25 Settembre 2020 - 11:39:47
sprint-logo

Como-Renate Berretti: Vincenzi firma la vittoria lariana

Le più lette

Valle Olona-Gorla Maggiore Promozione: De Rosa, Geron e Surace trascinatori sul finale

Dopo un primo tempo a reti bianche, il Valle Olona di Compagnoni e Amato travolge in casa il Gorla...

Carrara – Torinese 1894, Coppa Piemonte Promozione: Sorrentino porta a casa risultato e passaggio del turno.

La Torinese porta a casa la qualificazione, giocando dal 5' in dieci uomini, con tenacia e tanto cuore oro-nero. I...

Gassino SR – La Chivasso Coppa Prima Categoria: Gazzera da applausi, biancorossi travolti

Quando ad una gara di sacrificio e di lotta abbini anche due gol, difficile che i compagni non si...

Nell’ottava giornata del Girone A il Como conquista una soffertissima vittoria contro il Renate. I lariani si trovano per ben due volte in svantaggio, ma con una rimonta, figlia del carattere e della determinazione, riescono a conquistare tre punti d’oro contro un avversario molto forte. La squadra ospite comincia molto bene il match e prova a imporre fin da subito il proprio gioco. Al 14’ Bianchi si rende pericolo con un insidioso tiro-cross su punizione, che sfiora il palo e si perde sul fondo. Due minuti dopo Vincenzi trova uno splendido filtrante per Corbetta, ma il numero 10 del Como non riesce a trovare lo specchio della porta. Con il passare dei minuti il Renate assume il controllo della partita. I nerazzurri riescono a far circolare molto velocemente il pallone, mandando costantemente a vuoto il pressing del Como. Al 24’ arriva il gol del vantaggio: cross al bacio di Bianchi su punizione, Cisternino di testa non può sbagliare e incorna per l’1-0. La rete realizzata galvanizza la squadra di Robbiati, che continua a dare spettacolo. Quando ormai il Renate sembra in pieno controllo, però, il Como batte un colpo. Al 39’ Vocale sfrutta un rimpallo nell’area di rigore avversaria, controlla il pallone e con il piatto batte Proverbio per l’1-1. Al 43’ i padroni di casa hanno una grande chance per passare in vantaggio con Mariani, che prima ubriaca tutta la difesa del Renate e poi, sul più bello, centra in pieno il palo. Gol sbagliato, gol subito. Nemmeno un giro d’orologio più tardi, infatti, Cazzaniga si smarca sul secondo palo e di testa sigla il gol del 2-1 per il Renate, che chiude il primo tempo meritatamente in vantaggio. Nella ripresa succede di tutto. Il Renate nella fase inziale del secondo tempo continua a regalare calcio champagne agli spettatori. Al 9’ Cazzaniga con un lancio da fantascienza trova Cisternino, che aggancia da fuoriclasse, rientra sul destro e calcia in porta, ma Giudici è attento e blocca. Al 13’ c’è l’episodio che cambia il match: Toniolo con un cambio gioco da manuale del calcio mette in porta Mariani. Il bomber del Como salta Proverbio, che però lo abbatte e non gli permette di segnare. Il direttore di gara non può che estrarre all’estremo difensore del Renate il cartellino rosso. Da quel momento comincia un’altra partita, con un monumentale Mariani che trascina il Como ad una grande rimonta. Al 19’ è proprio il numero 11 biancoblù a superare il portiere con un pallonetto dolcissimo, ma Petito salva sulla linea di porta. Il Como non demorde e continua ad attaccare a testa bassa. Al 29’ si accende una mischia nella porta del Renate e Mariani trova il guizzo vincente per realizzare il gol del pareggio. Tre minuti più tardi lo scatenato Mariani si fa tutto il campo palla al piede e scarica per Vocale, che tutto solo in area di rigore colpisce male e si divora il gol del 3-2. Il Renate prova a stringere i denti, ma si rende anche pericoloso in avanti con Iovine, cha salta secco Aliu e calcia in porta, ma il suo tiro si spegne sull’esterno della rete. Al 38’ Mariani riceve palla sulla sinistra, accelera, porta a spasso tutta la difesa nerazzurra ma col mancino non riesce a trovare la porta per questioni di millimetri. Due minuti più tardi una splendida azione regala la vittoria ai padroni di casa: giro palla di prima, sponda di Mariani e destro all’angolino basso per Vincenzi. Al triplice fischio dell’arbitro possono esultare i padroni di casa, che ottengono una vittoria fondamentale. Il Renate esce del campo sconfitto, ma consapevole di essere una grande squadra.

COMO-RENATE 3-2
RETI (0-1, 1-1, 1-2, 3-2): 24′ Cisternino (R), 40′ Vocale (C), 44′ Cazzaniga (R), 29′ st Mariani (C), 40′ st Vincenzi (C).
COMO (4-4-2): Giudici 6, Vincenzi 7, Aliu 6, Carpanetti 6.5 (27′ st Poerio 6), Soldi 6.5, Sala 6, Toniolo 7, Culotta 6, Vocale 7, Corbetta 6.5 (42′ st Riva sv), Mariani 8. A disp. Scheggia, Coppola, Lanzani, Briccola, Gazzetta, Castegnaro. All. Boscolo 7.
RENATE (4-3-3): Proverbio 6, Iovine 6, Senes 6.5, Cisternino 7.5 (23′ st Fischetti 6), Petito 6.5, D’Ovidio 6.5, Colombo 7, Cazzaniga 8, Confalonieri 7 (37′ st Pieragostini sv), Bianchi 7.5 (14′ st Colnago 6), Donadio 7 (23′ st Nespoli 6.5). A disp. Tagliabue, Doumbia, Fadda, Tirinzoni, Tramutoli, Venier, Maffia. All. Robbiati 7.
ARBITRO: Ferri di Monza 6.5.
ESPULSI: 13′ st Proverbio (R).

Cazzaniga, capitano del Renate

COMO-RENATE BERRETTI: LE PAGELLE

PAGELLE COMO
All. Boscolo 7 La squadra dimostra di avere grande carattere e ribalta la partita.
Giudici 6 Non ha colpe sui gol subiti, per il resto partita senza infamia e senza lode.
Vincenzi 7 Un paio di discese da grande terzino, poi il gol decisivo nel finale. Niente male.
Aliu 6 Grinta e tanta aggressività, a volte fin troppa. Non brilla, ma fa il suo compito.
Carpanetti 6.5 Un’altra partita di grande intensità per il metronomo del Como. (27’ st Poerio 6).
Soldi 6.5 Sempre molto pulito in tutte le chiusure difensive. Molto sicuro di sé.
Sala 6 Bianchi lo mette in grande difficoltà, ma limita i danni come può.
Toniolo 7 Quando si accende, è uno spettacolo per gli occhi. Talento vero.
Culotta 6 Si sacrifica molto svolgendo tanto lavoro sporco. Sostanza in mezzo al campo.
Vocale 7 Aiuta molto la squadra in fase di non possesso e nell’unica occasione avuta punisce gli avversari. Cecchino.
Corbetta 6.5 Cerca di aumentare la qualità del gioco del Como. Ci riesce solo a tratti. (42’ st Riva sv).
Mariani 8 Ogni volta che ha palla tra i piedi il Renate tiene il fiato sospeso. Gioca una seconda parte di gara da fantascienza e trascina i biancoblù alla vittoria.

La formazione del Como

PAGELLE RENATE
All. Robbiati 7 Squadra corta, possesso palla e scambi in velocità. Nonostante la sconfitta, un grande Renate.
Proverbio 6 Si fa espellere piuttosto che subire gol. Con il senno di poi la scelta si è rivelata sbagliata, ma lo avrebbero fatto tutti.
Iovine 6 Qualche errore di posizionamento, ma nel complesso sufficiente.
Senes 6.5 Sempre propositivo sulla fascia sinistra. Molto bene in fase di possesso.
Cisternino 7.5 Tutte le azioni del Renate passano dai suoi piedi. Suo il gol dell’1-0. Giocatore fantastico. (23’ st Fischetti 6).
Petito 6.5 Miracoloso il salvataggio sulla linea sul pallonetto di Mariani. Buona prova per il centrale nerazzurro.
D’Ovidio 6.5 Imposta dalla difesa con grande qualità. Il suo contributo è importante.
Colombo 7 Un primo tempo da incorniciare, nella ripresa è generoso. Mezz’ala promettente.
Cazzaniga 8 Giocate illuminanti, dribbling, recuperi. Mai un pallone banale. Il secondo gol del Renate porta la sua firma. Migliore dei suoi.
Confalonieri 7 Cercato spesso dai compagni di squadra, sempre nel vivo del gioco. (37’ st Pieragostini sv).
Bianchi 7.5 Quando ha la palla sul mancino succede sempre qualcosa di magico. Quando esce il Renate perde gran parte della sua pericolosità. (14’ st Colnago 6).
Donadio 7 Le sue accelerazioni sono devastanti. Un fulmine sulla fascia destra. (23’st Nespoli 6.5).

La formazione del Renate

COMO-RENATE BERRETTI: LE INTERVISTE

ASCOLTA BOSCOLO (COMO)

ASCOLTA ROBBIATI (RENATE)


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli