Gazzetto 6 Frena gli ultimi scatti.
Grizzi 6.5 Gran fisico in fascia.
Barison 6 Attento fino all’infortunio. 25′ st Bellando 6 Regge l’urto.
De Masi 6 Timido all’inizio, sale di colpi. 13′ st Tapparo 6 Prova le imbucate. La squadra gira.
Laurenti 6 Spinta nel secondo tempo. 9′ st Bonaccorsi 6.5 Nonostante la ripetizione del rigore, non perde lucidità dal dischetto.
Mantoan 7 Fulcro della ripresa. 40′ st De Stalis sv
Pavan 7.5 A tratti giganteggia. Collante tra i reparti.
De Paola 6.5 Punge il giusto.
Sardaro R. 6.5 Espulsione dubbia, buona prova difensiva comunque.
Condello 6 Sacrificio e corsa. 5′ st Febbraio 7 Gran tocco di fino.
A disp: Palanca, Malacrinò. Dir: Barison.

Quincitava 4-3-3
All. Reolfi 6 Occasione persa. Prova di livello.
Rampin 6 Beffato da un pallonetto e da un ottimo rigore.
Ruggeri 6 Bravo di testa.
Balbiano 6.5 Tecnica ottima per un terzino. Spinge forte.
Vergano 7 Maestro del centrocampo che ne fa il cardine. Manca spesso l’ultima giocata.
Mattioli 6 Pericolo aereo.
Ughetti 6.5 Chiude gli spazi. Saracinesca che dà sicurezza.
Vigna 6 Poco cercato. Si sacrifica dietro. 35′ st Verteramo sv
Pitti 6 Carente di spunti.
Pianese 7 Trova il tocco giusto. Fa da sponda alle fasce.
Macinato 6.5 Bei filtranti. 14′ st Di Nuzzo 5.5 Nervoso. Sbaglia un paio di palloni evitabili.
Fileccia 6.5 Dribbling e cross.
A disp: Pavan, Chioso, Borrelli, Maglione. Dir: Pianese – Ruzzafante.

LA FOTOGALLERY DI GIROLAMO CASSARA’

LE PAROLE A FINE GARA DI FRANCO LAGO

LE PAROLE A FINE GARA DI PATRICK REOLFI