Ciriè Under 19
Il Ciriè di Luigi Iovino conquista 3 punti fondamentali in ottica salvezza

Un rigore di Gallone in apertura di match e una rete di La Marca a recupero inoltrato proiettano il Ciriè di Luigi Iovino nelle zone nobili della classifica, a soli tre punti dal 4° posto occupato da Vda Charvensod e Lascaris, appaiate a quota 14 punti. Il Sanmauro di Pietro Canella gioca una gara gagliarda, soprattutto nella ripresa, ma non riesce a sfondare il muro nerazzurro. La classifica rimane impietosa per i gialloblù, sempre fanalino di coda, ma di segnali positivi in questo scontro diretto ce ne sono stati non pochi.

Certo l’inizio non è dei migliori per gli ospiti, dopo soli 5 minuti l’arbitro vede un braccio largo di Cricca in area e lo considera punibile con il calcio di rigore: dal dischetto si presenta Gallone, la cui traiettoria viene solamente deviata da Baiamonte prima di finire in rete per il vantaggio del Ciriè. Al 12′ potrebbero raddoppiare subito i padroni di casa, ma il colpo di testa di Vai su cross di Chiarle termina di poco a lato. I tre trequartisti gialloblù si scambiano di continuo posizione, creando qualche grattacapo alla retroguardia del Ciriè. E al 19′ è invece clamorosa l’occasione per pareggiare per il Sanmauro: Elia dalle retrovie trova con un geniale pallone in profondità Corapi, che scappa a Geninatti e si invola tutto solo verso la porta, salvo poi vedersi respingere il tiro dal piede destro di Fantini, il cui intervento risulta salvifico. Al 31′ altro grande intervento di Fantini, stavolta bravo ad uscire tempestivamente su Rocci lanciato da Cirulli. Al 37′ è invece il portiere ospite Baiamonte a prendersi la scena, quando prima devia sul palo una conclusione ravvicinata di Mattana, per poi respingere miracolosamente il tap-in a colpo sicuro di Mameo. Ripresa che vede il Sanmauro più convinto, desideroso di trovare punti che sarebbero ossigeno puro in ottica salvezza. È Carlo Fiandaca ad ergersi a trascinatore dei suoi, sfiorando due volte il pareggio con due bordate da fuori ad inizio secondo tempo. Purtroppo per gli ospiti, il forcing finale non produce occasioni nitide, e all’ultimo minuto arriva invece il definitivo raddoppio nerazzurro. Con il Sanmauro tutto riversato in avanti, i due subentrati Cardile e La Marca partono in contropiede tutti soli contro Baiamonte: molto altruista Cardile nel puntare il portiere gialloblù per poi servire a La Marca il più ghiotto dei palloni, che il classe 2001 può solo spingere in rete, mettendo la parola fine alla contesa.

IL TABELLINO DI CIRIÈ – SANMAURO UNDER 19

CIRIÈ-SANMAURO 2-0
RETI: 5′ rig. Gallone (C), 47′ st La Marca (C).

CIRIÈ (4-3-3): Fantini 7, Mameo 6.5, Corrado 6, Vai 7, Gallone 6.5 (42′ Castellano 6), Geninatti 7, Cigna 5.5 (10′ st Pasquali 5.5), Mattana 6.5 (19′ st Gervasi 6), Nardella 6.5 (33′ st Cardile 6.5), Chiarle 6, Carelli 6.5 (21′ st La Marca 6.5). A disp. Finessi, Di Meo, Rinaldo, Rossin. All. Iovino 7

SANMAURO (4-2-3-1): Baiamonte 7.5, Elia 6.5 (20′ st Menegaldo 6), Macaluso 5.5 (2′ st Ramili 6), D’Avenia 7, Cricca 5.5, Tudose 6, Corapi 5.5, Suzuki 6, Cirulli 5.5 (44′ st Siluè sv), Rocci 6, Fiandaca C. 6.5. A disp. Conzato, Lipani. All. Canella 6

AMMONITI: 5′ Cricca (S), 36′ D’Avenia (S), 40′ Fiandaca (S), 49’st Pasquali (C), 49’st Baiamonte (S).

ARBITRO: Rossetti di Collegno 7 Gestione giusta dei cartellini, bravo a non farsi condizionare dalle continue proteste del pubblico ospite.

PAGELLE CIRIÈ
All. Iovino 7 Grande soddisfazione la ritrovata solidità difensiva. 3 punti chiave in ottica salvezza.
Fantini 7 Decisivo nel ribattere di piedi la conclusione di Corapi.
Mameo 6.5 Le sue continue proiezioni offensive sono una spina nel fianco della difesa gialloblù.
Corrado 6 Si limita a compiti difensivi, portando a casa la pagnotta.
Vai 7 Gioca una ripresa fenomenale, dominando letteralmente sui palloni aerei.
Gallone 6.5 Freddo nel trasformare il calcio di rigore che apre la gara. 42′ Castellano sv
Geninatti 7 Insieme a Vai forma una cerniera impenetrabile.
Cigna 5.5 Uno dei meno ispirati dei suoi, non a caso viene sostituito ad inizio ripresa. 10′ st Pasquali 5.5 Troppo nervoso, rischia il rosso per un brutto intervento nel finale.
Mattana 6.5 Baiamonte gli nega la gioia del gol. 19′ st Gervasi 6 Diligente, dentro per sigillare il risultato.
Nardella 6.5 Tantissimo lavoro sporco, determinante nelle pieghe della partita. 33′ st Cardile 6.5 Molto altruista nel servire a La Marca il pallone del 2-0, almeno il 50% del gol è merito suo.
Chiarle 6 Quando esce Mattana la fascia da capitano gli finisce al braccio, e lui si carica la squadra sulle spalle nell’infuocato finale di gara.
Carelli 6.5 Fa venire il mal di testa a Macaluso soprattutto nel primo tempo, creando spesso la superiorità numerica con i suoi guizzi. 21′ st La Marca 6.5 Chiude la gara segnando il più facile dei gol.

Sanmauro Under 19
Il Sanmauro di Pietro Canella al gran completo

PAGELLE SANMAURO
All. Canella 6 Ripresa convincente; urge però trovare punti per uscire dalla zona calda della classifica.
Baiamonte 7.5 Senza i suoi interventi, il passivo sarebbe anche più pesante: Strepitoso il riflesso su Mameo.
Elia 6.5 Manda Corapi in porta con un pallone delizioso, ma il compagno spreca tutto. 20′ st Menegaldo 6 Si piazza sulla fascia e prova a creare pericoli con qualche cross.
Macaluso 5.5 Patisce eccessivamente gli strappi di Carelli e a inizio ripresa viene sostituito. 2′ st Ramli 6 Più in palla rispetto al compagno, facilitato dai minori attacchi nerazzurri nella ripresa.
D’Avenia 7 Autentico tappabuchi, strappa applausi con un paio di chiusure acrobatiche.
Cricca 5.5 Braccio troppo largo punito dall’arbitro in occasione del rigore.
Tudose 6 Prova a creare opportunità partendo dalle retrovie.
Corapi 5.5 Fantini è reattivo, ma poteva fare decisamente meglio nell’occasione del mancato pareggio.
Suzuki 6 Debutto convincente del classe 2002 in mezzo al campo.
Cirulli 5.5 Non riesce mai a trovare il arco giusto per sfondare. 44′ st Siluè sv
Rocci 6 Geninatti si immola su una sua conclusione a botta sicura.
Fiandaca 6.5 Il più propositivo per i gialloblù: sfiora il gol in due occasioni con due bordate da fuori.

Le parole a fine partita di Luigi Iovino e Pietro Canella