aygreville
L'undici iniziale di Claudio Riboni

Questo è un articolo PREMIUM che abbiamo deciso di rendere di libera consultazione per spiegare ai nostri lettori i vantaggi di diventare un abbonato del giornale. Questa partita infatti, per i nostri lettori, è disponibile già la domenica sul sito.

Ha messo la freccia, l’Aygreville, e punta dritto dritto alla salvezza. Il poker rifilato al Gassino a domicilio dice questo, la formazione di Claudio Riboni – appena prese le misure – ha dimostrato di avere le carte in regola per difendere i regionali. Buone individualità – i 2002 Mugione e Girotti, ma anche Laffranc, Vizzardelli, Neyvoz – e una manovra a tratti piacevole, il tutto sfoderato all’ennesima potenza in una ripresa di fuoco. Il Gassino – che sta pagando anche i problemi legati alla prima squadra – ha risposto colpo su colpo nei primi 45’ ma ci ha capito ben poco nella ripresa: troppo molli in fase offensiva, troppo fragili in difesa, per evitare i play out serve qualcosa in più. Pronti via, altalena di emozioni: due gol in tre minuti, Padula deposita in rete il corner di Laffranc dopo il tocco di Pomat; dall’altra parte, Dall’Omo trasforma il rigore concesso per un mani di Platì. Trovato il pari, il Gassino prende coraggio e mette l’Aygreville sulla difensiva: bella giocata di Gagliardi, cross sul secondo palo, Giannini non sorprende Fazio. Son fiammate, da una parte e dall’altra. Valdostani più incisivi, sugli sviluppi di una punizione di Laffranc altro rigore: lo stesso centrocampista insacca. Tesauro e Arieta cercano senza fortuna il tris, mentre Fazio è bravo a tenere i suoi in vantaggio con una doppia parata su Lo Porto e su Gagliardi. 1-2 all’intervallo, la ripresa è quasi senza storia: troppo poco i tentativi di Giannini e Avanti, l’Aygreville sfonda con facilità e gestisce senza troppi patemi. Se Carrera è bravo su Arieta, nulla può sullo scatenato Girotti. Al 18’ l’1-3 di prima intenzione sul gran pallone di Neyvoz, al 29’ il classe 2002 fa tutto da solo, elude i difensori e la mette nell’angolino. Tanti saluti.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE L’INTERVISTA A LAFFRANC E GIROTTI (AYGREVILLE)

Gassino (4-3-1-2)
All. Piconeri 5.5 Bene per 45’, ripresa da dimenticare.
Carrera 6.5 C’era quasi sul rigore, chiude bene lo specchio su Arieta.
Emmanuello 6 Bada a coprire.
19′ st Battistello 5.5 In sofferenza.
Mina 5.5 L’Aygreville sfonda dal suo lato.
1′ st Bava 6 Un paio di discese insidiose, meno bene dietro.
Giannini 6.5 Ha qualcosa in più, brio in mezzo (38′ st Boccuni sv).
Grandini 5.5 Troppi buchi dietro.
Dall’Omo 6 Insidie da piazzato.
Avanti 6.5 L’ultimo a mollare, ci prova anche nella ripresa.
Castellucci 5.5 Va in difficoltà.
Piconeri 6 Ispira le punte, dinamico.
21′ st Ferro 5.5 Poteva poco.
Gagliardi 6.5 Pericolo principale, punta e salta gli avversari.
Lo Porto 5.5 Pochi spunti insidiosi.
12′ st Antonucci 5.5 Non dà la scossa.
A disp. Gallo, Cocozza.
Dirigente: Castellucci.

 

aygreville
Girotti, Neyvoz e Macrì

Aygreville (4-4-2)
All. Riboni 7 Cambi giusti, gran ripresa. Punti pesanti.
Fazio 6.5 Qualche brivido ma anche una gran parata che evita il 2-2.
Padula 7 Attento e letale sottoporta.
32′ st Seferi 6 Controlla.
Tesauro 6.5 Fa bene le due fasi.
24′ st De Fazio 6 Buona guardia.
Laffranc 7.5 Geometrie in mediana, il corner del vantaggio e il 2-1.
Platì 6.5 Cresce durante la gara.
Mugione 7 Appena prende le misure, trasmette sicurezza al reparto.
Chiudinelli 6.5 Utile in fase di non possesso.
7′ st Girotti 8 Gran impatto, fiuto del gol che fa invidia.
Vizzardelli 7 Porta esperienza.
Arieta 7 Fiammate devastanti.
Pomat F. 6.5 Buoni suggerimenti.
17′ st Macrì 6.5 Vivacità al gioco.
Viot 6 Al servizio della squadra.
1′ st Neyvoz 7 Grandi cavalcate, decisivo.
A disp. Shahini, Amato.
Dir: Padula-Mastroianni.

 

gassino
Il Gassino al gran completo