1 Ottobre 2020 - 21:46:09
sprint-logo

Under 19 Regionali: altra sentenza Lucento vs Gerardi-Vittorioso; dimissioni Fusseini: «Giocava chi investe»

Le più lette

Club Milano – Uboldese Under 19: Di Buduo raccoglie i frutti dell’estate e vola

Due squadre con obiettivi opposti si affrontano nella prima giornata del girone A dell’under 19 regionale: L’uboldese si presenta...

Accademia Bustese-Arluno Under 19: Pasetto superstar, Fittipaldi parte col piede giusto

L’Accademia Bustese mette in saccoccia i primi tre punti stagionali battendo un ostico Arluno. Per la formazione ospite tante...

Monza-Udinese Under 17: esordio da sogno per i biancorossi, Cereghini fa gioire Lasalandra

Nel finale il Monza ottiene 3 punti alla prima giornata di campionato contro l’Udinese, grazie al gol che porta...
Roberto Bucci
Roberto Bucci
"Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio"

Da titolare nell’ultima finale Regionale Juniores con il Fossano a “scomodo prigioniero” in casa Lucento, da giovane promessa a caso spinoso che dura ormai da mesi. Paradossale la vicenda di Matteo Gerardi, 11 presenze da titolare e una rete in Eccellenza la scorsa stagione, ma anche quella di Simone Vittorioso, entrambi 2001 e in costante braccio di ferro con il Lucento da quest’estate, quando in sede di mercato i due calciatori avevano chiesto di poter essere ceduti. La questione delle “firme apocrife” è arrivata fino al Tribunale Federale Nazionale, sezione Tesseramenti, che in seguito alla riunione dello scorso 27 novembre a Roma ha emesso la sentenza che dà ragione alla società rossoblù. Il Tribunale ha dichiarato inammissibili i ricorsi di Gerardi e Vittorioso che chiedevano lo svincolo dal Lucento, per apocrifia delle firme da parte di uno dei due genitori sul modulo del tesseramento. Potrebbe però non finire qui la battaglia tra la società di corso Lombardia e i due calciatori, costretti a stare lontano dai campi fin dalla scorsa stagione: verrà fissata una nuova udienza a Torino per discutere del caso.

FUSSEINI SI DIMETTE
– Terremoto improvviso in casa Collegno Paradiso: dopo aver lasciato la panchina della prima squadra, Abdullah Fusseini si dimette anche dal ruolo di tecnico dell’Under 19 dei nerazzurri, per motivi che vanno ben oltre il calcio giocato. L’ormai ex allenatore collegnese commenta così la sua scelta: «Ho deciso di andare via da Collegno perché purtroppo non c’era più il giusto clima per fare calcio. Da quando faccio l’allenatore io ho sempre guardato ciò che viene espresso in campo durante la settimana di allenamenti, invece c’è la tendenza a favorire chi “investe” più soldi nella società. Se dai piani alti ti obbligano a far giocare calciatori che non meritano non mi sta più bene; per me il calcio deve essere reale, non posso limitare certi ragazzi che mi dimostrano tanta qualità durante la settimana. Sono davvero dispiaciuto, avevo ancora molto da dare ai miei ragazzi e di conseguenza loro potevano dare ancora molto a me, ma ho dovuto prendere questa scelta per conservare la mia serenità e restare coerente con l’idea di calcio su cui mi sono sempre basato».

Roberto Bucci – Daniele Moccia

QUESTO E ALTRI APPROFONDIMENTI LI TROVI NEL GIORNALE DI OGGI IN EDICOLA E NELLA NOSTRA EDICOLA DIGITALE

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli