26 Gennaio 2021

Alpignano – Volpiano Under 19: la grinta delle foxes non basta, sentenza Pacchiardo

Le più lette

Pro Club eSerieD, un mese di novità: Varese nella scia della Virtus Ciserano Bergamo; Vis Nova e Desenzano Calvina le new entry

Se quattro settimane fa ci siamo lasciati con la Virtus Ciserano Bergamo protagonista indiscussa tra Piemonte e Lombardia, il...

Academy Castenedolese Under 15, il primo anno dell’allenatore Daniele Pasotti

La stagione calcistica 2020/2021 è la decima per l'allenatore Daniele Pasotti, che guida oggi e per il primo anno...

Vis Nova – Villa Valle Serie D: Orellana accende la miccia e lancia le lucertole, Bolis: ora si fa dura

A un mese esatto di distanza dal rinvio Vis Nova e Villa si affrontano per un vero e proprio...

Prosegue il percorso fantastico dell’Alpignano di Ricco, che anche giocando praticamente per metà partita trova risposte positive soprattutto da difesa e centrocampo, i veri punti di forza di questa squadra. Dopo una prima frazione parecchio sottotono i biancazzurri rientrano con spirito decisamente diverso, producendo palle gol a raffica, ma riuscendo a concretizzare una sola occasione tra le mille create. Luci e ombre dunque per i biancazzurri. Il Volpiano invece si dimostra squadra molto pericolosa, che può far male con molti ragazzi diversi, ma che sta raccogliendo decisamente meno di quello che stanno producendo. Il trend si dovrà invertire. La gara regala subito sprazzi di grande calcio: all’11’ Chiadò Cutin si trova in buona posizione, defilato sulla sinistra, per un errore in copertura di Tommaselli, ma il tiro del colorato attaccante biancoblù si stampa sulla traversa e tocca la linea di porta, con gli ospiti che protestano chiedendo il gol. Due minuti dopo è ancora Chiadò Cutin a dare grattacapi alla difesa dei padroni di casa, ma il suo tiro al volo su rimessa laterale di Lo Schirico finisce di poco a lato. Si vede finalmente l’Alpignano a metà tempo, con Pacchiardo che stoppa a centro area una punizione di Tommaselli, ma Tedesco è attento sulla sua conclusione e para. Le veloci ali nel 4-4-2 di Lapiccirella fanno male ai terzini biancazzurri, ma i pericoli arrivano anche dal centro del campo per l’Alpignano: Gribaldo vede Chiadò Cutin tra le linee, e il numero 9 serve un solissimo Quaresima leggermente defilato a destra, ma il tiro del capitano finisce alto, e sale il rammarico delle foxes. Sul finire di tempo il solito Chiadò Cutin ha ancora una palla per far male, ma Zilli compie un miracolo a centro area e sventa l’offensiva con un gran riflesso. I tifosi biancoblù già pregustano un secondo tempo altrettanto arrembante dei loro beniamini, ma i padroni di casa rientrano in campo con uno spirito totalmente diverso. Il gol dei biancazzurri, infatti, arriva dopo tre minuti: De Martiis si trova a calciare da pochi metri fuori dall’area di rigore, e una deviazione di un difensore del Volpiano aggiusta la conclusione, indirizzandola verso la porta; può esplodere la gioia dei tifosi di casa. Ma il Volpiano non si arrende, dopo dieci minuti trova il pari: su rimessa laterale di Gagliano, Caponetto non spazza bene, e Bertaglia si ritrova la palla sui piedi, riuscendo a trovare la battuta a rete da pochi passi. Da lì in poi è dominio Alpignano: De Martiis e Pacchiardo hanno sette-otto palle gol, ma non trovano la porta. La partita sembra la classica trappola, dove chi non butta la palla dentro rischia inevitabilmente di rimanere beffato. Ma a metà ripresa Pacchiardo mette tutti d’accordo: l’esterno riceve palla in area da Lopopolo, sulla destra, stoppa di petto, si gira fulmineo e scarica un gran tiro incrociato che supera Tedesco. E’ il gol decisivo per i biancazzurri, e le foxes non si faranno mai più davvero pericolosi dalle parti di Zilli. La gara ci racconta di due squadre dai modi di gioco simili, inclini al possesso palla e alle verticalizzazioni improvvise. Ma, come ben sappiamo, cambiano gli interpreti e cambia il risultato, anche se il Volpiano sembra non meritarsi questa posizione di classifica così infausta.

ALPIGNANO-VOLPIANO 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 3′ st De Martiis (A), 13′ st Bertaglia (V), 23′ st Pacchiardo (A).
ALPIGNANO (4-3-3): Zilli 7, Tommaselli 6, Caponnetto 6, Bertini 6 (34′ Provenzano 6.5), Pistillo 6.5, Imperadore 6, Frigato 5.5, Lopopolo 6.5, De Martiis 6, Andrei 6, Pacchiardo 6.5. A disp. Gaido A., Paparella, Piumatti, Cammisa P., Reineri. All. Ricco. Dir. Bedino.
VOLPIANO (4-4-2): Tedesco 6, Gagliano 6.5, Lo Schirico 6 (28′ st Bergamini 6), Pepe 6.5 (45′ st Piazzolla sv), Bertaglia 7 (41′ st Brunetto sv), Grandini 6, Lauritano S. 6, Quaresima 6.5, Chiadò Cutin 6.5, Gribaldo 6.5 (22′ st Centracchio 6), Erriquez 6.5 (36′ st Muto sv). A disp. Longo, Nuzzo, Cavallaro, Caccuri. All. Lapiccirella. Dir. Lo Schirico – Nota.
AMMONITI: 8′ st Gagliano (V), 41′ st Andrei (A), 41′ st Bergamini (V), Caponetto (A), 44′ st Lauritano (V).
ARBITRO: Meligrana di Torino 6.5.

PAGELLE ALPIGNANO
All. Ricco 6.5 Il risultato è come al solito convincente, ma nel primo tempo non sembra il solito Alpignano. Nella ripresa i suoi se ne mangiano almeno sette, ma sono bravi a chiudere una partita che poteva rappresentare una grossa trappola.
Zilli 7 Riflessi da fenomeno e una sicurezza senza pari. Sempre attento.
Tommaselli 6 Si perde qualche volta Chiadò Cutin in scatto, per il resto non commette errori.
Caponnetto 6 Sul gol di Bertaglia non rinvia efficacemente. Si riprende alla grande nel corso della gara, con buoni cross e tanta presenza in fascia.
Bertini 6 L’infortunio ne limita una partita che stava decollando. 34′ Provenzano 6.5 Ottimi inserimenti senza palla, che non danno punti di riferimento alla difesa biancazzurri.
Pistillo 6.5 Grande prova a tutto tondo. Le sue scorribande davanti fanno male.
Imperadore 6 Solita sicurezza dietro. Non è quasi mai chiamato agli straordinari.
Frigato 5.5 Manca la sua spinta a destra. Ha anche una buona palla gol davanti a Tedesco ma non la sfrutta.
Lopopolo 6.5 Nel secondo tempo si tinge la faccia in segno di guerra e non fa passare più nulla. The Wall.
De Martiis 6 Il gol arriva, ma viziato da una deviazione. Dopo la rete ha almeno altre cinque chance non sfruttate, che avrebbero potuto pesare sul risultato finale. Buon per lui che non è stato così.
Andrei 6 Un po’ di nervosismo nel finale, ma la sua prova è comunque solida.
Pacchiardo 6.5 Si riscatta dopo un primo tempo insofferente. Gran gol da giocatore d’area di rigore.

Volpiano
Volpiano

PAGELLE VOLPIANO
All. Lapiccirella 6.5 Qualche occasione ghiotta nel primo tempo. Nella ripresa le foxes calano vistosamente.
Tedesco 6 Attento nelle uscite, beffato dalla deviazione nel primo gol.
Gagliano 6.5 Nel primo tempo limita egregiamente Pacchiardo. Ci mette sempre grinta.
Lo Schirico 6 Frigato non gli crea grossi pericoli. Servirebbe più spinta in avanti. 28′ st Bergamini 6 Pochi minuti di puro agonismo, a volte anche troppo.
Pepe 6.5 Può poco nei duelli aerei contro De Martiis, ma nelle incursioni regge sempre alla grande. In posizione.
Bertaglia 7 Gol da opportunista che mette la ciliegina sulla torta su una grande partita. Metronomo.
Grandini 6 Bene sulle palle alte contro due torri come De Martiis e Pacchiardo.
Lauritano S. 6 Ha grinta da vendere, ma rischia troppe volte l’ammonizione.
Quaresima 6.5 Si muove bene a centrocampo, andando a dar fastidio a chiunque passasse di lì.
Chiadò Cutin 6.5 La capigliatura sgargiante lo rende facilmente visibile dai difensori, ma ciononostante va vicino al gol. Traversa infausta.
Gribaldo 6.5 Duetta bene con Chiadò Cutin. 22′ st Centracchio 6 Qualche discesa in avanti sulla sinistra.
Erriquez 6.5 Sguscia via ai difensori biancazzurri più di una volta.

 

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli