biellese
La Biellese di Enrico Rossi

Per la qualità del gioco espresso, la Biellese e l’Accademia Borgomanero dovrebbero essere lì a lottare entrambe per la vittoria del campionato. Lo stanno facendo i bianconeri, che dopo lunghe settimane hanno dovuto abbandonare il primato solitario lasciandolo nelle mani dei cugini di Cossato. L’Accademia, con la vetta lontana tanti punti, si è presentata in terra laniera e ha dato il meglio di sé, giocandosela per lunghi tratti alla pari: «Lo abbiamo fatto per rispetto della Biellese e per valutare a che punto siamo», ha spiegato Molinaro. Tante occasioni, nessun gol con la Biellese a recriminare di più tra le due. Il palo di Facchetti, il rigore sbagliato da Tiani e tante altre opportunità respinte da un Fornara in giornata di grazia, naturale l’amarezza in casa bianconera. L’Accademia, dal canto suo, ha saputo soffrire a inizio ripresa, per provare poi a piazzare la zampata letale negli ultimi minuti grazie alla freschezza di giocatori come Platini e Milanesi. Partita bellissima, quindi, con due squadre che hanno fatto del gioco palla a terra il loro credo. Botta e risposta in avvio, Facchetti becca il palo mentre dall’altra parte la girata di Colombo è alta. Al 18’ Diankha stende Lanza in area, opportunità ghiotta: Fornara si butta dalla parte giusta e respinge il rigore di Tiani. Ci provano a turno anche Giordani – su gran palla di Pappalardo – e Spatrisano, ma non trovano la via del gol, così come Lanza e Colombo. 0-0 all’intervallo, nella ripresa Biellese d’assalto: Fornara super su Facchetti tra il 5’ e il 9’, l’Accademia stringe i denti ed esce alla distanza. Pappalardo per Platini, che non centra lo specchio; poi è Milanesi a provarci, trovando il salvataggio decisivo di Bagatin. Bagatin che al 37’ troverebbe anche il gol, deviando in rete la punizione di Tiani: il direttore di gara, però, lo annulla tra le proteste bianconere. Negli ultimi minuti – addirittura sette quelli di recupero – Pappalardo show ma niente gol: 0-0, l’Accademia sorride ma a fare festa è solo il Città di Cossato.

La Biellese (4-2-3-1)
All. Rossi 7 Prestazione di spessore. È mancato solo il gol.
Piacenza 6.5 Blocca Pappalardo.
Rossi 6.5 Si accende nella ripresa.
Bagatin 7 Salvataggio sulla linea e quel gol… (45′ st Brunialti sv).
Spatrisano 6.5 Inserimenti e tiri.
34′ st Principato 6 Scompiglio.
Garreffa 7 Alcuni interventi super, soprattutto nella parte finale.
Naamad 6.5 Pronto a mettere la pezza, deviazione su Giordani.
Facchetti 7 Un palo maledetto. Inizio ripresa su ritmi altissimi.
Gila 6.5 Al centro della manovra.
Lanza 6.5 Prende il rigore, lotta.
Tiani 6.5 I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di calciarli. Buona prestazione, testa alta capitano.
Barsotti 7 Scappa e crea pericoli, gioca per la squadra. 25′ st Hadiry 6 Ci prova. A disp. Naim, De Marco, Pairotto, Caneparo, Scaramuzzi.
Dir: Isabelli-Simoni-De Marco.

Accademia Borgomanero (3-4–1-2)
All. Molinaro 7 Squadra di qualità, da primissime posizioni.
Fornara 8 Il rigore e altre parate super. Migliore in campo assoluto.
Bouaziz 6.5 Attento nei primi 45’. 12′ st Milanesi 7 Gran impatto.
Agyei 6.5 Entrambe le fasi. 21′ st Donia 6.5 Gestisce senza affanni.
Monzani 7 La personalità di chi ha assaporato l’Eccellenza, guida la squadra (37′ st Antonioli sv).
Diankha 6.5 Fisicità e tempismo.
Donzelli 6.5 Rischia ma regge.
Pappalardo 7 Scheggia impazzita, svaria su tutto il fronte offensivo.
Granieri 7 Porta palla con eleganza. 31′ st Grillo 6 Entra bene.
Colombo 6.5 Spina nel fianco.
14′ st Platini 6 Crea pericoli.
Giordani 7 Giocate intelligenti e di qualità, sempre insidioso.
Savoini 7 Al posto giusto. A disp. Bronzini, Righi, Gonzino, Kayode.
Dir: De Bei, Righi.

accademia borgomanero
L’Accademia Borgomanero di Molinaro