5 Agosto 2020 - 12:06:02

Pozzomaina – Asti Under 17: Iannazzo da Premio Puskás, Pozzo is back

Le più lette

Ilario Di Nicola è sul mercato: «Ringrazio la Virtus per questi quattro anni, ora cerco nuovi stimoli»

Dopo quattro stagioni Ilario Di Nicola lascia la Virtus Ciserano Bergamo. Le ultime settimane hanno infatti portato diversi cambiamenti...

Magenta, rivoluzione in corso: via Galli e arriva Vianello

Giornate caldissime a Magenta. Pochi minuti fa la società ha comunicato, tramite un comunicato sui propri canali social, che...

Capitan Fabio Benedetto e Chieri ancora insieme: la storia continua

La notizia è fresca. L'ufficialità è di quelle importanti, che possono fare realmente la differenza: Fabio Benedetto farà ancora...

«Veniamo da due pareggi, è vero che sono arrivati in circostanze un po’ particolari ma abbiamo sbagliato tanto anche noi e dobbiamo invertire la tendenza». Questo l’auspicio di Alberto Sorgente, dirigente del Pozzomaina, prima della partita con l’Asti. Detto fatto, i ragazzi di Alfredo Cantone ritrovano i tre punti, conservano la vetta solitaria della classifica e mandano un chiaro messaggio alla Cbs in vista dello scontro diretto: in Corso Sicilia ci sarà da lottare. L’Asti esce da Via Monte Ortigara a testa alta, consapevole di aver offerto una buona prestazione e soprattutto di aver intrapreso da tempo un bel percorso di crescita che sta dando e sicuramente continuerà a dare i suoi frutti. Il Pozzomaina deve fare a meno dello squalificato Renacco (sostituito da Chimienti) e dell’infortunato Pavia, che purtroppo dovrà stare fuori dai campi per un lungo periodo e che è stato omaggiato dai compagni di squadra dopo il triplice fischio. I padroni di casa partono bene e mettono paura agli astigiani con Andrea Cazzuola, che supera Tabaku con un sombrero e tenta la conclusione di controbalzo. Sfera che termina a lato di poco alla destra del portiere Rissone. La risposta dell’Asti è affidata a Papa, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo prova il tiro al volo: Ballatore è attento e respinge. Ciò che accomuna le due squadre è un’ottima fase difensiva: nel Pozzomaina Rissone e Chimienti annullano Cerrina, con Gallazzi che è più un centrale aggiunto che un terzino; per l’Asti c’è un Musso monumentale in marcatura su La Rosa, è anche Sega non è da meno quando si tratta di arginare le iniziative dei padroni di casa. In virtù di questo, la sensazione è che per sbloccare la contesa ci voglia un episodio, che puntualmente arriva a una manciata di secondi dall’intervallo: l’ex Barracuda Simone Iannazzo (fortemente voluto da Cantone in estate) raccoglie un pallone apparentemente innocuo fuori area e disegna una bellissima parabola con l’esterno destro; nulla da fare per Rissone e 1-0. Nella ripresa il tecnico ospite Frenna abbassa Cavazza sulla linea dei difensori ed inserisce Montrucchio per un Tabaku non al meglio, e il nuovo entrato si rende subito protagonista: suo, infatti, il pallone pennellato sulla testa di uno scatenato Musso che lo indirizza verso la porta, Ballatore si oppone e preserva il vantaggio. La gara si accende e si fa ricca di ribaltamenti di fronte: Giraldo spreca un buon contropiede del Pozzomaina cercando il tiro invece di servire un liberissimo Iannazzo; l’Asti si affida ai piedi e alla velocità di Cavazza, che apre a sinistra ma Tenuzzo, in spaccata, non impatta la sfera per un soffio. Le ultime battute di gioco riservano ancora emozioni, con il Pozzomaina che costruisce a destra: Gallazzi appoggia per Alessandro Cazzuola, che a sua volta trova in area il classe ’04 Ataupillco, bravo Rissone ad opporsi e a tenere in partita i suoi. L’Asti però non riesce a centrare lo specchio, e anche l’ultima occasione per Papa sugli sviluppi di un calcio piazzato termina alta sopra la traversa. Dopo qualche tensione in campo e sugli spalti al triplice fischio, il Pozzomaina può esultare e cominciare a pensare allo scontro al vertice; l’Asti si prepara ad accogliere l’Acqui con la consapevolezza di poter tenere testa a chiunque.

IL TABELLINO:

Pozzomaina-Asti 1-0
RETI: 39′ Iannazzo (P).
POZZOMAINA (4-3-3): Ballatore 7, Rissone 7.5, Cazzuola Andrea 7, Panetta 6.5, Gallazzi 6.5, Chimienti 7, Iannazzo 7 (29′ st Ataupillco 6.5), Filetti 6.5, La Rosa 6.5 (15′ st Ech Cherqaoui 6.5), Covello 6.5, Giraldo 6.5 (19′ st Cazzuola Alessandro 6.5). A disp. Bellandi, Costanzo, Sorgente, Tomasello, Tommasi, Arena. All. Cantone 7. Dir. Sorgente – Sandri.
ASTI (4-2-3-1): Rissone 6.5, Tabaku 6 (1′ st Montrucchio 6.5), Papa Alessandro 6.5, Sega 7.5, Musso 8, Gritti 6.5, Raverta 6.5, Gamba 6 (28′ st Bologna 6), Cerrina 6 (34′ st Valenzano sv), Tenuzzo 6 (30′ st Bresciani 6.5), Cavazza 7. A disp. Gamarino, Peronace, Minniti. All. Frenna – Vigilante 6.5. Dir. Barbero – Peronace.
ARBITRO: Fiore di Torino  6.5.

sega__musso_e_cavazza u17
Da sinistra: Sega, Musso e Cavazza

Le Pagelle di Pozzomaina – Asti Under 17:

Pozzomaina 4-3-3
All. Cantone 7 Torna alla vittoria con l’atteggiamento giusto, malgrado le assenze.
Ballatore 7 Attento su Papa, si ripete due volte sui colpi di testa di Musso nella ripresa.
Rissone 7.5 Tecnico e veloce, va spesso in anticipo ed esce palla al piede: insuperabile.
Cazzuola And. 7 Tra i più pericolosi del Pozzo in avvio.
Panetta 6.5 Fa girare palla e prova la specialità della casa, la conclusione dalla distanza.
Gallazzi 6.5 Ottimo in copertura, non spinge in avanti ma chiude tutti gli spazi agli astigiani.
Chimienti 7 Ottima coppia con Rissone, roccioso.
Iannazzo 7 Gol da cineteca e accelerazioni devastanti. 29′ st Ataupillco 6.5 Sfiora il 2-0.
Filetti 6.5 Collega bene i reparti.
La Rosa 6.5 Non riesce quasi mai a calciare, ma il suo impegno e le sue sponde sono preziose. 15′ st Ech Cherqaoui 6.5 Spunti interessanti in velocità.
Covello 6.5 Si sacrifica dando una mano in copertura.
Giraldo 6.5 Sempre insidioso sia a sinistra sia a destra, peccato per il mancato assist a Iannazzo. 19′ st Cazzuola Ale. 6.5 Linfa nel finale.

pozzomaina_ u17
Il Pozzomaina di Alfredo Cantone

Asti 4-2-3-1
All. Frenna 6.5 Squadra ben disposta, peccato per la poca incisività in fase offensiva.
Rissone 6.5 I compagni lo mettono in difficoltà con qualche retropassaggio pericoloso, ma se la cava; reattivo su Ataupillco.
Tabaku 6 Soffre le iniziative di Cazzuola e Giraldo. 1′ st Montrucchio 6.5 Calci piazzati interessanti per i compagni in area.
Papa 6.5 Vicino al gol nel primo tempo, spinge tanto e mostra un buon mancino.
Sega 7.5 Scivolate precise e recuperi sempre puntuali.
Musso 8 Nettamente il migliore in campo: dietro le prende tutte lui, quando passa in attacco va vicino al pareggio. Cuore, piedi e anima dell’Asti.
Gritti 6.5 Non disdegna il lavoro sporco in mediana.
Raverta 6.5 Primo tempo di sofferenza, cresce alla distanza.
Gamba 6 Un po’ impreciso. 28′ st Bologna 6 Gioca semplice.
Cerrina 6 Sbaglia qualche sponda e non riesce a colpire. 34′ st Valenzano sv
Tenuzzo 6 Manca l’appuntamento col pallone del pareggio. 30′ st Bresciani 6.5 Ispirato.
Cavazza 7 Mette il turbo a destra.

asti u17
L’Asti di Gianni Frenna

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli