12 Agosto 2020 - 00:24:57

Chieri Under 17: Licciardino, Infuso & dolci ritorni

Le più lette

Ripartenza, ecco i gironi di Eccellenza e Promozione

Con un po' di ritardo rispetto alle altre stagioni, il Comitato Piemonte e Valle d'Aosta ha pubblicato i gironi...

Caso Golee, ma la Cassetti e Scrofani hanno letto le condizioni generali di fornitura del servizio?

Ieri abbiamo ricevuto una segnalazione da parte di una società piemontese che non citiamo perché nulla toglie o aggiunge...

Sui format il Comitato Regionale Lombardia ha preso la strada giusta. Anche se in ritardo

È servito tempo, tanto tempo, ma alla fine il Comitato Regionale Lombardia ha preso la decisione giusta riguardo i...

Il momento buio sembra ormai alle spalle. Il Chieri ritrova giocatori costretti a guardare i compagni dalla tribuna a causa di gravi infortuni, ed accoglie due nuovi innesti nello scacchiere a disposizione di Cristian Viola. Ad inizio stagione non erano certo mancate le difficoltà: Simone Enrico, appena arrivato dal Vanchiglia, era stato subito costretto ai box per un infortunio; problemi d’ambientamento per altri due colpi di mercato, Emanuele Alterio e Massimiliano Coletti, entrambi tornati nelle rispettive società (Borgaro ed Acqui) nella finestra invernale; a questi aggiungiamo anche Gabriele Alberetto e Simone Saverio Mennuti, costretti all’inattività per problemi fisici. La rosa ristretta all’osso (Davide Tollardo è stato progressivamente aggregato con la Prima Squadra esordendo anche in Serie D) ha costretto il tecnico Viola a ricorrere spesso all’aiuto dei 2004, e di conseguenza la dirigenza è intervenuta per rinforzare il gruppo 2003 con due innesti: il primo è José Manuel Licciardino, attaccante cresciuto nel Chisola e vecchia conoscenza anche dei Collinari, che hanno deciso di puntare su di lui prendendolo dal Torino; l’altro è Christian Infuso, centrocampista ex Juventus che è rimasto fermo da quasi due anni per infortunio ma che è tornato con tanta voglia di dimostrare il proprio valore, come conferma mister Viola: «Christian è un ragazzo che ha dei numeri impressionanti, appena recupererà la giusta condizione lo dimostrerà. Quello che mi ha stupito di Licciardino invece è l’umiltà: si è messo subito a disposizione e domenica, oltre ai due gol, ha lavorato tanto con e per la squadra. Sono felicissimo anche di aver recuperato Mennuti e Alberetto, che hanno giocato una decina di minuti e mi hanno dato una buona impressione, anche se ovviamente bisogna andarci cauti; è tornato anche Enrico, che sicuramente può essere un valore aggiunto e contro la Novese ha anche segnato. Con loro possiamo tornare con convinzione ad inseguire quello che è sempre stato il nostro obiettivo, arrivare alle fasi finali e vincere. Chi pensava che fossimo già fuori dai giochi si deve ricredere». E domenica prossima è gia tempo di esami: i collinari se la vedranno infatti con la Cbs.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli