18 Giugno 2021

Venaria – Aygreville Under 16: Sigilli Cuc – Pozzan, le Aquile superano i Cervotti

Le più lette

Virtus Verona-Albinoleffe Primavera 3: festa a metà per gli orobici, Zoma è straripante

Un Albinoleffe senza pietà supera agevolmente in quel di Verona la Virtus, con cinque gol nel primo tempo e...

Acqui-Castellazzo Eccellenza: la coppia “over” Manno-Guazzo firma il derby alessandrino

Il derby è una questione per veterani. L'Acqui di Arturo Merlo tinge il match alessandrino di bianco, battendo 2-0...

Vanchiglia-Venaria All Stars Under 16: la schioda Bonanno dalla sua mattonella, granata ai quarti di finale

Vanchiglia ai quarti di finale del torneo All Stars. Nella sfida con il Venaria, decide una punizione dal limite...

L’Aygreville cerca la vittoria dopo il pareggio della scorsa giornata, il Venaria vuole giocarsi al meglio la prima gara stagionale. Queste le premesse di una gara accesa e intensa che vede trionfare le Aquile di Antonio Gagliardi grazie al capitano Cuc e al subentrato Pozzan.

Andando con ordine i padroni di casa del nuovo tecnico Roberto Mercadante schiera la difesa a quattro con capitan Cella e Pappalardo centrali e Ferrera e l’ex Caselle Civetta sulle fasce. Gerardo a guidare il centrocampo e davanti Di Matteo e Cuonzo a supporto di Bonello. L’Aygreville, dopo i saluti di pedine importanti approdate allo Charva, si riorganizzano. E’ Pellu a giocare al fianco di Auletta; in mezzo al campo Cuc dirige l’orchestra supportato da Bionaz e Esquisito, mentre in attacco le Aquile schierano Paico Vargas e Money sulle fasce e Fosson in mezzo.
A partire meglio è il Venaria che, sulla scia dello scorso finale di stagione si dimostra una squadra compatta. Cuonzo è scatenato, ma gli ospiti si difendono bene, la solidità difensiva è infatti un tratto distintivo di questo Aygreville. Entrambe le formazioni costruiscono bene, per l’Aygreville ci prova Paico Vargas, per il Venaria Pappalardo con un tiro dalla trequarti che finisce alto. La prima occasione nitida è degli ospiti al 18′ quando Bionaz non trova la porta sulla respinta di Orso ad un gran tiro ci Cuc. Ma il gol è nell’aria e infatti arriva 3 minuti dopo: punizione di Auletta da 30 metri, respinge Orso in tuffo ma Cuc ne approfitta e trova il tempo giusto per appoggiare alle spalle del portiere. 0-1. Dall’altra parte il Venaria reagisce e lo fa subito. Di Matteo ruba palla ad Auletta e apre per Bonello che però manca la porta; poco dopo è Di Matteo a farsi sfuggire l’occasione del pareggio calciando alto su suggerimento di Cuonzo. Ma l’occasione più lampante per i cervotti di acciuffare il pari arriva quasi allo scadere del primo tempo, ancora con Di Matteo che spedisce alto sopra la traversa dopo essere stato servito da Bonello in modo impeccabile. Si va all’intervallo sul vantaggio ospite.

La ripresa si apre con il Venaria subito in avanti. Mercadante inserisce Costa, arretrando Di Matteo sull’esterno destro, e Liso che si unisce a Cella nella coppia difensiva, Pappalardo passa a terzino sinistro e Civetta si alza esterno a sinistra. L’Aygreville riparte con gli 11 del primo tempo, ma dopo 10′ gagliardi si gioca da carta Pozzan, ed è la carta vincente. La punta rossonera entra subito con il piglio giusto e al primo pallone che tocca ha subito una grande occasione scaricando il destro sul suggerimento di Cuc, che però si infrange sul fondo. Anche i padroni di casa creano, Di Matteo e Cuonzo sono sempre pericolosi e l’ingresso di Costa dà vivacità alla manovra, ma non riescono a finalizzare. Sullo scadere della seconda frazione l’Aygreville trova il raddoppio con uno strepitoso gol di Pozzan che, scattato tra la linea difensiva, supera Orso con un pallonetto e poi, a porta vuota, appoggia comodamente di testa per il 2-0. Il triplice fischio sancisce la fine della gara. Il Venaria si dimostra essere una squadra con grinta e capacità tecniche, è mancato solo il gol; l’Aygreville, nonostante la perdita di organico, non ha perso la sua identità e rimane una squadra composta da ottime individualità che sono in grado di mettere un campo un bel gioco corale.

Roberto Mercadante, Venaria: «Un po’ di rammarico, avremmo potuto fare di più. Bene il primo tempo ma c’è da lavorare».
Antonio Gagliardi, Aygreville: «La partita è stata equilibrata, ma penso che il risultato sia giusto. Abbiamo raccolto di più rispetto alla scorsa giornata».

IL TABELLINO

VENARIA-AYGREVILLE 0-2
RETI: 21′ Cuc (A), 38′ st Pozzan (A).
VENARIA (4-3-3): Orso 6.5, Ferrara 6, Civetta 7, Cella 7, Pappalardo 6.5, Tinnirello 6 (7′ st Liso 6), Cuonzo 7, Caldieri 6 (1′ st Costa 6.5), Bonello 6 (18′ st Giancola 6), Gerardo 6, Di Matteo 7. A disp. Franco, Tufanio, Biancolella, Mey, Pasqua. All. Mercadante Roberto 6.5. Dir. Cella – Lorenzi.
AYGREVILLE (4-3-3): Rossi 6, Henry 6.5 (18′ st Betemps 6.5), Rey 6.5, Bionaz 6.5, Pellu 7, Auletta 7, Money 6.5, Cuc 7.5, Fosson 6 (10′ st Pozzan 7.5), Esquisito 6.5, Paico Vargas Juan 7. A disp. Riva Rivot, Tercinod, Presti. All. Gagliardi 7. Dir. Pozzan.
ARBITRO: Sacchitella di Collegno 6. Qualche fischio di troppo ma tiene le redini della gara.
AMMONITI: 13′ Civetta (V), 30′ st Giancola (V).
ANGOLI: 2-3.

LE PAGELLE

VENARIA
Orso 6.5 Sui gol non può più di tanto, sempre attento nelle uscite e nel dirigere da dietro la squadra.
Ferrara 6 Spazza senza complimenti, prezioso in chiusura.
Civetta 7 Parte basso, finisce alto. Spinge, serve palloni in mezzo col goniometro, lotta e conquista angoli preziosi.
Cella 7 Non solo attento in chiusura ma play basso che fa partire le manovra offensiva e poi, spesso e volentieri, vi partecipa. Quando si fa sentire la tensione nel finale, prende i suoi sulle spalle e fa mantenere la calma.
Pappalardo 6.5 Centrale prima, terzino poi. Bene in entrambe le posizioni.
Tinnirello 6 Lavoro sporco in mediana, piazzati precisi e pungenti. 7′ st Liso 6 Entra bene, bella coppia con Cella.
Cuonzo 7 Pressa senza sosta, sa inserirsi bene ma sa anche quando servire i compagni. Generoso.
Caldieri 6 Recupera a centrocampo. 1′ st Costa Entra con il piglio giusto. Spinge e apre bene per i compagni. Cambi di gioco intelligenti.
Bonello 6 Cerca il dialogo con Di Matteo prima e Cuonzo poi. Nelle mischie in area lavoro prezioso in chiusura. 18′ st Giancola 6 Prova a far valere il fisico.
Gerardo 6 Perno importante del centrocampo. La maggior parte dei palloni passano da lui.
Di Matteo 7 Recupera, corre, si spende. Pericolosissimo in più di un’occasione grazie ai suoi inserimenti, gli manca solo il gol.
All. Mercadante 6.5 Partita preparata bene, i suoi restano in gara fino all’ultimo e hanno le idee chiare. Costruiscono molto ma non finalizzano.

AYGREVILLE
Rossi 6 Pronto quando chiamato in causa.
Henry 6.5 Meglio in copertura che in spinta, lavoro prezioso. 18’s t Betemps 6.5 Giusta grinta, si inserisce subito nelle trame di gioco.
Rey 6.5 Bravissimo nel contenere le discese di Costa nella ripresa, cerca di spingere anche in avanti.
Bionaz 6.5 Si muove tra le linee, lavoro importante anche in fase di non possesso.
Pellu 7 Non rischia nulla e avvia anche le ripartenze. Gran senso della posizione.
Auletta 7 Controlla con precisione le incursioni di Cuonzo. Chiude ed esce palla al piede.
Money 6.5 Spinge sulla destra e serve i compagni.
Cuc 7.5 Non sbaglia un colpo. Visione di gioco, tiro, dribbling. Attaccante aggiunto, trova la rete del vantaggio e serve Pozzan a memoria.
Fosson 6 Chiuso tra Cella e Pappalardo fatica a sfondare. 10′ st Pozzan 7.5 Spacca la partita. Ha fame e si vede. Tecnica e carattere.
Esquisito 6.5 Bravo nel tenere palla e nel trovare i varchi giusti per gli attaccanti.
Paico Vargas 7 Dá del tu al pallone. Con la palla al piede è inarrestabile.
All. Gagliardi 7 Concreti. Mette in campo una squadra che sa cosa fare, compatti in tutti i reparti.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli