Festa Biellese under 17

Le trincee di Alloisio reggono e i reid di Naamad e Bernardo valgono una vittoria biellese dal gusto dolcissimo. I bianconeri riaprono il campionato ponendo davanti al Chieri un muro di bronzo, chiudendo ogni possibile pertugio alla fantasia e alla qualità dei vari Mingrone e Morone. Lo spartito si delinea sin da subito: solito possesso elegante e arioso dei collinari a cercare l’invenzione Morone che impegna De Martini dopo soli 4’ con un tiro da fuori. Ancora Morone prova a trovare il colpo di genio al 16’ quando, dopo l’unica uscita imperfetta di De Martini, a porta sguarnita cerca un pallonetto dolce che termina sul fondo. Bagatin e Muzzolon orchestrano bene la roccaforte e la prima sortita offensiva è al 23’ con Saporito che innesca Naamad in verticale. Baldi esce sicuro. Le occasioni vere nel finale. Apre Mingrone con una punizione a inganno sulla quale però De Martini ci adiva alla grande; pochi secondi dopo Bernardo trova un’ottima verticalizzazione di prima che smarca Naamad, ma a tupertu manca incredibilmente lo specchio. Tempo di respirare e dall’altra parte è Rossi a sfiorare il gol dell’anno in rovesciata. Nella ripresa Alloisio rinforza la mediana con Grupallo e continua a serrare le fila spingendo i suoi a sfruttare le ripartenze. Detto fatto: Naamad e Bernardo liberano al tiro Iannacone. Baldi ci arriva, ma non blocca la conclusione del n°4 favorendo il facile tap-in di Naamad. I collinari non ci stanno e provano subito a reagire con affondi laterali e cross basi in area di rigore o intercettati da Muzzolon&Co, o semplicemente non colti da Rossi e reparto. La miglior occasione capita sui piedi di Mingrone al 14’ dopo un flipper in area, ma la conclusione è solo potente e non precisa. Mercuri fa uso di tutta la sua batteria d’attaccanti (pericoloso tirocross di Terribile al 41’), ma niente da fare. La truppa di Alloisio porta a casa la giornata e riapre lo spiraglio di una rimonta che avrebbe del miracoloso.

LA BIELLESE 1
CHIERI 0
RETE: 9’st Naamad
AMMONITI: Mingrone, Aimone, Martescu, Barbero.
ARBITRO: Candela di Biella 7, Misurato coi cartellini e metro coerente. Poche sbavature bipartisan.

LA BIELLESE 4-3-3
All. Alloisio 8 Impresa che dà gusto alla stagione.
Demartini 7 Unica macchia in avvio. Poi una sicurezza.
Stumbo 7 Mai fuori posto.
Martescu 7 Deciso e pulito.
Iannacone 7.5 Giganteggia in interdizione e non disdegna dare una mano in avanti. Vedi il gol.
Bagatin 8 Colossale.
Muzzolon 7.5 Disinnesca una palla velenosa nel finale.
Aimone 7 Tanta corsa e lavoro sporco. 36′ st Grosso sv
Saporito 6.5 Senso di posizione.
Porta 6 Qualche controllo sbagliato di troppo. 5′ st Grupallo 7.5 Ringhia su qualsiasi cosa si muova.
Bernardo 7.5 Veloce e intelligente. Intesa vincente.
Naamad 8 Riesce sempre a sfilare la marcatura. Sempre.
A disp: Primon, Fiallo, Ramella, Gjuzi, Ceria, Ferrari, Perazzone. Dir: Fiallo.

CHIERI 4-3-2-1
All. Mercuri 5.5 Manca quel “quid” negli ultimi metri.
Baldi 5.5 Di fatto due soli interventi. Deciso nel primo, troppo poco nel secondo.
Calindro 6 Ottimo avvio, nella ripresa soffre Naamad.
Bruno 6.5 Attento in chiusura.
Pavia 6 Buono da play. Bernardo lo fa sudare.
Mastrandrea 6.5 Buon giro palla.
Martello A. 6.5 Buona la prima impostazione con Pavia.
Mingrone 5.5 Ci prova, ma manca la scintilla. 33′ st Terribile sv
Barbero 6.5 Generoso in entrambe le fasi. 33′ st Savastano sv
Rossi 6.5 Trova spazio dove non ce n’è. 25′ st Barcellona sv
Morone 5.5 Spesso fuoriposizione. 25′ st Appendino sv
Gerbino 6 Cerca traversoni.
A disp: Gagliardi, Businaro, Formia, Cirulli, Gervasio. Dir: Sparacino.

LE PAROLE A FINE GARA: ALLOISIO E MERCURI