27 Gennaio 2021

Alicese Orizzonti – Juve Domo Under 19: Franco il conquistatore, Vachino-boys a trazione anteriore

Le più lette

Sanremese – Vado Serie D, i padroni di casa chiudono in nove ma vincono il derby ligure

Il derby ligure tra Sanremese e Vado finisce con una vittoria di misura, 1-0, per i bianco azzurri grazie...

Primavera 1, il ritorno in campo vede sorridere Sampdoria e Bologna: Ascoli e Empoli ko

Dopo la vittoria dell'Atalanta contro la Fiorentina in Supercoppa (CLICCA QUI per leggere cronaca e pagelle del match), la...

Quando piove, grandina. La Juve Domo di Giovanni Orsi subisce la dura legge di questo detto, e dopo essere andata sotto, subisce anche il rigore del secondo gol, restando in dieci uomini. La lotta dei granata è encomiabile, ma la superiorità numerica e tecnica dei padroni di casa viene fuori negli ultimi dieci minuti, e mette in ghiaccio la sfida. Ad aprire le danze per Luca Vachino ci pensa Boggero, servito sulla sinistra da Greppi; il numero 7 mira all’angolino più lontano e centra il bersaglio, portando avanti i suoi. La Juve Domo si affida all’isolatissimo Zani in avanti, che però non riesce a fare reparto da solo, e rimane sempre chiuso tra Zambruno e Pelle. Dalla difesa all’attacco per l’Alicese, che con un bel lancio di Franco si porta in avanti con Bazzano, tutto solo davanti a Crenna; Marotta è in ritardo e abbatte il numero 10 in area, causando il rigore e facendosi espellere. Franco si presenta dagli undici metri e spiazza Crenna per il 2-0. A cinque minuti dal rientro negli spogliatoi la Juve Domo ha la prima occasione della gara, con Falcioni che si presenta tutto solo davanti ad Algieri, ma il portierone di Vachino ipnotizza il numero 11 e para molto bene. Orsi prova ad affidarsi allo stesso Falcioni per dare più peso all’attacco, spostandolo davanti. L’intervallo sembra portare consiglio agli ossolani, che si presentano molto più agguerriti, e sulle ali dell’entusiasmo cominciano a premere sull’acceleratore. Dopo dieci minuti il gol che sembra riaprire la disputa: Aghemio trova Falcioni al limite dell’area, e il centrocampista vede l’inserimento di Zani, che davanti ad Algieri non delude e fa battere forte i cuori granata. L’entusiasmo degli ospiti, però, non dura molto. Prima Anselmino fa tremare la Juve Domo, con un tiro da buona posizione che finisce fuori, e in definitiva Boggero ci mette la pezza decisiva con un tocco di furbizia su un’indecisione condivisa di Crenna e Bolognino: l’ala scavalca così Crenna per la terza volta, e da il LA alla rete finale, che arriva da una punizione magica di Bazzano, che dalla destra, dai 22 metri, pesca l’angolino alto, lasciando tutti a bocca aperta. Cala il sipario su Alice Castello, che regala due morali totalmente differenti: i padroni di casa possono sorridere per la bella vittoria, convincente e senza appello, che permette loro di scavalcare anche l’Arona, fermato dal Ceversama. La Juve Domo, invece, deve interrogarsi seriamente sul futuro. La squadra sembra attrezzata per una salvezza convincente, ma gli obiettivi non sembrano ben chiari a tutti. Serve un cambio di rotta, e al più presto.

ALICESE ORIZZONTI-JUVE DOMO 4-1
RETI (2-0, 2-1, 4-1): 13′ Boggero (A), 37′ rig. Franco (A), 9′ st Zani (J), 21′ st Boggero (A), 27′ st Bazzano (A).
ALICESE ORIZZONTI (4-3-3): Algieri 6.5, Raffa 6, Carra 5.5 (30′ st Russo sv), Franco 8, Zambruno 6, Pelle 6.5 (31′ st Franchin sv), Boggero 8 (40′ st Gagliardi sv), Gallico 6 (33′ st Lanza sv), Anselmino 6.5, Bazzano 6.5 (33′ st Moussaif sv), Greppi 7. A disp. Pegorin, Castellina, Morello. All. Vachino. Dir. Vineis – Modena.
JUVE DOMO (4-4-1-1): Crenna 6, Bolognini 5.5, Zois 6.5, Vanini 5.5, Bardinelli 6, Marotta 5.5, Rossi 6 (10′ st Ricchi A. 6), Aghemio 6.5, Ricchi G. 6.5 (19′ st Tagliafierro 6.5), Zani 6.5 (24′ st Tosi 6), Falcioni 6 (30′ st Antonietti sv). A disp. Gozzi. All. Orsi. Dir. Marascio.
ARBITRO: Bollea di Ivrea 6.5.
AMMONITI: 31′ Bolognino (J), 40′ Aghemio (J), 4′ st Zambruno (A), 6′ st Vanini (J), 26′ st Bardinelli (J), 38′ st Greppi (A), 45′ st Lanza (A).
ESPULSI: 37′ Marotta (J).

PAGELLE ALICESE ORIZZONTI
All. Vachino 7 Venti minuti di riposo a parte, una partita perfetta.
Algieri 6.5 Sempre attento sulle palle alte.
Raffa 6 Si accende nel secondo tempo, quando cala l’altra fascia.
Carra 5.5 L’unico apparso in difficoltà dei suoi, soprattutto contro Gozzi. Poco male.
Franco 8 Chiave di volta del centrocampo. Rigore ottimo e lanci immaginifici.
Zambruno 6 Spesso sulle linee di passaggio.
Pelle 6.5 Ingaggia un personale duello con Zani. Gladiatore.
Boggero 8 Nel primo tempo fa quello che vuole, e cala fisicamente nel secondo. I suoi due gol giocano un ruolo fondamentale nei tre punti.
Gallico 6 Si limita molto in ripartenza. Non è richiesto un suo eccessivo sforzo.
Anselmino 6.5 Fa da sponda. Ha un paio di palle gol, non sfruttate a dovere.
Bazzano 6.5 Punizione fantastica. La degna conclusione di questa bella vittoria.
Greppi 7 Suo il pallone per la prima rete di Boggero. Metronomo.

Juve Domo
Juve Domo

PAGELLE JUVE DOMO
All. Orsi 5.5 Squadra apparsa con pochissime idee, e che paradossalmente si è svegliata solo dopo l’espulsione di Marotta. Ripartire.
Crenna 6 Qualche indecisione su alcuni retropassaggi. Non impeccabile sul primo gol di Boggero.
Bolognini 5.5 Parte un po’ contratto, e si perde Boggero sul secondo palo permettendogli di segnare la doppietta.
Zois 6.5 Il più attento dietro. Si salva con un paio di interventi decisi.
Vanini 5.5 Manca la sua presenza a centrocampo e i tre dell’Alicese fanno il bello e il cattivo tempo.
Bardinelli 6 Non sbaglia nulla di clamoroso. Qualche errore di posizione ma nulla più.
Marotta 5.5 E’ costretto ad inseguire Bazzano, che gli è andato via bene, causando il rigore e lasciando i suoi in dieci.
Rossi 6 Poche occasioni per lui. 10′ st Ricchi A. 6 Non va incontro alla palla.
Aghemio 6.5 Per necessità spostato dietro, svolge bene il suo compito.
Gozzi 6.5 Sfrutta bene l’occasione, e gioca una partita di grande corsa. 19′ st Tagliafierro 6.5 Sul finale accende un lumino di speranza.
Zani 6.5 Il gol suggella una bella prova di carattere. 24′ st Tosi 6 Buon piglio.
Falcioni 6 Solita lotta in mezzo. Fa valere il fisico e regala a Zani la palla per il gol.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli