13 Giugno 2021

Pro Collegno – Alpignano Under 19: colpaccio di Supertino, sistema i conti Merico

Le più lette

Alcione-Sant’Angelo Eccellenza: gli Orange vincono con Lacchini e Scaramuzza e volano in testa alla classifica

L'Alcione fa suo lo scontro diretto col risultato di 3-1 e si porta in testa alla classifica scavalcando Sant'Angelo...

Torinese-Rosta Under 16: Caduti di Superga, incornate di Icardi e Turi, eurogol di Cilenti, la fotogallery

La fotogallery della gara Under 16 Torinese-Rosta, giocata al campo del Lucento per il Torneo Caduti di Superga. Due...

Imperia-Gozzano Serie D: Allegretti risponde a Minasso, Soda riporta i rossoblù in Serie C

Il Gozzano è di nuovo in Serie C! La notizia era ovviamente nell’aria già da un po’, ma mancava...

Pomeriggio ventoso quello che si abbatte sul campo della Pro Collegno, che nella sfida casalinga contro l’Alpignano sa che deve dimostrare il giusto carattere se non vuole sprofondare tra le zolle del campo di gioco. Il campionato è destinato all’avvio – purtroppo ancora a porte chiuse – ed entrambe le squadre sanno che non possono permettersi una falsa partenza.

D’altronde il pareggio accontenta tutte e due le compagini ma al tempo stesso fa riflettere entrambi i tecnici per quello che i ragazzi hanno dimostrato sul campo. Partita rocciosa e fisica quella disputata in quel di Collegno che se da un lato ha dovuto sacrificare una modalità di gioco più azzardata e rischiosa, dall’altra ha però contribuito a mantenere il fiato sospeso fino al triplice fischio del direttore di gara.

LA PARTITA
Il primo tempo si rivelerà essere la sezione di partita più giocata dove entrambe le squadre si scontrano a viso aperto senza nessuna paura di rischiare di fronte all’avversario. Sarà il destino a stabilire dove scorrerà la sfera ed ovviamente i ragazzi in campo sanno come sfruttarlo questo aiuto. Il primo guizzo della gara arriva al 10pt con il numero 10 ospite Riccardo Petullà che con una punizione dai 30 metri mette il primo brivido sulla schiena al portiere rossoblù Francesco Bonnì. Forse l’intenzione di Petullà era quella di un assist in mezzo all’area o forse era davvero intenzionale il tiro, fatto sta che la sfera si frantuma sulla traversa prima di ritornare in campo, facendo trasalire non poco tutti gli spettatori dalla panchina.

Dopo una frazione di gioco che ha visto l’Alpignano sfruttare a dovere le situazioni di non possesso con un intenso pressing – da ricordare il recupero palla al limite dell’area di Roberto Bassignani (in campo con il numero 20) ai danni di uno sprovveduto Stefano Morra – è la squadra di casa a venire meglio fuori dalla propria metà campo. L’esempio più eclatante sarà proprio il gol del vantaggio di Simone Supertino che corona a dovere un assist dalla sinistra di Simone Mericonda, con un mancino rasoterra imprendibile per il portiere ospite Alessandro Tauriello.

Tutto da rifare perciò per i ragazzi di Michele Ricco che nel loro momento di massima espressione del gioco hanno subito lo svantaggio. Una cosa è certa l’Alpignano non molla mai, infatti, la seconda parte del primo tempo sarà culminata da diverse azioni messe in piedi dagli ospiti ed alcune risulteranno a dir poco pericolose. La prima si presenta al 20pt quando Federico Peretto con un assist cinico dalla destra, incalza alla perfezione Kevin Merico che di testa non impatta a dovere il pallone, destinato perciò a spegnarsi sul fondo.

Altra avanzato ospite arriva al 39st quando Peretto viene steso in area da Bonnì: nessun dubbio, rigore per il direttore. Si presenta sul dischetto Mattia Balestra dopo un vivace disputa con Bassignani su chi deve calciare il rigore ed ipnotizzato da Bonnì sbaglia clamorosamente il pareggio. Squadre che rientrano negli spogliatoi, tutto rimandato alla ripresa.

Secondo tempo che vede sempre più propositivo l’Alpignano, ormai sempre più intenzionato a riportare la partita in parità, a discapito di una Pro che fatica a contenere le continue avanzate degli ospiti.

Passano solo dieci minuti e l’Alpignano conquista il suo obiettivo primario: Peretto incalza alla perfezione Merico che di fronte ad un indecisione difensiva di Cannatelli-Di Fiore-Bonnì allunga la sfera in porta con l’ausilio del palo mancino. Situazione che ritorna in parità, partita che si riapre e i giochi sono ancora tutti da definire.

Con il passare dei minuti l’estro ed il gioco di inizio partita andrà via via ad affievolirsi, lasciando spazio alla consueta stanchezza che non viene smossa neanche dai nuovi ingressi. Con la stanchezza si abbassa anche il livello di gioco ed i ragazzi, consapevoli di ciò, iniziano a concentrare la loro partita sulla tattica. Perciò saranno svariate le interruzioni dovute a falli in mezzo al campo, rimesse dal fondo causate da lanci irrilevanti e rimesse laterali eterne e continue.

Non è un caso che proprio in questo frangente di gara si verificano due espulsioni – Peretto per gli ospiti e Supertino per i rossoblù – per interventi irregolari definiti pericolosi dal direttore di gara. Ovviamente le proteste sono state parecchie – sopratutto nel caso di Supertino che non sembrava essere lui il vero artefice del tackle – ma del resto gli interventi fallosi ci sono stati. Partita che si avvia al termine, ma nessuna delle due compagini è davvero intenzionata a spuntarla: da una parte Bassignani tenta il tutto per tutto dopo l’uscita di Merico, mentre, i padroni di casa la provano con l’ingresso di Domenico D’Aloi e Daniele Varca nel reparto offensivo.

Triplice fischio che si concretizza dopo l’infortunio di capitan Alessandro Cutaia, costretto all’uscita anticipata – di qualche minuto – per Federico Agricola. Ultimo guizzo della partita che avviene durante l’uscita dal campo dei giocatori: portiere ospite Tauriello che decide di insultare il direttore di gara per via della sua insufficiente (a suo dire) gestione della partita. In tutto questo rimediando una consueta, oltre che inutile, espulsione.

Prima di campionato che non favorisce nessuna delle due compagini. Se da una parte una giovane ed inesperta Pro Collegno festeggia così il suo primo punto in una competizione regionale, dall’altra fa molto riflettere la prestazione della solida Alpignano sia dentro che fuori dal campo.

LE DICHIARZIONI
«Partita da non sottovalutare quello contro l’Alpignano – commenta a fine gara il tecnico di casa Alessio Tessarinma nel complesso c’è molta soddisfazione. La squadra è giovane ed anche inesperte per quanto riguarda le competizioni regionali, ma ho visto del carattere e di questo ne sono contento. Ottima la fase di non possesso dove abbiamo rischiato ben poco, sappiamo che si può fare ancora meglio ma come primo appuntamento sono contento così».

«Decisamente deluso – si sfoga il tecnico ospite Michele Ricconon tanto per il risultato, quanto per un gioco mai all’altezza delle nostre possibilità. Atteggiamento che non ha rispecchiato quello che ci siamo detti in settimana di partire ai 200 all’ora, di entrare in campo con un certo atteggiamento. Spero che questa sia stata solo una piccola sbavatura perché altrimenti sarebbe un notevole problema dover subire ciò ogni settimana. Una vera e propria partitaccia».

Pro Collegno - Alpignano Under 19
Saluto iniziale dei ragazzi ad un’ipotetica tribuna

TABELLINO PRO COLLEGNO – ALPIGNANO UNDER 19

PRO COLLEGNO-ALPIGNANO 1-1
RETI (1-0, 1-1): 13′ Supertino (P), 13′ st Merico (A).
PRO COLLEGNO (4-5-1): Bonnì 7, Mericonda 6.5, Cannatelli 6.5, Di Fiore 6.5, Supertino 7, Callipari 7 (24′ st Varca 6.5), Morra 6.5, Balboni 7 (45′ st Arrigo sv), Cavallero 6.5 (20′ st D’Aloi 7), Baccouche 6.5 (41′ st Cannizzaro G. sv), Cutaia 6. A disp. Trevisani, Coratella, Grasso, Rosa. All. Tessarin 6.5. Dir. Morra.
ALPIGNANO (4-2-1-3): Tauriello 6, Tommaselli 6, Centinaro 6.5 (39′ st Scrima sv), Bertini 6.5, Imperadore 6.5, Arena 6.5, Merico 7 (30′ st Pio 6.5), Balestra 6, Bassignani 7, Petullà 6 (1′ st Popescu 6.5), Peretto 6.5. A disp. Gaido A., Graniero, Gribaldo, De Zordo, Arduini. All. Ricco 6.5. Dir. Albisetti.
ARBITRO: Passanisi di Torino 6.5. Dirige con cautela – anche se non senza qualche difficoltà – una partita piena di interruzioni.
AMMONITI: 36′ Supertino (P), 44′ Peretto[01] (A), 35′ st Varca (P).
ESPULSI: 27′ st Peretto (A), 37′ st Supertino (P), 45′ st Tauriello (A).

PAGELLE PRO COLLEGNO UNDER 19

Pro Collegno - Alpignano Under 19
Gol ed espulsione all’esordio di campionato per il terzino rossoblù Simone Supertino

4-5-1
All. Tessarin 6.5 Squadra ancora inesperta, ma che sa quello che vuole. Miglioramenti concreti in vista.
Bonnì 7 Urla e smanaccia ai compagni. Para un rigore a Balestra che aveva un po’ ingenuamente concesso, nella ripresa sbaglia sull’uscita di Merico, ma non poteva risolverla più di tanto.
Mericonda 6.5 Sale e scende sulla corsi con tenacia e caparbia. Suo l’assist sul gol di Supertino.
Cannatelli 6.5 Difensore tutto d’un pezzo, solido e roccioso. Ottima prestazione.
Di Fiore 6.5 Merico gli scappa sul gol, ma per il resto completa un’ottima coppia con Cannatelli.
Supertino 7 Pronti, partenza e via ed è già gol. Poi gioca con grinta e chiude ogni avanzata di Peretto. Nella ripresa viene espulso in maniera decisamente ambigua.
Callipari 7 Centrocampista solido e grintoso su ogni palla. Forse un po’ troppo agitato nella ripresa. 24′ st Varca 6.5 Entra e prova a dare più velocità al reparto offensivo. Non combina molto, ma almeno ci prova.
Morra 6.5 Parte un po’ sottotono, ma con il passare dei minuti si prende il ruolo di protagonista a centrocampo.
Balboni 7 Ottimo dialogo con Morra nelle avanzate rossoblù. Aiuta anche in fase di non possesso e sa come gestire un pallone.
Cavallero 6.5 Sempre in sovrapposizione in fase difensiva, ma scattante verso la porta quando la sfera cambia colore. 20′ st D’Aloi 7 sv.
Baccouche 6.5 Forse rimane troppo nascosto tra i difensori ospiti, ma ruba a dovere l’uomo sul gol di Supertino. 41′ st Cannizzaro G. sv
Cutaia 6 Forse non è la sua giornata. Molti palloni sprecati, altrettanti finiti in fallo laterale. Esce anticipatamente per un infortunio. 45′ st Arrigo sv
Dir: Morra.

PAGELLE ALPIGNANO UNDER 19

Pro Collegno - Alpignano Under 19
Anima e cuore per il centroavanti ospite Roberto Bassignani

4-2-1-3
All. Ricco 6.5 Delude le aspettative, ma almeno è la prima di campionato. Punticino che fa comodo, ma non accomoda.
Tauriello 6 Per il resto non gioca neanche male, se non fosse che a partita conclusa non abbia deciso di ricoprire di insulti il direttore di gara che, come di consueto, lo ha squalificato.
Tommaselli 6 Non troppo in giornata. Gestione della palla insufficiente e colpito in faccia per ben due volte.
Centinaro 6.5 Fino alla fine crede nel vantaggio. Nonostante la stanchezza non perde mai lo spirito. 39′ st Scrima sv
Bertini 6.5 Si piazza davanti alla difesa e gestisce meticolosamente ogni pallone.
Imperadore 6.5 Insieme ad Arena riesce a contenere a dovere Baccouche e Cutaia.
Arena 6.5 Nulla da rimproverare anche se sul gol subito lascia Supertino libero di calciare a rete.
Merico 7 Sfrutta un’incomprensione difensiva e rimette in parità la gara. Fondamentale per la squadra, anche se non troppo soddisfatto della sostituzione. 30′ st Pio 6.5 Prova a dare man forte alla squadra in un momento molto delicato.
Balestra 6 Assente in mezzo al campo e rigore sbagliato. Non troppo bene come inizio stagione.
Bassignani 7 Fisico imponente annesso ad una tenacia infinita. Questo ragazzo non molla mai, peccato per il gol mancato.
Petullà 6 Gioca un tempo solo e non si vede per nulla, se non per la traversa iniziale. 1′ st Popescu 6.5 Fa compagnia a Imperadore in difesa e garantisce una certa solidità.
Peretto 6.5 Assist per Merico che gli consente il pareggio, poi espulso per doppia ammonizione.
Dir: Albisetti.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli