Pinerolo-Bra: la guerra continua, ma c’è qualcuno che non aiuta

1385
Bra Under 16

Con un finale così infuocato, Pinerolo-Bra non poteva finire sabato sera. In seguito alla rissa di sabato scorso nella partita degli Under 16, la guerra diplomatica tra la società biancoblù e quella braidese è continuata sui social per tutta la settimana. Come ampiamente spiegato sul giornale a pagina 24, a fungere da causus belli del parapiglia finale è stato il gol del 3-3 di Garcea (Bra) in pieno recupero. Sin dal dopopartita le due interpretazioni dell’accaduto sono state chiarite dai tecnici Laspina e Floris: il Pinerolo denuncia di mancato fair play i giallorossi nell’alzare il pressing sulla palla restituita in seguito ad un infortunio, il Bra invece la volontà di perdere tempo dei padroni di casa.

Domenica, ore 21.24: il Pinerolo, dalla sua pagina Facebook ufficiale, condivide un articolo di una testata giornalistica locale intitolandolo «L’antisportività dell’Associazione Calcio Bra, dei suoi tecnici e dei giocatori è stata un qualcosa di indescrivibile» e rivendicandone il contenuto aggiungendo «dove è accaduto quanto riportato nell’articolo».
Martedì, ore 13.02: il Bra, tramite un comunicato stampa ufficiale, risponde all’articolo e al fatto che il Pinerolo ne abbia sposato il contenuto fornendo una contro-descrizione del fatto.

Se entrambi i contenuti siano rei di gonfiare, se non inventare od omettere, alcuni dettagli chiave dell’episodio (confrontare con articolo di lunedì), ciò che lascia perplessi è da dove arriva una narrazione faziosa. Che un addetto stampa pubblichi un comunicato partigiano non è cosa nuova, ma che una testata giornalistica suoni solamente una campana… Il sermone di inizio pezzo sul calcio giovanile da tutelare nei suoi valori (buon esempio, educazione…) viene velocemente contraddetto nelle righe successive quando, attraverso una narrazione partigiana si mette in condizione le due società di continuare una guerra di cancellerie che fa forse più danni dell’episodio in sé. Forse, a livello deontologico, le due dichiarazioni (o meglio, una dichiarazione e un sentito dire) giallorosse riportate a fondo pezzo in una manciata di battute che assomigliano più ad un telegramma che ad una vera e propria intervista, salvano le apparenze. Ma si tratta di un minimo sindacale che fa trapelare esclusivamente una sola campana, innescando di riflesso una guerra di campanili a chi suona più forte. La verità dei fatti si dissipa a colpi di batacchio e i grandi “valori” pontificati sfumano dietro una nuova gratuita rivalità fomentata, anziché guarita.

 


Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.