19 Giugno 2021

Parla Cariolo: dal recupero dopo l’infortunio ad una possibile ripresa dei campionati

Le più lette

Torneo RefugeeTeams: Lodi e Cremona conquistano l’accesso alla fase interregionale nella competizione dedicata ai minori stranieri accolti in Italia

Sabato 12 giugno presso il Campo Sportivo Capra della ASD Laudese, si è disputata la fase regionale Lombardia del...

Azalee-Campomorone Serie C Femminile: Pampolini cala il poker e si prende il quarto posto

Grande vittoria del Campomorone che battendo per 4-1 le Azalee allungano ulteriormente in classifica, conquistando il quarto posto e...

Il Cantello Belfortese cambia volto: è Massimo Miglioli il nuovo direttore sportivo dei biancorossi

Una società che punta su un progetto nuovo ed ambizioso, capace di ridare slancio dopo annate non semplici, ed...

Marco Cariolo, portiere classe 2002 della Juniores del Vanchiglia, era vicino ad un ritorno in campo dopo l’infortunio del 26 ottobre nel riscaldamento prima di Vanchiglia-Lucento; l’emergenza-Covid e la conseguente cessazione dell’attività sportiva, però, ha fatto sì che questo agognato ritorno fosse posticipato: << Peccato, perché per quanto riguarda il recupero procede molto bene. Una settimana prima che si fermasse tutto ero arrivato al punto di poter iniziare a lavorare in campo con esercizi di corsa e cambi di direzione, ma questo stop ha un po’ modificato il percorso; nonostante tutto sto continuando a lavorare in casa con tutti gli strumenti che ho a disposizione per recuperare nel miglior modo possibile in modo da farmi trovare pronto in caso si rincominciasse>>. Lavoro ed esercizi in casa, quindi, per Cariolo, senza dimenticare i compagni di squadra: <<Ci sentiamo molto spesso nella nostra chat di gruppo, sicuramente è un momento molto particolare, però ci manca tanto il campo e il calcio come credo manchi a molte persone; cerchiamo, nel limite del possibile e ognuno con le proprie competenze, di tenerci allenati a casa, bisogna avere pazienza>>. E riguardo una possibile ripresa dei campionati, ecco il pensiero di Cariolo: <<Si tratta di un argomento molto importante è molto discusso in queste settimane, sicuramente la cosa principale è cercare di uscire da questa situazione del tutto. Nel momento in cui questa emergenza finirà, se ci saranno i tempi necessari secondo me si potrebbe finire questa stagione, e mi viene a pensare che come tempo massimo possa essere metà maggio per riuscire a finire entro giugno; era uscita la possibilità di giocare anche a luglio, ma è molto complicato per tanti diversi motivi tra cui contratti assicurazioni…se si riuscisse a farli andare oltre il 30 giugno ci potrebbe stare a patto che finisca tutto entro la prima/seconda settimana di luglio. Sicuramente se si decidesse di annullare la stagione sarebbe una decisione che penalizzerebbe tante società, visto tutto quello che si è investito fino a febbraio (spese per le trasferte, rimborso spese ai giocatori e via dicendo); anche per quanto riguarda le squadre che cercavano di giocarsi qualcosa di importante, mi viene da pensare che chi ambiva alle fasi finali vedrebbe sfumare tutti i suoi sogni. Un’alternativa potrebbe essere quella di procedere direttamente alle fasi finali con play off e play out dando per buone le classifiche attuali, anche se ci sarebbe da discutere perché ci sono squadre con partite in meno rispetto ad altre>>.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli