festa Venaria Under 19
Capitan Campanella alza la Coppa Piemonte e festeggia con i suoi compagni

Il “triplete” arancioverde è realtà! La vittoria per 1-0 del Venaria sul Castellazzo nella finale di Coppa Piemonte (categoria Under 19) regala ai ragazzi di Emanuel Urbano la classica ciliegina su questa torta fantastica che è stata la loro stagione. Capitan Campanella e compagni, sempre affamati di vittorie, dopo aver vinto il girone dei Provinciali e il triangolare per l’assegnazione del titolo di Torino, si sono presentati carichi a molla e hanno cominciato a spingere sull’acceleratore fin dai primissimi secondi di gioco, mettendo spalle al muro un comunque ottimo Castellazzo. La formazione di Maurizio Nani ha reagito come solo i grandi sanno fare e ha provato a riportare la gara in parità, ma la difesa del Venaria si è dimostrata ancora una volta un muro quasi invalicabile. Partenza con il botto per gli arancioverdi, dopo un minuto è Di Bari a sfiorare il vantaggio con una sforbiciata in area piccola, trovando sulla sua strada un reattivo Galardini. Al 3’ arriva il vantaggio: Nicoletti si invola sulla sinistra e scarica un bolide da fuori area su cui Galardini può poco, facendo esplodere i tanti calorosi tifosi venuti fino a Casale a sostenere i loro beniamini. Continuano a spingere gli Urbano’s Boys e al 17’ ancora Nicoletti centra la traversa con un bel pallonetto. Il Castellazzo barcolla, ma ci pensa l’mvp della finale Marco Galardini a tenere in vita i suoi con prodigiosi interventi: il primo al 39’ uscendo bene su Nicoletti, servito da Di Bari con una geniale sponda di petto. Al 45’ il primo vero squillo dei biancoverdi, quando i ragazzi di Nani chiedono il rigore per un contatto in area arancioverde tra Pipicella ed El Berd. L’inizio della ripresa vede il Castellazzo più convinto: al 4’ il neoentrato Milazzo trova un salvifico Pipicella sulla sua strada, mentre al 13’ Viscomi calcia alto su una palla magnifica di Possenti. Un minuto dopo altro filtrante immaginifico di Possenti per Milazzo, che però da due passi calcia alto; al 26’ poi altro bell’intervento di Nicola su tiro-cross di Puglisi. Il risveglio del Venaria avviene al 29’, quando Furcas vola sulla destra, salta Sellitto e serve un pallone che Nicoletti deve solo spingere in porta, ma è sensazionale il salvataggio di Puglisi a togliere le castagne dal fuoco. Al 34’ l’episodio che può chiudere il match: Di Bari viene abbattuto in area da Magnetti e si presenta sul dischetto, ma Galardini è un gatto e respinge distendendosi sulla sua sinistra, per poi compiere un altro miracolo su Nicoletti lanciato a rete pochi minuti dopo. All’ultimo respiro i biancoverdi potrebbero pareggiare, ma è ancora Pipicella a levare dallo specchio della porta un tiro di Viscomi. Dopo 5 minuti di recupero si chiude la contesa e il Venaria può festeggiare la vittoria della Coppa, a coronamento di una stagione che difficilmente i tifosi arancioverdi dimenticheranno.

VENARIA-CASTELLAZZO 1-0

RETE: 3′ Nicoletti.

VENARIA (4-3-3): Nicola 7.5, Barcelos 7, Finetti 7 (36′ st Cella 6.5), Campanella 9, Pipicella 8.5, Haj Ahmed 9, Furcas 8 (42′ st Boutamra sv), Vivarelli 7, Di Bari 8, Nicoletti 8, Scripcaru 7 (24′ st Consoli 6.5). A disp. Campanella F., Tassone, Coppola. All. Urbano 10. Dir. Cella.

CASTELLAZZO (4-2-3-1): Galardini 9, Puglisi 8, Schifino 6.5 (1′ st Milazzo 7), Possenti 8 (20′ st Laiolo Mat. 6.5), Magnetti 6, Benabid 6.5, Tuoro 7 (40′ st Pelizza sv), Viscomi[98] 7.5, Haouzy 6.5, El Berd 7 (30′ st Manfrin Ed. 6.5), Sellitto 7 (31′ st Abate 6.5). A disp. Bellu, Gardin, Ulderici, Manieri. All. Nani 8.

AMMONITI: 34′ Scripcaru, 41′ st Magnetti, 49′ st Benabid.

ARBITRO: Loiodice di Collegno 6.5 (Caldarola di Asti-Tuccillo di Pinerolo): Bene, anche se un po’ permissivo.

Clicca qui per ascoltare le interviste post partita: qrfy.eu/5xm

In edicola e nello store digitale trovi le pagelle e le foto dei protagonisti