Matias Fonseca (Inter) ha trasformato in oro il suggerimento di Vergani
Matias Fonseca (Inter) ha trasformato in oro il suggerimento di Vergani

Probabilmente in questa stagione l’Inter ha fatto propria una retorica di tipo quasi calvinista, secondo la quale la sofferenza (specialmente se interiore) nobilita e solo le difficoltà possono aiutare a crescere. Eppure, dopo un inizio di stagione decisamente complicato, i nerazzurri sono ancora qua, più vivi che mai, pronti a soffrire per altri 90 e, perchè no, 180 minuti, perchè sicuramente per alzare quella coppa al cielo bisognerà soffrire e lottare ancora. La gara contro l’Ascoli è all’insegna di un lunghissimo periodo di studio fra le due squadre, che ha occupato un tempo intero, vale a dire un quarto del doppio confronto. L’intensità è altissima, il pressing e il dinamismo espresso dalle due compagini fanno vacillare le qualità dei singoli, e di conseguenza le emozioni sono poche: nei primi 45 minuti c’è solo un rigore reclamato dagli ospiti (che però sarebbe stato molto generoso), una ripartenza nerazzurra gestita male e un tiro di Confalonieri neutralizzato da Zizzania. La dinamica della gara non sembra cambiare neanche nella ripresa, con i portieri che dunque vengono chiamati in causa molto poco anche se l’Ascoli, specialmente dal 70’ in poi, comincia a dare segni di stanchezza. Corti legge bene il calo degli avversari e comincia a inserire forze fresche, a partire da Vezzoni e Fonseca fino a Del Grosso: sarà proprio il numero 19, su assistenza di Vergani, a sbloccare la gara. Dopo aver ricevuto palla dal compagno, Fonseca si è infatti trovato praticamente solo davanti all’estremo difensore ospite, e con una serie di finte è riuscito a farlo sedere e trovare il gol approfittando della porta spalancata. 1-0 Inter dunque, risultato molto più rassicurante per la gara di ritorno; l’Ascoli invece dovrà dare di più, perchè ha impegnato Pozzer solo una volta con il destro dalla distanza scagliato da Pulsoni.

PAGELLE INTER (4-3-2-1)
Pozzer 6.5 E’ attento sull’unico pericolo di marca ascolana.
Ballabio 6.5 Gara di sostanza.
Colombini 6.5 Su e giù sulla fascia.
Serpe 7 Gli attaccanti bianconeri non lo impensieriscono, gestisce Pozzessere senza particolari patemi.
Vaghi 7 Bene dietro, inoltre aiuta i centrocampisti in fase di impostazione.
Attys 6 Rispetto ad altre volte ci ha messo anche un po’ di grinta in più.
Chrysostomou 6.5 Come si suol dire, “fa legna” in mezzo al campo.
Burgio 6 Si limita al suo. (14′ st Fonseca 7 Entra e la decide).
Vergani 6.5 Spesso spalle alla porta e costretto spesso al gioco di sponda, ottima la palla che serve a Fonseca.
Rossi 7 Meno brillante del solito, ma comunque molti degli spunti offensivi nerazzurri nascono da lui.
Confalonieri 6.5 Disputa una buona partita, con qualche guizzo.
All. Corti 7 Indovina i cambi, e la partita è girata nel verso giusto.

PAGELLE ASCOLI (4-3-1-2)
Zizzania 6.5 Coraggioso in un paio di uscite, nulla ha potuto sul gol.
Lenoci 6 Rimane troppo abbottonato dietro, serviva più intraprendenza.
Maurizii 6 Si dedica alla sola fase difensiva, spingendo poco o nulla.
Mazza 6 Termina subito ko. (18′ Pulsoni 7 Il principale pericolo dei marchigiani. Da tenere d’occhio).
Vignati 6.5 Riesce a lungo a contenere gli attacchi nerazzurri.
Midolo 6.5 Forma una solida coppia insieme a Vignati.
Rossi 6 Ci si aspettava di più da lui.
Scorza 6.5 Tanta corsa e intensità in mediana per tutti i 90 minuti.
Pozzessere 6 Serpe e Vaghi non gli lasciano respiro. Oggi era difficile.
Marini 6 Si vede troppo poco.
Olivieri 6 Patisce la qualità dei rivali nerazzurri, rimandato alla prossima.
All. Naccarella 6.5 Il risultato non condanna i suoi ragazzi, che se la giocheranno nel ritorno.

LE INTERVISTE: ASCOLTA CORTI

LE INTERVISTE: ASCOLTA NACCARELLA


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.