Venaria-Lucento Under 17 Stracuzza e Bozzardini
Venaria-Lucento Under 17, a sinistra Giuseppe Stracuzza, a destra Christian Bozzardini

Venaria-Lucento Under 17, oltre a mettere di fronte due squadre con tanta volontà di stupire, riavvicina anche due vecchi amici che a fine anni ’90 scrissero pagine importanti del calcio dilettantistico piemontese: da una parte Stefano Ambrosini, tecnico dei Cervotti; dall’altra Raffaele Senatore, allenatore dei 2003 lucentini e vera e propria icona di Corso Lombardia.

Ma sul campo non c’è spazio per affetto ed amicizia, anzi sul rettangolo verde va in scena una battaglia senza esclusione di colpi: tanto lavoro da subito per il direttore di gara, che ha il suo bel da fare per placare gli animi. Ed è proprio da un calcio di punizione che scaturisce la prima occasione per il Venaria: a calciare è l’ex di turno, Giuseppe Stracuzza, che trova la sicura deviazione di Sattin sopra la traversa. La risposta del Lucento è affidato al mancino di Losano, troppo debole però per creare problemi a Schiavone. Al minuto 11′ l’episodio che sblocca la contesa: l’arbitro assegna un calcio di rigore ai Cervotti per trattenuta in area di Bucca ai danni di D’Elia, dal dischetto si presenta Stracuzza che non sbaglia.

Prova a riversarsi in avanti il Lucento, con il gioco che però viene spesso interrotto per falli da entrambe le parti; ecco che allora gli ospiti si affidano ai tentativi su palla inattiva di Losano, disinnescati in maniera sicura da Schaivone. Nella ripresa sono i padroni di casa ad andare vicini al raddoppio sull’asse PirisiNepote, ma la conclusione del numero 9 termina a lato. Poi tocca a capitan Spiga prendersi la scena con un insidioso tiro-cross, la traversa salva Sattin. Il Lucento resta in 10′ in virtù dell’espulsione di Gelmini per doppia ammonizione, ma è proprio qui che i ragazzi di Senatore tirano fuori orgoglio e grinta.

La ricompensa per lo spirito battagliero si concretizza al 23′: palla che transita da destra al centro dove Losano si coordina e scocca un preciso mancino a giro che Schiavone riesce solo a sfiorare, 1-1 e palla al centro. Squadre lunghe nel finale di partita, ma Pirisi non sfrutta un paio di ripartenze pericolose e al triplice fischio il verdetto è un pareggio che, per come si era messa la gara, fa contento il Lucento. Venaria che porta a casa il punto in attesa di una condizione fisica ottimale dopo le fatiche del Super Oscar.

IL TABELLINO di Venaria-Lucento Under 17:

Venaria 1
Lucento 1
RETI (1-0, 1-1): 11′ rig. Stracuzza (V), 23′ st Losano (L).
VENARIA (4-3-3): Schiavone 6.5, Dezzutto 6.5, Spiga 6.5, Risso 6, D’Elia 6.5, Bozzardini 7, Fabbian 6, Drissi 6, Nepote 6, Pirisi 6.5 (31′ st Buson 6), Stracuzza 7 (7′ st Pippa 6.5). A disp. Moffa, Framarin, Lo Pomo. All. Ambrosini 6.5. Dir. Chiariello – Barracane.
LUCENTO (4-3-1-2): Sattin 6, Bucca 6.5 (18′ st Meotto 6), Gallo 6 (18′ st Pucci 6), Losano 7 (44′ st Calciano sv), Gelmini 6, Romano 6.5, Spoto 6 (37′ st Matteucci sv), Voicu 6.5, Longo 6 (1′ st Halilovic 6.5), Bonadies 7, Padilla Fernandez 6. A disp. D’Angelo, Fusca. All. Senatore 6.5. Dir. Bucca.
ARBITRO: Nathaniel Cristina Cappennani di Torino  6.
ESPULSI: 15′ st Gelmini (L).
AMMONITI: 10′ Bonadies (L), 35′ Gelmini (L), 39′ D’Elia (V), 40′ Bucca (L), 14′ st Gelmini (L), 20′ st Padilla Fernandez (L), 42′ st Fabbian (V).

LE PAGELLE:

Venaria 4-3-3
All. Ambrosini 6.5 Trasmette carica e indicazioni dal primo all’ultimo minuto, la condizione non può ancora essere brillante.
Schiavone 6.5 Attento sulla punizione di Losano, miracoloso sul tentativo da 0 metri di Spoto.
Dezzutto 6.5 Preciso e puntuale in chiusura a destra, manca in fase di spinta ma non è quello che gli chiede il mister.
Spiga 6.5 Lui invece spinge eccome sulla corsia opposta, cercando spesso e volentieri la sovrapposizione con Pirisi. La traversa gli nega la gioia del gol.
Risso 6 Schierato come vertice basso del centrocampo, a volte tarda troppo la giocata rischiando anche qualcosa sulla pressione avversaria.
D’Elia 6.5 Non si fa pregare quando c’è da pulire l’area. Sfrutta fisico e piedi per ripartire in progressione, è astuto a procurarsi il rigore.
Bozzardini 7 Sicurezza nel reparto avanzato, si incarica anche di calciare spioventi in area di rigore. Stoico nel restare in campo nonostante una botta poco prima dell’intervallo.
Fabbian 6 Con un po’ più di convinzione avrebbe potuto fare la differenza, invece a volte appare troppo molle.
Drissi 6 Stesso discorso anche per lui, le qualità non si discutono ma è mancata la giusta lucidità.
Nepote 6 Tanta corsa e lavoro sporco, ne risente la precisione sotto porta. Arriva stremato al triplice fischio.
Pirisi 6.5 Piedi buoni e gran capacità di corsa, peccato per quel paio di progressioni offensive che si potevano sfruttare meglio. 31′ st Buson 6 Tiene la squadra alta nel finale.
Stracuzza 7 Freddissimo nel punire la sua ex squadra, prestazione generosa anche in ripiegamento. 7′ st Pippa 6.5 Entra con il piglio giusto, lotta su ogni pallone e tenta di liberarsi per la conclusione.

Venaria-Lucento Under 17 Venaria
Venaria-Lucento Under 17, il Venaria di Ambrosini

Lucento 4-3-1-2
All. Senatore 6.5 Espulso per qualche parola di troppo con un dirigente avversario, riesce a trasmettere la giusta volontà anche senza essere fisicamente in panchina.
Sattin 6 Un paio di uscite col brivido, ma se la cava.
Bucca 6.5 Molto attento nei contrasti, toglie in più occasioni le castagne dal fuoco. 18′ st Meotto 6 Entra quando il Venaria non spinge più troppo sulle corsie.
Gallo 6 Sbaglia qualche scelta ma nel complesso la prestazione è convincente, considerando che dal suo lato agiva Pirisi. 18′ st Pucci 6 Ordinato.
Losano 7 Cervello e cuore del Lucento, quando arma il sinistro sono quasi sempre dolori per i Cervotti. 44′ st Calciano sv
Gelmini 6 Alcune ripartenze pericolose, non riesce a trovare la conclusione.
Romano 6.5 Prestazione in crescendo, nel finale chiude gli spiragli.
Spoto 6 Pesa molto l’errore davanti a Schiavone, ma l’impegno e la determinazione non gli mancano. 37′ st Matteucci sv
Voicu 6.5 Parte da trequartista, poi si sposta davanti alla difesa: in entrambe le parti del campo porta qualità nel fraseggio.
Longo 6 Gioca in marcatura su Nepote e ne limita l’operato. 1′ st Halilovic 6.5 Frizzante, cerca sempre di saltare l’uomo e si propone spesso in profondità.
Bonadies 7 Muro difensivo che infonde coraggio anche nel collega di reparto Romano.
Padilla Fernandez 6 Meno lucido del solito, perde qualche palla di troppo.

Venaria-Lucento Under 17, il Lucento di Senatore
Venaria-Lucento Under 17, il Lucento di Senatore

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE