23 Giugno 2021

Esordienti 2006 Torino, concluso il girone H: il Chisola la spunta in casa di un Crocetta tenace

Le più lette

Torneo Refugee Teams: ad aggiudicarsi la fase finale nazionale è la compagine del Piemonte

Si è disputata a Milano la fase interregionale del torneo Refugee Teams, il progetto sviluppato dal Settore Giovanile e...

Collegno Paradiso-Bacigalupo All Stars Under 15: Chirila-Negro fanno volare i lupi ai quarti

Ai quarti di finale del Torneo All Stars ci andrà il Bacigalupo. Lo ha decretato il campo, che ha...

Martedì 30 gennaio è andato in scena il recupero dell’ottava giornata del girone H, gara che ha sancito la conclusione dei match ancora da disputare di Esordienti Fascia B 2006. Il Crocetta, nell’impianto Certezza di corso Allamano 79, ha ospitato il Chisola. Le due squadre arrivavano da due vittorie in campionato, la prima contro il San Remigio, fanalino di coda della classifica, la seconda contro il Lascaris, sesto a quota 10 punti. I verdetti ormai erano già stati emessi, ma le due compagini mostrano comunque volontà di chiudere bene il girone con una vittoria che lasci ben sperare per la ripresa dei campionati a fine febbraio.

Il primo tempo vede le due formazioni compatte, orientate a non concedere troppo agli avversari: sono poche le occasioni che si succedono nel corso della prima frazione, che consiste per lo più in una fase di studio reciproco da parte delle due squadre. L’unica situazione pericolosa è costruita dagli ospiti, che vanno vicino al vantaggio con Graffino, abile a sfruttare il cross dalla destra di Gueli ma sfortunato nel non riuscire a indirizzare il pallone verso la porta difesa da Porra. Il punteggio rimane dunque sullo 0-0.

La seconda frazione di gioco si tinge di biancoblù: è il Chisola infatti a prendere le redini e indirizzare la partita sui binari più favorevoli, giocando palla a terra (nonostante un campo in condizioni non ottimali) e rendendosi pericoloso grazie alla costruzione ragionata della manovra. Ma è anche grazie all’entrata in campo di Lamonica che gli ospiti riescono a svoltare la gara: la velocità e la straripanza fisica dell’11 vinovese creano diversi problemi sulla fascia sinistra dei padroni di casa. Passano pochi minuti dal fischio dell’arbitro e Lamonica ha già confezionato un cross teso che attraversa tutta l’area (dopo aver disceso come un treno tutta la corsia laterale) e scagliato un potente destro angolato, che Porra è bravo a respingere in corner. Al 7′ arriva il gol ospite: Lamonica prende palla a metacampo, avanza di qualche metro e fa partire un siluro diretto all’angolino basso sinistro, è 0-1. Due minuti e i ragazzi di Tortello raddoppiano con Graffino, che riceve palla al limite dell’area, entra spostandosi il pallone sulla destra e angola con un potente diagonale che il portiere riesce appena a sfiorare. Il centrocampo biancoblu riesce a imporre le proprie idee e a sfondare per vie centrali, grazie all’ottimo lavoro di Caristi e Graffino. Il tris arriva sul finire del periodo, la firma è di Alessandro Dameglio: il 14, dall’angolo sinistro alto dell’area, piazza un gioiellino sul palo lontano che va ad insaccarsi in rete.

Il Crocetta, però, non si dà per vinto, e nel terzo tempo prova a raddrizzare il match. Nell’avvio della frazione Magnetti approfitta di un’indecisione della difesa e si invola verso la porta, e solo davanti a Sarig segna col piattone. 1-3 e palla al centro. I gialloblu sono un’altra squadra, e si vede. Pochi minuti sugli sviluppi di un corner il Crocetta trova il 2-3 in seguito a una mischia furibonda in area: il Chisola lamenta un tocco di mano e Gabriele Mazzeo, con un raro gesto di encomiabile Fair Play, ammette il gesto di fronte all’arbitro, che annulla il gol. I padroni di casa mostrano sprazzi di gioco, meccanismi che piano piano diventano automatici, come nel caso dell’asse Colombini-Magnetti-Clara: passaggio del primo dalla fascia sul numero 9, scarico sul 10 e lancio in profondità ancora per Clara. Il Chisola, però, trova il quarto gol, ancora una volta in seguito ad un’azione di Lamonica, il cui tiro respinto da Porra diventa un assist per Laganà, che non falisce il tap-in. Al 12′ il Crocetta accorcia le distanze con Caligaris, autore di una grande azione personale che piega in dribbling la difesa avversaria e che si conclude con un tocco preciso che trafigge il numero uno vinovese. Schirripà fischia per tre volte e decreta il 2-4 finale: i gialloblù, autori di una gara coraggiosa e in crescendo nel finale, portano a casa un tempo, fissando il risultato federale sul 2-2.

Al termine della gara c’è soddisfazione da ambedue le parti. Giuseppe Caristi e Francesco Laganà, dirigenti del Chisola: «Buon risultato, malgrado le condizioni del campo siamo riusciti a giocare secondo la nostra filosofia di gioco, bene così». Nonostante la sconfitta trapela compiacimento anche dalle parole di Pietro Raschellà, allenatore del Crocetta, che approfitta anche per fare un mini-bilancio di questa prima parte di stagione: «C’è grande impegno e voglia di migliorare in questi ragazzi, oggi si è visto. Ho cominciato a lavorare con loro da settembre, in loro vedo tanto entusiasmo e pazienza nel mettersi a disposizione. E’ la mia prima esperienza da allenatore, ma nonostante ciò sento che stiamo costruendo qualcosa di buono».

Tabellino: CROCETTA – CHISOLA   2 – 4  (0-0; 0-3; 2-1). Reti: 7′ st Lamonica (Ch), 9′ st Graffino (Ch), 19′ st Dameglio (Ch), 4′ tt Magnetti (Cr), 7′ tt Laganà (Ch), 12′ tt Caligaris (Cr). Arbitro: Schirripà.

CROCETTA: Porra, Raschellà, Valle, Colombini, Caligaris, Mazzeo, Ledda, Magnetti, Clara, Poggi, Pierro, Pellegrini. All. Raschellà. Dir. Tomassetti.

CHISOLA: Sarig, Puonzo, Portesio, Gueli, Barbero, Laganà, Hassani, Leo, Caristi, Lamonica, Graffino, Dameglio, Bindini, Maccari, Rigotti, Guarnieri. All. Tortello. Dir. Caristi-Laganà.


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli