lunedì 1 Giugno 2020 - 04:03:57

Fasi finali e Play Out, facciamo chiarezza

Le più lette

Legnano, il congedo del direttore sportivo Matteo Mavilla: «Sarò sempre riconoscente e tiferò per questi colori»

Matteo Mavilla non è più il direttore sportivo del Legnano. «Ringrazio per l'opportunità che mi è stata data e...

Serie D, anche i capitani scendono in campo contro la FIGC e la LND

Altro giorno e altro comunicato. Dopo le società, questa volta tocca ai capitani delle squadre che per le linee...

Scanzorosciate Under 15: a tu per tu con Agatino Russo, tecnico dei giallorossi

  Agatino Russo è l'allenatore dello Scanzorosciate Under 15 che milita nei regionali della Lombardia. La sua squadra si trovava...

Ad appena sei turni dal termine dei campionati regionali, cominciano a delinearsi le situazioni nelle zone calde della classifica: tra chi lotta per alzare un trofeo e chi invece per mantenere la categoria, facciamo un po’ di chiarezza sui nuovi meccanismi delle fasi finali e dei play out. Cominciamo dalle fasi finali, che presentano le maggiori novità rispetto alla passata stagione: la prima classificata di ogni girone accede direttamente alla seconda fase della cosiddetta “Top Tournament Finalists”; la seconda e la terza classificata, invece, si sfideranno con uno schema di andata e ritorno con la prima gara che si disputerà in casa della terza classificata. Al termine di questa fase si procederà con i quarti di finale, che saranno così strutturati: la prima classificata del girone A sfiderà la seconda o la terza del girone B; la prima classificata del girone C sfiderà la seconda o la terza del girone D; la prima classificata del girone B incontrerà la seconda o la terza del girone A; la prima classificata del girone D se la vedrà con la seconda o con la terza del girone C. Tutti questi incontri avranno la gara di andata in casa di ciascuna prima qualificata. In seguito si procederà alle semifinali e infine alla finale. L’ultima classificata di ogni raggruppamento perderà la categoria regionale, mentre ai Play Out andranno le squadre di ogni girone che si piazzeranno in 13ª, 12ª, 11ª e 10ª posizione. Le 16 squadre saranno divise in 4 gironi quadrangolari che saranno così composti: nel Girone 1 ci saranno la 10ª del girone A, la 11ª del girone B, la 12ª del girone C e la 13ª del girone D; nel Girone 2 troveremo la 10ª del girone B, la 11ª del girone C, la 12ª del girone D e la 13ª del girone A; nel Girone 3 ci saranno invece la 10ª del girone C, la 11ª del girone D, la 12ª del girone A e la 13ª del girone B; nel Girone 4, infine, si sfideranno la 10ª del girone D, la 11ª del girone A, la 12ª del girone B e la 13ª del girone C. In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, sia che si parli di fasi finali sia che si parli di play out, si guarderà la cosiddetta “classifica avulsa”, che nell’ordine tiene conto di: punti conquistati negli scontri diretti; differenza reti negli scontri diretti; differenza reti nell’intero campionato; maggior numero di reti segnate in campionato; sorteggio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy