Cade il Venaria di Ambrosini, in una partita rovinata dal finale nervoso e caotico, ma ben interpretata da entrambe le formazioni. Per abbattere le resistenze dei verdearancio ci è voluta una prova di carattere da nientemeno che la capolista Pozzomaina. I pronostici però, nelle prime battute, sembrano suggerire altro risultato: dopo dieci minuti il Venaria si vede annullato un gol con Pirisi, imbeccato ottimamente da Vito, ma correttamente fermato in posizione di offside. Il Pozzo si desta dal sonno e comincia a prendere possesso del centrocampo, grazie soprattutto a Covello in versione superuomo D’Annunziano. Proprio il numero 10 di Cantone sblocca il risultato, dopo aver sprecato altre due palle gol su colpo di testa: al 23’ si inventa un tiro rasoterra da fuori area, raccogliendo una respinta della difesa, che sbatte sul palo interno e non lascia scampo a Curreli. Non passa neanche un minuto che ancora Covello fa tremare tifosi e giocatori ospiti: da un cross di Pavia il centrocampista grigiorosso tira da pochi passi, ma un grande Fabio Curreli riesce a deviare, abbastanza perché il pallone si infranga sul palo. Il Venaria abbassa il baricentro, e dalle fasce arrivano i maggiori pericoli per i ragazzi di Ambrosini, che però si affidano alla solidità aerea della sua retroguardia per respingere le offensive. Secondo tempo ancora a trazione Pozzomaina, e poco dopo i dieci minuti di gioco arriva il secondo gol: Covello defilato sulla sinistra serve una palla leggermente imprecisa ma efficace a Panetta, che dopo un controllo difficoltoso riesce a trovare lo spiraglio giusto per trafiggere nuovamente Curreli. I verdearancio hanno due occasioni nitide per accorciare il distacco, ma Drissi prima e Tietto venti minuti dopo si vedono respinti in qualche modo da Bellandi, complici anche le due conclusioni non felicissime. Cala il sipario dunque sulla prima sconfitta dell’era Ambrosini, che in ogni caso conferma la bontà del proprio progetto, come testimonia la prova comunque positiva dei suoi. Cantone invece sorride, e strappa punti fondamentali in chiave titolo.

Pozzomaina 2
Venaria 0
RETI: 23′ Covello (P), 11′ st Panetta (P).
AMMONITI: 14′ Cazzuola Alessandro (P), 14′ st Spiga (V), 27′ st Busson (V). ESPULSI: 38′ st Pirisi (V).
ARBITRO: Benghi di Collegno 6.5 Partita corretta fino al finale. Giusta l’espulsione. Fischi non complessi da gestire.

 

POZZOMAINA 4-3-3
All. Cantone 6.5 Pochi rischi per i suoi, la vetta è salva.
Bellandi 6 Annulla Tietto.
Rissone 6 Torna dopo un mese e mezzo. Non sfigura sulla destra.
Cazzuola And. 6.5 Piazzati velenosi e tanta corsa. 41′ st Loggia sv
Panetta 7 Il gol della staffa.
Chimienti 6 Tiene il reparto.
Renacco 7 Giganteggia e riparte palla al piede. 35′ st Turco sv
Pavia 6.5 Fa ammattire i difensori. 23′ st La Rosa 6.5 Attivo in area.
Filetti 5.5 Meccanismo inceppato. 15′ st Tommasi 6 Fa da schermo.
Sorgente 6 Non punge. Il fastidio muscolare non lo aiuta. 9′ st Giraldo 6.5 Nervoso ma efficace.
Covello 7.5 Partita a tutto tondo. Rete condita dall’assist a Panetta.
Cazzuola Ale. 6.5 Che coppia con Pavia! 28′ st Cirillo 6 Sacrifici.
A disp: Schiavone, Scrofani, Costanzo.
Dir: Sorgente.

 

VENARIA 4-3-3
All. Ambrosini 6 Primo K.O. sotto la sua guida.
Curreli 6.5 Un paio di belli interventi. Esce per infortunio. 23′ st Chiariello 6 Non arrivano pericoli.
D’Elia 5.5 Pavia lo salta spesso.
Spiga 6.5 Si sovrappone bene.
Risso 6 Non crea gioco.
Migliorisi 6.5 Il migliore dei suoi in difesa, fa la voce grossa.
Bozzardini 6 A volte in affanno sui tagli di Covello.
Drissi 6 Parte bene, poi accumula errori. 24′ st Biancolella 6 Non spinge. I suoi soffrono le fasce.
Ursoleo 6.5 Peccato per la caviglia, macina gioco fino al cambio. 3′ st Busson 6 Manca in regia.
Vito 6.5 Duetta con Tietto.
Tietto 6.5 Il più vivace.
Pirisi 5.5 Pochi strappi, espulso per proteste a partita conclusa.
A disp: Framarin, Guarraia, Strillacci.
Dir: Pirisi.

LE PAROLE A FINE GARA: AMBROSINI E CANTONE