6 Luglio 2020 - 01:58:12

Borgaro – Alpignano Under 19: Borgaro forza 4: Alpignano spedito a -7

Le più lette

Benvenuti su #Calciocultura, la rubrica sul lato culturale del calcio

In questa nuovo spazio di Sprint e Sport ci divertiremo a darvi una visione diversa del calcio: non giocato,...

Rapid Torino, Alessio Ragazzoni è il nuovo allenatore

Era solo questione di tempo: dopo aver dato in anteprima la notizia della trattativa in fase avanzata, il Rapid...

Verbano Eccellenza, Picozzi il primo arrivo. Rebus in attacco: via Doria e Dervishi, Caldirola cosa fa?

Cambia il timoniere ma non la filosofia del Verbano che, anche nel 2020/21, si annuncia tra le sicure protagoniste...

Una vera e propria prova di forza. Il Borgaro di Andrea Mantegari domina l’attesissimo big match con l’Alpignano di Michele Ricco, rifilando un sonoro 4-0 ai biancazzurri che non ammette repliche. Padroni di casa che hanno aggredito la partita fin dalle prime battute, sbloccando subito la gara e sferrando un uno-due da ko ad inizio ripresa, per poi chiudere tutti i varchi grazie a una prestazione superlativa di tutto il pacchetto difensivo, guidato da un Valerio Guelfo in versione extralusso. Prima sconfitta stagionale per l’Alpignano, pesante sia per il morale che per la classifica, con i biancazzurri che scivolano a -7 dalla vetta e vengono agganciati al 2° posto dal Venaria di Emanuel Urbano; urge ritrovare lo smalto giusto per il prossimo difficile impegno con la Pro Eureka di Alessio Billia.

LA PARTITA   I padroni di casa, come detto, partono a spron battuto: Mameli dopo neanche 20 secondi prova ‘eurogol dai 25 metri non andando lontano dallo specchio della porta. Al 5’ prova ad emularlo Zunino, ma la sua bordata da fuori di sinistro viene spedita in angolo da un reattivo Zilli. Al 13’ però il portierone biancazurro non può nulla, quando su calcio d’angolo battuto da Zunino, la sua difesa lascia completamente libero Cappetta, a cui non resta che incornare in rete dal limite dell’area piccola il gol del vantaggio. Le combinazioni tra Zunino, Schiavone e Molfetta mandano ripetutamente in tilt il centrocampo dell’Alpignano, con Cammisa e Imperadore costretti agli straordinari per arginare tutte le ondate dei padroni di casa. Con un Frigato spento e anticipato costantemente da Guelfo, le uniche speranze ospiti ricadono sugli strappi di Pacchiardo, l’unico a costruirsi una palla gol degna di questo nome, su cui però Dosio risponde presente respingendo di piede. Il primo tempo va così in archivio, e chi nella ripresa si aspettava una reazione da parte dell’Alpignano, sarà rimasto sicuramente più che deluso. Il Borgaro infatti ha ben altri piani e chiude virtualmente la partita già nei primi 3 minuti: dopo neanche un minuto è Schiavone a segnare di testa su assist dello scatenato Guelfo, mentre al 3’ Cappetta si gira in area e calcia trovando una deviazione che mette fuori causa Zilli, che può solo osservare la sfera finire sui piedi di Mameli che segna a porta vuota il gol del 3-0. È un uno-due tremendo che stenderebbe chiunque, e non a caso gli ospiti faticano a trovare le energie giuste per provare a ribaltare un pomeriggio storto. Come accaduto nella prima frazione, è Pacchiardo l’unico, anche se a sprazzi, ad accendere la luce, ma deve sbattere nuovamente contro un ottimo Dosio, autore di un ottimo intervento su una staffilata dal limite del numero 11 biancazzurro. Anche un frizzante Andrei, entrato per uno spento Parretta, non riesce a rivitalizzare i suoi, che capitolano definitivamente quando al 17’ Caponnetto si fa espellere ingenuamente per proteste. Ciliegina sulla torta per il Borgaro, il 4-0 firmato ancora da Cappetta che sfrutta una geniale sponda di Molfetta su angolo ancora di Zunino e sigilla il meritato successo. Borgaro che vola così a +7 su Alpignano e Venaria (vittorioso per 2-0 sul Lascaris) e rimane l’unica squadra ancora imbattuta del girone.

IL TABELLINO DI BORGARO – ALPIGNANO UNDER 19

BORGARO-ALPIGNANO 4-0
RETI: 13′ Cappetta (B), 1′ st Schiavone (B), 3′ st Mameli[02] (B), 13′ st Cappetta (B).
AMMONITO: 31′ Parretta[01] (A).
ESPULSI: 17′ st Caponnetto (A).
ARBITRO: Luigi Locapo di Torino  7 Dirige ottimamente una gara che poteva diventare spigolosa. Sempre al posto giusto.

BORGARO
All. Mantegari 8 Domina l’atteso big match.

Valerio Guelfo
Valerio Guelfo, MVP

Dosio 6.5 Bell’intervento su una bordata di Pacchiardo.
Tonini 7 Ditero non sbaglia quasi nulla e si propone in avanti.
Guelfo 8 Partitona del classe ’02: disinnesca Frigato e regala l’assist per Schiavone.
Cantella 6 Lucido in cabina di regia, bada al sodo.
Grec 7 Insieme a Leccese chiude tutti i buchi. 31′ st Gigliotti sv
Leccese 7.5 Dalle sue parti non si passa, dominatore incontrastato dell’area di rigore.
Schiavone 7 Inizia la ripresa e timbra subito di testa.
Mameli 6.5 Segna il gol che chiude virtualmente la gara. 24′ st Gavazzi 6 Diligente.
Molfetta 7 Fa a sportellate facendo valere la sua prestanza atletica. 17′ st Cavestro 6 Si crea un paio di chances per segnare.
Zunino 7 Tanta qualità come sempre, senza perdere lucidità. 37′ st Ballone sv
Cappetta 7.5 Doppietta da rapace vero, il palo gli nega la tripletta. 29′ st Pellegrino 6 Concentrato.
Dir: Migliorini-Muzzupappa.

L’Alpignano di Michele Ricco

ALPIGNANO
All. Ricco 5 Non riesce a dare la scossa ai suoi.
Zilli 6.5 Evita un passivo anche peggiore, soliti riflessi da gatto.
Tommaselli 6 Uno dei pochi a provare qualche sortita offensiva.
Caponnetto 4.5 Giornata no: nervoso e poco lucido. Si becca il rosso per proteste.
Bertini 6 Gli spazi per impostare ce li ha, ma non sempre riesce a a verticalizzare per i compagni.
Cammisa 6.5 Prova a tenere su la baracca finchè può.
Imperadore 6 Un paio di ottime chiusure nel primo tempo. 12′ st Pistillo 6 Prova qualche lancio.
Frigato 5 Guelfo lo argina in ogni azione, impedendogli di galoppare sulla fascia. 24′ st Balduzzi 6 Limita i danni.
Parretta 5 Primo tempo da incubo, leggermente meglio nella ripresa.
De Martiis 5.5 Troppo fumoso, aspetta troppo per scaricare il pallone. 31′ st Paparella sv
Femia 5 Non regge l’urto del centrocampo gialloblù. 8′ st Andrei 6.5 Con lui è un’altra musica, forse avrebbe dovuto giocare dall’inizio.
Pacchiardo 6.5 L’unico ad impensierire Dosio. 31′ st Piumatti sv
Dir: Amore-D’Intrano.

Le parole a fine partita di Andrea Mantegari, tecnico del Borgaro

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli