Marco Di Bari
Marco Di Bari, bomber classe '99 autore di una favolosa tripletta

Benvenuti al Luna Park di Venaria! Un vero proprio show quello offerto da Venaria e Juve Domo, lotta senza quartiere e altalena continua di emozioni. Il 4-4 finale fa gioire il Venaria, atteso ora dal Castellazzo in quella che promette di essere un’infuocata finale. I granata, consci che solo una partenza sprint possa dare speranze di passaggio del turno, partono in quarta e al 13’ trovano subito il vantaggio con Jerich, che elude la marcatura di Campanella e scarica un destro secco sotto la traversa. Il Venaria barcolla ma non crolla, riordina le idee e comincia a macinare gioco, trovando il pareggio al 34’: grande uno-due tra Di Bari e Furcas, con questo’ultimo che entra in area e viene steso da Bleve in uscita. Sul dischetto si presenta Di Bari, Bleve tocca ma non basta, è 1-1. La ripresa è decisamente per cuori forti. Al 7’ il Venaria passa in vantaggio: lancio millimetrico di Pipicella, elegante controllo a seguire con il tacco di Di Bari, che si presenta in area e con un destro chirurgico batte Bleve. Potrebbe essere un colpo da ko per i granata, che invece in 5 minuti di furia agonistica ribaltano il risultato e si portano davanti. Al 17’ è Akhtiankin a trovare il pareggio su geniale assist di Jerich. Un minuto dopo clamorosa occasione per Di Bari, il quale, servito bene da Boutamra, si mangia un gol non da lui calciando alto completamente solo davanti a Bleve. E al 21’ ecco puntuale il nuovo vantaggio degli ospiti: questa volta la firma è di Possa, che insacca con un destro incrociato su altro assist di Jerich. Ci pensa il faro del centrocampo arancioverde Haj Ahmed a scacciare la paura: al 28’ infatti il regista pesca un filtrante delizioso per Furcas, palla dentro per il neoentrato Nicoletti, che deve solo spingere in rete il pallone del 3-3. Al 36’ il gol che chiude virtualmente i giochi: Nicoletti lavora di sponda per Di Bari, che scarta Bleve e firma la sua tripletta depositando la palla nella porta sguarnita. Gli ospiti però non mollano e regalano ai tifosi un finale comunque palpitante: Al 43’ Akthiankin, servito da un ottimo Samà, fa tremare la traversa da posizione impossibile, mentre al 46’ nuovo pareggio firmato Ricchi, che su assist di Samà scavalca Campanella con un bel pallonetto. È l’ultimo brivido per il Venaria, che dopo un interminabile recupero può festeggiare il raggiungimento della finale davanti ai suoi calorosi tifosi.
Venaria-Juve Domo 4-4

RETI (0-1, 2-1, 2-3, 4-3, 4-4): 13′ Jerich (J), 34′ rig. e 7′ st Di Bari (V), 17′ st Arkhtiankin (J), 21′ st Possa (J), 28′ st Nicoletti (V), 36′ st Di Bari (V), 46′ st Ricchi (J).

VENARIA (4-3-3): Campanella F. 6.5, Cella 5.5 (26′ st Finetti 6), Barcelos 6, Campanella A. 6.5 (48′ st Coppola sv), Pipicella 6.5, Haj Ahmed 7, Consoli 5.5, Vivarelli 6 (12′ st Scripcaru 6), Di Bari 9, Furcas 7.5, Boutamra 6.5 (23′ st Nicoletti 7.5). A disp. Nicola, Tassone. All. Urbano 7. Dir. Cella – Furcas.

JUVE DOMO (4-2-3-1): Bleve 6.5, Aghemio 5.5 (31′ st Bardinelli sv), Arkhtiankin 7.5, Falcioni 5.5 (15′ st El Akroudi 6), Bossalini 6.5, Zois 7, Possa 7.5 (40′ st Borsella sv), Trunfio 6, Jerich 8, Ricchi 7.5, Oukid 5.5 (1′ st Samà 7.5). A disp. Zani, Bertolini. All. Morellini 7.5. Dir. Marascio – Scesa.

AMMONITI: 25’ Vivarelli (V), 32’ Bossalini (J), 2’ st Consoli (V).

ARBITRO: Parisi di Pinerolo 6.5 Mantiene il controllo di un match folle.

Il gruppo di Emanuel Urbano

VENARIA
All. Urbano 7 Rischia tenendo i diffidati fuori.
Campanella F. 6.5 Un paio di buoni interventi.
Cella 5.5 Akthiankin lo fa soffrire nel secondo tempo.26′ st Finetti 6Entra per sigillare il finale.
Barcelos 6 Propositivo, ma pochi pericoli creati.
Campanella A. 6.5 Jerich è un cliente ostico, ma nel complesso regge.
Pipicella 6.5 Lancio millimetrico per Di Bari sul 2-1, alla Bonucci.
Haj Ahmed 7 Non perde la calma, nei momenti bui è il faro per i compagni.
Consoli 5.5 Soffre il ritmo forsennato imposto dalla Juve Domo.
Vivarelli 6 Anche lui leggermente in apnea.12′ st Scripcaru 6 Dà qualità.
Di Bari 9 Scatenato, fa tripletta e si porta a casa il pallone. MVP.
Furcas 7.5 Solita scheggia, provoca il rigore dell’1-1 e fa segnare Nicoletti.
Boutamra 6.5 Tanto lavoro sporco.23′ st Nicoletti 7.5 Ha voglia di spaccare il mondo e lo dimostra segnando firmando un gol e un assist in 20 minuti.

Juve Domo Under 19
La formazione iniziale di Italo Morellini

JUVE DOMO
All. Morellini 7.5 Prova il tutto per tutto.
Bleve 6.5 Esente da colpe, attento quando serve.
Aghemio 5.5 Soffre tremendamente Furcas.
Arkhtiankin 7.5 Giocatore totale, sempre pericoloso in ogni ruolo in cui viene schierato.
Falcioni 5.5 Nervoso, non trova il guizzo.15′ st El Akroudi 6Ci prova nel finale.
Bossalini 6.5 Preciso in chiusura, anche con un paio di salvataggi acrobatici.
Zois 7 Letture decisive in qualche occasione spigolosa, ottimo tempismo in anticipo.
Possa 7.5 Spina nel fianco, segna il 3-2 della speranza e non si ferma mai.
Trunfio 6 Uno degli ultimi a mollare, ma non riesce a trovare la giocata giusta.
Jerich 8 Svaria su tutto il fronte d’attacco, segnando subito e servendo due assist.
Ricchi 7.5 Gara gagliarda, crea pericoli in serie e segna con un delizioso pallonetto.
Oukid 5.5 In ombra nel primo tempo, sostituito a inizio ripresa.1′ st Samà 7.5Stravolge il secondo tempo con una sequela di assist geniali per i compagni.

Clicca qui per ascoltare le interviste post partita con Italo Morellini ed Emanuel Urbano: qrfy.eu/5wG