12 Agosto 2020 - 15:02:42

Bulè Bellinzago – Città di Cossato Under 19: Brutto finale, ma la bella partita resta. Mani in faccia in tribuna e muso a muso in campo

Le più lette

Novità dall’ultimo DPCM: Via libera agli allenamenti e competizioni a porte aperte per i dilettanti dall’1 settembre

La comunicazione più attesa alla fine è arrivata, in attesa di capire se tra le righe ci sono delle...

Castellazzo, Nobili al posto di Adamo in panchina

D'un tratto il Castellazzo diventa l'ultima panchina di Eccellenza a registrare uno scossone. Dopo due anni la strada di...

Rivoli: Granieri vince il ricorso e torna presidente, Scozzaro out

Se non vi siete portati il romanzo da ombrellone in spiaggia, potete facilmente rileggere l’anno tormentato del Rivoli del...

Una bella partita, maschia ma sempre corretta, che consegna i tre punti al Città di Cossato, si conclude con un signore che prende per il collo una persona anziana in tribuna. Peccato. Ad accendere la miccia, stando alle accuse dei padroni di casa, una parola di troppo, un vaffa, del tecnico ospite Marangoni, all’indirizzo di Jammeh reo di non essersi fermato in tempo su un’uscita tempestiva del portiere Dondero. Gli insulti all’arbitro, i giocatori muso a muso e gli allenatori che si lanciano occhiatacce, mette in secondo piano ma non cancellano comunque la bella prova di Bulè Bellinzago e Città di Cossato. Una partita che mostra quanto lavoro ci sia dietro il Bellinzago, squadra capace di giocarsela contro chiunque, ma che pecca di cinismo sotto porta. Qualità che invece non manca al Cossato, ancora una volta formazione compatta e ostica da affrontare, e che si dimostra seconda forza del girone.

Ospiti che partono guardinghi controllando le offensive dei padroni di casa: dopo dieci minuti la punizione di Bellan pesca la testa di Campra, che però spizza solamente e non centra lo specchio. Si vede il Cossato in attacco: da un angolo di Salgarella nasce una buona occasione per Nocella che batte al volo ma spedisce alto. Il tridente molto mobile del Bellinzago crea qualche grattacapo alla difesa cossatese, ma il reparto si conferma collaudato. Al 26’ ci prova ancora il Bulè Bellinzago su palla inattiva, questa volta con una punizione di Campra, che però finisce sul fondo non di molto. Poco prima della fine del primo tempo i gialloblù hanno un’altra punizione dai 20 metri, che stavolta viene battuta da Rossi; Dondero non si fa beffare sul proprio palo e respinge bene. Sembra inevitabile il rientro negli spogliatoi sullo 0-0 ma Castaldelli ha altri piani: ancora un angolo di Salgarella, questa volta per il suo numero, lasciato colpevolmente solo dai difensori del Bellinzago; il colpo di testa viene respinto poco oltre la linea di porta e l’arbitro decreta il gol per gli ospiti, che possono andare all’intervallo con il morale alle stelle.

La buona lena dei padroni di casa si fa vedere anche in avvio di ripresa, e dopo qualche secondo i tifosi protestano per un presunto tocco con il braccio del Cossato su tiro ravvicinato di Maizza. Il direttore di gara però non ravvisa nulla. Continua a premere il Bellinzago che al quarto d’ora vanno vicinissimi al pareggio, ma la conclusione ravvicinata di Zanola viene ribattuta. E come le grandi squadre, gli ospiti traggono forza dai momenti di crisi, e spengono sul nascere le aspirazioni di pareggio novaresi: Badan ha una prateria per correre sulla destra, arriva in fondo dopo aver dribblato Bellan e mette in mezzo un gran pallone per Morgillo; l’attaccante anticipa il movimento e brucia il suo diretto marcatore, riuscendo anche ad arrivare in sciolata sul pallone a mezza altezza, scaraventandolo in porta. Esplode la gioia sugli spalti. Il Bulè Bellinzago perde forza e gamba, l’impegno infrasettimanale con il Trino comincia a farsi sentire. I cambi aiutano poco per Verri e i suoi e la gara scivola via.

La festa degli ospiti viene però rovinata a pochi secondi dalla fine, quando Jammeh commette un fallo evitabile su Dondero, che tuttavia si scusa subito. Dalla panchina del Cossato si accendono le proteste, la tensione sale, e negli spogliatoi si sentono le due versioni dell’accaduto, con gli addetti ai lavori del Bellinzago che accusano Marangoni di aver acceso i toni e lo stesso tecnico che si difende.

Il tabellino du Bulè Bellinzago – Città di Cossato Under 19

BULÈ BELLINZAGO-CITTÀ DI COSSATO 0-2
RETI: 45′ Castaldelli (C), 19′ st Morgillo (C).
BULÈ BELLINZAGO (4-3-3): Hryshko 6, Bamba 6.5, Bellan 6.5, Maizza 6 (25′ st Basilicata 5.5), De Felici 5.5 (26′ st Leggio 6), Zanola 6 (21′ st Apostolo 6), Campra 6.5, Binacchi 5.5 (32′ st Peccetti sv), Trogu D. 6 (29′ st D’Elia 6), Rossi 6.5, Jammeh 6.5. A disp. Benedetti, Russillo, Vaschi, Riccardi. All. Verri.
CITTÀ DI COSSATO (4-3-3): Dondero 6.5, Brandi 5.5 (9′ st Magnani 6), Manzotti 6, Calvo 6.5 (22′ st Alberto 6), Dibenedetto 6, Masserano 6, Nocella 6 (29′ st Bouksim 6.5), Salgarella 6.5, Morgillo 7.5 (26′ st Merlano 6), Castaldelli 7 (20′ st Bassi 6.5), Badan 7. A disp. Faccin, Tigrino. All. Marangoni. Dir. Siviero.
ARBITRO: Genovese di Novara 7.

Le pagelle du Bulè Bellinzago – Città di Cossato Under 19

Bulè Bellinzago
All. Verri 6 Solito copione. Gioco senza risultati.
Hryshko 6 Sui due gol non può farci nulla. In generale non si sporca troppo i guantoni.
Bamba 6.5 Sale di colpi con il tempo e mette il fisico contro qualunque avversario.
Bellan 6.5 Per larghi tratti funziona la corsia sinistra con Campra e Jammeh.
Maizza 6 Si nasconde spesso e volentieri in mezzo al campo, non favorendo il gioco. 25′ st Basilicata 5.5 Ingresso spento.
De Felici 5.5 Prima dell’infortunio sbaglia un paio di piazzamenti. 26′ st Leggio 6 Non entra nei meccanismi di gioco.
Zanola 6 Meglio del compagno di reparto in copertura. 21′ st Apostolo 6 Quando ha la possibilità non sfonda come potrebbe.
Campra 6.5 Uno dei più frizzanti. Spazia sul fronte offensivo.
Binacchi 5.5 Non crea trame di gioco. 32′ st Peccetti sv
Trogu D. 6 Il meno in palla davanti. 29′ st D’Elia 6 Minuti di sostanza.
Rossi 6.5 Bene in cabina di regia.
Jammeh 6.5 Freccia con la palla.
A disp: Benedetti, Russillo, Vaschi, Riccardi.
Città di Cossato
All. Marangoni 7 Cinismo e compattezza al potere.
Dondero 6.5 Sempre sicuro, sventa diverse punizioni.
Brandi 5.5 Va in affanno grazie al pressing degli attaccanti avversari. 9′ st Magnani 6 Attento ad assolvere i suoi compiti.
Manzotti 6 Parte alla grande, ma cede fisicamente.
Calvo 6.5 In regia i palloni sono tutti suoi. 22′ st Alberto 6 Non sfigura anche sotto pressione.
Dibenedetto 6 Riesce a contenere le avanzate del trio gialloblù.
Masserano 6 Fa sentire il fisico sulle palle aeree.
Nocella 6 Inneggiato dai sostenitori, fa vedere sprazzi di talento. 29′ st Bouksim 6.5 Si mette in luce con discese in fascia.
Salgarella 6.5 Buoni corner, e tanti palloni importanti giocati.
Morgillo 7.5 Gol da punta vera in scivolata. Sempre pericoloso in area. 26′ st Merlano 6 Ingabbiato tra i difensori del Bellinzago.
Castaldelli 7 Lasciato libero sull’angolo, ne approfitta. 20′ st Bassi 6.5 Attivo a centrocampo.
Badan 7 Assist fantastico per Morgillo che vale l’intera partita.
A disp: Faccin, Tigrino.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli