17 Maggio 2021

S. Ignazio-Accademia Beppe Viola Coppa Terza Categoria: Turella trascina i suoi in una vittoria roboante

Le più lette

Ardor Lazzate Eccellenza: Simone Manta, l’esterno tuttofare con il vizio del gol

Promesso sposo ormai da un anno, alla fine Simone Manta in estate ha deciso di vestire i colori gialloblù...

Pomigliano-Brescia Serie B Femminile: Merli-Magri rimontano le granata, salvezza raggiunta per le leonesse del garda

Serviva una prestazione maiuscola e sopratutto fare punti per raggiungere la salvezza e il Brescia non manca l'obbiettivo vincendo...

Milano Under 17, il podcast: Rodolfo Colonna, tecnico dell’Opera, tra innovazione e tradizione

Nel corso degli anni il calcio si è evoluto, venendo ridisegnato dai grandi allenatori che hanno segnato la storia...

Vale più per il fatto di essere stata una partita storica, come ha sottolineato l’allenatore Dall’Agnol. Perché da quest’anno il S.Ignazio ha la prima squadra ed è un progetto in cui la società crede molto. Motivo per il quale sia i giocatori sia il tecnico sapevano che oggi sarebbe stato quasi impossibile vincere, dal momento che l’avversario era di una categoria superiore, con giocatori giovani e elementi di esperienza. Il risultato infatti è un secco 0-4 per i rosso-blu di capitan Arricale. I ragazzi di Dall’Agnol si schierano con un 4-3-3 volto a pungere in attacco con il tridente formato da D’Amico, Scomparin e Baron. L’Accademia entra in campo con un consolidato 3-4-2-1, con la sicurezza a metà campo di Ippolito e Santoriello. Sono proprio i ragazzi di Tunno a partire col botto. Al 5′ il giovane Fontanarosa compie il primo miracolo della sua partita, chiudendo in angolo un bolide da distanza ravvicinata di Turella. Il portiere non può nulla al 12′ sulla ribattuta in area di rigore di Cimmino, lesto a riprovarci dopo un’azione confusa. Per 40 minuti la difesa composta da D’Orazio, Favara, Giuffrida e Andreoni non può nulla contro il rullo compressore dell’Accademia e può solo sperare nella poca lucidità degli attaccanti avversari. Uno scatenato Cimmino sfiora anche il gol di tacco, ma Musso gli leva la gioia del gol salvando sulla linea. Negli ultimi 5 minuti sono Martone e Baron, sulla sinistra, a preoccupare Tunno ed Arricale. Non riescono però ad incidere. L’inizio del secondo tempo è infernale per il S.Ignazio: in 10 minuti l’Accademia segna due gol. Pasticcio difensivo sul cross da calcio d’angolo, Chiarelli ne approfitta e appoggia comodamente in porta di testa. Poco dopo, nel momento di maggiore spinta di Giuffrida e compagni, presi in contropiede si fanno infilare da Turella, migliore in campo, che piazza dal limite alla sinistra del portiere. La partita va in cassaforte quando al 73′ lo stesso Turella batte un calcio d’angolo da sinistra e tutta la difesa va in palla. Sfera appoggiata troppo alta per Fontanarosa, il pallonetto supera il portiere. Autogol clamoroso di Marengo. Ultimo quarto d’ora di amministrazione del gioco per l’Accademia Beppe Viola, con un possesso palla per addormentare il gioco. Dunque il girone composto dall’Accademia, dal S.Ignazio e dal Brunetta vede ora i rosso-blu a 3 punti, il Brunetta a 0 punti con una partita in più da giocare. Il S.Ignazio è a 0, ma con la consapevolezza di poter giocare sempre meglio le partite successive. D’altronde, era solo l’inizio.

IL TABELLINO DI S.IGNAZIO-ACCADEMIA BEPPE VIOLA COPPA TERZA CATEGORIA

S.IGNAZIO-ACCADEMIA BEPPE VIOLA 0-4

RETI (0-1,0-2,0-3,0-4): 12′ Cimmino (A), 6′ st Chiarelli (A), 13′ st Turella (A), 28′ st aut. Marengo (A).

S.IGNAZIO (4-3-3): Fontanarosa 7, D’Orazio 5.5, Andreoni 5.5, Giuffrida 6, Musso 6 (1′ st Esposito 5.5), Favara 6 (26′ st Marengo 5), Di Fato 5.5 (33′ st D’Addetta s.v.), Martone 6, D’Amico 5.5 (11′ st De Girolamo 5.5), Scomparin 6, Baron 6 (26′ st Giubergia s.v.). A disp. Stabile, Totaro, Foletto, Tealdi. All. Dall’Agnol 6.

ACCADEMIA BEPPE VIOLA (3-4-2-1): Tortorici 6, Arricale 6 (32′ st Robaudi 6), Chiarelli 6.5, Zappala 6, Talarico 6.5, Turella 8, Tunno 6.5 (22′ st Cavaglieri 6), Ippolito 6.5, Cimmino 7 (22′ st Stroppiana 6), Santoriello 6.5 (15′ st Calzavara 6), Tripodi 6 (11′ st Martorano 6). A disp. Laudando, El Inabi, Puccio, Taborre. All. Tunno 6.5.

ARBITRO: Cristina Cappennani di Torino 6.5.

PAGELLE DI S.IGNAZIO-ACCADEMIA BEPPE VIOLA

S.IGNAZIO

Fontanarosa 7. Lo scarto tra le squadre sarebbe potuto essere molto più ampio. Tre/quattro parate miracolose.

D’Orazio 5.5. Si vede la differenza fisica con l’avversario, gioca una partita difensiva senza errori.

Andreoni 5.5. La prima partita in terza categoria forse mette un po’ paura, ma ci sono ampi margini di miglioramento.

Giuffrida 6. E’ il capitano e si vede. E’ l’ultimo dei suoi ad arrendersi. Peccato per la sbavatura difensiva.

Musso 6. Orchestra bene i pochi palloni giocabili, salva sulla linea un gol fatto. 1′ st Esposito 5.5. Entra nei 15′ più duri per la squadra, non riesce a brillare nel gioco.

Favara 6. La squadra è in difficoltà, ma con calma limita i danni. 26′ st Marengo 5. Complice disattenzione generale, causa lo 0-4.

Di Fato 5.5. Spinge sulla fascia, da migliorare la fase difensiva. 33′ st D’Addetta s.v.

Martone 6. In mezzo al campo è a suo agio, ma troppi contrasti persi.

D’Amico 5.5. Crea poche situazioni pericolose. Può fare molto meglio. 12′ st De Girolamo 5.5. Prova ad offendere ma la squadra non riesce a creare.

Scomparin 6. Male nel primo tempo, nel secondo viene fuori e fa capire che le qualità ci sono eccome.

Baron 6. E’ l’uomo più pericoloso dei suoi. Tanti spunti interessanti, ma non conclude. 26′ st Giubergia s.v.

ACCADEMIA BEPPE VIOLA

Tortorici 6. Non si sporca mai i guanti, 6 politico.

Arricale 6. Difesa a tre disegnata bene, difende e riparte con costanza e determinazione. 33′ st Robaudi s.v.

Chiarelli 6.5. Gioca da veterano, non sbaglia mai e viene ripagato con il gol.

Zappala 6. Recupera e serve i compagni senza correre rischi.

Talarico 6.5. Fascia sinistra per rientrare o crossare. Pericoloso tante volte, non riescono a tenerlo.

Turella 8. Complici disattenzioni difensive serve 3 assist da calci d’angolo e segna il gol dello 0-3. Difficile fare meglio.

Tunno 6.5. Primo tempo sotto tono, nel secondo entra e si vede, dalla sua parte nascono i gol. 22′ st Cavaglieri 6. Entra bene in partita ma non riesce a pungere.

Ippolito 6.5. In mezzo al campo sembra un amministratore, tutti i palloni passano per i suoi piedi.

Cimmino 7. Primo tempo di fuoco. Segnalo 0-1 e per poco non segna un eurogol di tacco. Cinico. 22′ st Stroppiana 6. Va su ogni pallone e non si risparmia mai, non concretizza.

Santoriello 6.5. Insieme ad Ippolito forma una coppia di centrocampisti di qualità. Dalle sue parti non si passa. 15′ st Calzavara 6. A partita praticamente in cassaforte non gioca con la giusta determinazione.

Tripodi 6. Corre per la squadra e non si risparmia. L’unica occasione la spreca malamente. 11′ st Martorano 6. Tiene su la squadra e lascia respirare i suoi più volte, non tira in porta.

 

 

 


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli