Lascaris-Pro Eureka Under 17
Lascaris-Pro Eureka Under 17, da sinistra Tietto, Toure e Marchesini

Lascaris-Pro Eureka Under 17 non è solo la partita inaugurale del Campionato Regionale: è anche un anticipo di lusso tra due squadre che condividono l’obiettivo di arrivare fino in fondo alla ricerca della vittoria. Non solo obiettivi in comune tra bianconeri e blucerchiati: le due squadre, infatti, hanno in comune anche il fatto di essere state eliminate entrambe dal Chisola al Super Oscar, rispettivamente in semifinale e ai quarti.

Super Oscar che ha lasciato inevitabilmente un peso nelle gambe dei giocatori, anche se i ritmi dei primi minuti sono molto sostenuti: Tietto calcia al volo da sinistra sugli sviluppi di un calcio d’angolo, palla che sfila di poco a lato; risponde la Pro Eureka con il frizzante Actis, che si incunea a destra ma viene prontamente chiuso in angolo. Sul ribaltamento di fronte il Lascaris si porta in vantaggio: Andrioli sfrutta un’indecisione di Mantecchini e gli soffia il pallone, che poi viene recapitato a sinistra per Tietto; l’ex bomber del Venaria scatta e batte con precisione Petruzzella.

Gli ospiti allenati da Augusto Dotto tentano la reazione e confezionano due buone occasioni: prima Sardo soffia la sfera a Pretti e calcia col destro, senza però riuscire ad inquadrare lo specchio della porta; poi ci prova Starnai da fuori area dopo una bella progressione in verticale, ma Bergonzi è bravo a distendersi in tuffo alla propria sinistra.

Nella ripresa tanti cambi e ritmi decisamente più blandi, complice la condizione non ancora ottimale e il grande caldo. Palestro va vicino al pareggio di testa trovando sulla sua strada il gran colpo di reni di Bergonzi, mentre la bella conclusione dalla distanza di Actis si stampa sulla traversa. Gli ingressi di Cannizzo e Golfarelli tra le fila della Pro Eureka danno nuova linfa e folate offensive alla squadra di Dotto, ma il Lascaris di Balice si difende con ordine sfruttando la grande sicurezza e tempestività della coppia centrale formata da Toure e da capitan Marchesini.

Finisce con un successo di misura del Lascaris, con Cristian Balice che si ritiene soddisfatto della capacità dei suoi ragazzi di tirare fuori la concretezza giusta quando necessario; Augusto Dotto elogia invece lo sviluppo del gioco della sua Pro Eureka, sottolinenando però che manca ancora la cattiveria sotto porta. Il viaggio, d’altronde, è appena iniziato.

IL TABELLINO di Lascaris-Pro Eureka Under 17:

Lascaris 1
Pro Eureka 0
RETI: 14′ Tietto (L).
Lascaris (4-4-2): Bergonzi 6.5 (26′ st Costamagna 6), Popescu 6 (1′ st Carta 6), Tugnolo 6.5, Toure 7, Pretti 7, Marchesini 7, Vassallo 6.5 (12′ st Patitucci 6), Regis 6.5 (12′ st Maida 6), Mostacci 6 (1’st Gentile 6.5), Andrioli 6.5, Tietto 7.5 (24′ st Di Carlo 6). A disp. Marchetti, Ferrero. All. Balice 7. Dir. Marchesini, Tugnolo.
Pro Eureka (3-5-2): Petruzzella 6, Brucceri 6.5, Palestro 6, Boeri 6.5, Mantecchini 6 (14′ st Zucca 6.5), Frizzi 6.5 (31′ st Lo Prete 6), Starnai 7, Cravero 6.5 (32′ st Petrullo 6), Canino 6.5 (14′ st Golfarelli 6.5), Sardo 6 (28′ st Nyokabi 6), Actis 6.5 (20′ st Cannizzo 6.5). A disp. Rusu. All. Dotto 6.5. Dir. Calisto, Leuci.
AMMONITI: 17′ st Boeri (P), 38′ st Andrioli (L).
ARBITRO: Rossetti di Collegno 6.5 Direzione sicura e senza sbavature.

LE PAGELLE:

LASCARIS 4-4-2

Lascaris-Pro Eureka Under 17
Lascaris-Pro Eureka Under 17, I bianconeri di Balice

Bergonzi 6.5 Attento e reattivo sulla conclusione di Starnai e sulla zuccata di Palestro. 26′ st Costamagna 6 Guida bene la difesa.
Popescu 6 Deve ancora ambientarsi nel nuovo ruolo di terzino destro. 1’st Carta 6 Porta equilibrio in mezzo al campo senza strafare.
Tugnolo 6.5 Prestazione in crescendo, parte in sordina e man mano diventa sempre più attivo sia in fase di spinta sia di copertura.
Toure 7 Monumentale, è uno dei nuovi arrivati ma sembra aver già assimilato i dettami dell’allenatore.
Pretti 7 A parte l’errore che rischia di spianare la strada del gol a Sardo, sbaglia pochissimo e gioca di prima velocizzando la manovra.
Marchesini 7 Insieme a Toure forma una coppia difensiva inossidabile. Il capitano è più volte decisivo con chiusure puntuali.
Vassallo 6.5 Nel primo tempo viene schierato come esterno alto e fatica un po’ contro Frizzi; meglio quando torna a ricoprire il ruolo di terzino. 12′ st Patitucci 6 Trova dalla sua parte un cliente scomodo come Cannizzo, ma se la cava.
Regis 6.5 Forma un’ottima cerniera in mediana insieme a Pretti, quando serve usa il fisico. 12′ st Maida 6 Prova ad innescare la corsa dei compagni, metronomo.
Mostacci 6 Gioca di sponda con gli esterni e tenta alcune conclusioni, che vengono però murate. 1′ st Gentile 6.5 Entra con convinzione e fame, provando sia triangolazioni sia iniziative personali.
Andrioli 6.5 Lampi di classe e un mancino che incanta. La pecca è il nervosismo che a volte gli fa perdere un po’ di lucidità.
Tietto 7.5 Un lampo che decide la gara, il primo all’esordio in campionato con la sua nuova casacca. Quando parte palla al piede è inarrestabile. 24′ st Di Carlo 6 Si piazza a destra, dimostrando di sapersi destreggiare bene sia sugli esterni sia come mezz’ala.
All. Balice 7 «Vista la condizione ho chiesto ai ragazzi di essere un po’ più concreti e un po’ meno belli: mi hanno ascoltato, di più non potevo chiedere».

PRO EUREKA 3-5-2

Lascaris-Pro Eureka Under 17
Lascaris-Pro Eureka Under 17, i blucerchiati di Dotto

Petruzzella 6 Alcune buone uscite, viene freddato dal tocco di precisione di Tietto.
Brucceri 6.5 Gioca come mezzo destro nella difesa a tre e risponde colpo su colpo alle offensive bianconere.
Palestro 6 Talvolta un po’ macchinoso, si prende qualche rischio di troppo. Vicino al gol di testa.
Boeri 6.5 Roccioso e preciso anche in scivolata, capitano e ministro della difesa blucerchiata.
Mantecchini 6 Prestazione macchiata dall’indecisione che costa il gol-partita. Per il resto dà il suo contributo sull’out di destra. 14′ st Zucca 6.5 Porta più intensità in mediana.
Frizzi 6.5 Buon contributo a sinistra, dove limita al minimo Vassallo e tenta anche qualche sovrapposizione. 31′ st Lo Prete 6 Prova a metterla in mezzo nel finale.
Starnai 7 Fisico, centimetri e visione di gioco davanti alla difesa: recupera molti palloni, avvia diverse azioni e non va lontano dalla rete da fuori area.
Cravero 6.5 Fa su e giù cercando di proporsi e ricevere palloni, prezioso in interdizione. 32′ st Petrullo 6 Una svista nel finale che potrebbe costare cara.
Canino 6.5 Dà qualità al centrocampo, dialoga con Frizzi a sinistra. 14′ st Golfarelli 6.5 Entra bene dando spinta e saltando l’uomo: arrembante.
Sardo 6 Si danna l’anima e pressa i portatori di palla: riesce a soffiare il pallone a Pretti ma sbaglia al momento di metterla dentro. 28′ st Nyokabi 6 Gioca di sponda e prova a farsi trovare al centro per chiudere l’azione.
Actis 6.5 Corre tanto, si libera per la conclusione, viene fermato dalla traversa. Esce per crampi. 20′ st Cannizzo 6.5 Scheggia a sinistra, molte discese pericolose.
All. Dotto 6.5 Mette bene in campo la squadra, che pecca però in cattiveria davanti alla porta.

LE PAROLE A FINE GARA: CRISTIAN BALICE

LE PAROLE A FINE GARA: AUGUSTO DOTTO


L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.