21 Giugno 2021

Ufficiale: l’Under 17 del Lascaris va a Claudio Frasca

Le più lette

Schiaffino-Cob 91 Pulcini: la fotogallery della bellissima sfida tra i 2010 di Franco Galateo e di Franco Buraschi

Ecco le foto più belle della partita giocata sabato tra i Pulcini 2010 dello Schiaffino allenati da Franco Galateo...

Anche al Cus Torino si gioca a calcio

Una volta lì c’era la gloriosa J Stars, società di puro settore giovanile che tanto ha vinto negli anni...

Torneo Eusalp, la Lombardia chiude al terzo posto: battuto il Veneto dopo i calci di rigore

Si conclude con un ottimo terzo posto l'avventura al Torneo Eusalp della Lombardia. La squadra di Matteo Medici ha...

Il Lascaris non sta a guardare e dopo l’addio di Emiliano Ferrari di due settimane fa, nella giornata di ieri è stato ufficializzato il nuovo tecnico dell’Under 17. Come da noi anticipato già il 20 novembre, a guidare gli allievi bianconeri alla ripresa dei campionati sarà Claudio Frasca. L’ex allenatore dell’Alessandria e negli ultimi anni della Rappresentativa Regionale (giovanissimi e allievi) torna quindi ad allenare una giovanile dopo tanti anni di selezione regionale: «Non credo di essermi dimenticato come si fa l’allenatore».

I contatti sono nati subito dopo la notizia della rottura tra Lascaris e Ferrari. «Ho ricevuto la chiamata di Balice per una chiacchierata – commenta Frasca – Sinceramente non pensavo che mi volesse proporre nulla di simile. Avevo appena elaborato la frustrazione per il secondo anno consecutivo di sospensione del Torneo delle Regioni e mi ero rassegnato. Avrei avuto anche uno squadrone l’anno scorso coi 2003. Poi invece mi ha chiesto di prendere l’Under 17 che è, a detta di tutti, una corazzata all’interno di una società che ha vinto il Superoscar. Ho parlato col mio presidente e non potevo rinunciare ad un’occasione così. Anche perché torno nella società in cui ho iniziato come preparatore e responsabile della Scuola Calcio quando smisi di giocare».

Entra in punta di piedi Frasca in un gruppo che, fino ad ora, «è stato gestito da un allenatore preparato e organizzato come Ferrari. Voglio cambiare il meno possibile e integrarmi velocemente. Non può essere assolutamente un anno di transizione. È la prima volta che prendo le redini di una squadra che lotta per vincere, perché nonostante fossero forti, Canavese e Alessandria non erano per vincere i rispettivi campionati. Cominciamo domani con allenamenti individuali, senza contatti o partitelle e mi sarà utile per conoscere i ragazzi».

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli