Monza-Como Berretti
Toniolo regala i tre punti al Como

Subito derby brianzolo alla seconda giornata del Campionato Berretti. Monza e Como si presentano allo Stadio “Sada” dopo aver vinto entrambe alla prima giornta, i biancorossi per 1-0 nel finale ad Alessandria e i biancoblu 2-1 in casa contro il Gozzano.

La partita prende subito una direzione chiara: la squadra di Monguzzi inizia a far girare il pallone tenendo un baricentro medio-alto, coinvolgendo nella prima costruzione i due centrali e il centrocampista Principi che si abbassava in mezzo a loro per dare qualità all’uscita del pallone dalla difesa. Il Como ha deciso di non pressare alto, aspettando gli avversari con un blocco basso negli ultimi metri, compattandosi con un 5-3-2. La squadra di Monguzzi nel primo tempo passa prevalentemente dalla fascia destra, sfruttando le combinazioni con e senza palla di Coulibaly e il terzino Perego, in costante proiezione offensiva. Da questa catena arrivano le prime occasioni, in cui la squadra è però imprecisa in fase di rifinitura. La prima conclusione vera è propria è gol. Al 26′ del primo tempo Coulibaly entra dentro il campo a ricevere sul centro destra, si gira verso la porta è gioca un filtrante verso l’area di rigore per Perego che arriva in corsa, il primo cross è ribattuto ma la palla ritorna sui piedi del numero 2 che ha tempo di ricalibrare il cross per la testa di Corti, che si avvita di testa e firma l’1-0. Lo spartito del match non cambia, con il Monza che gira il pallone senza forzare la giocata per aprire spazi nel blocco basso del Como, con i difensori monzesi bravi a tenere la squadra corta giocando in anticipo sugli attaccanti avversari per evitare ripartenze. Altre occasioni grosse non ci sono, anche grazie alla buon difesa dell’area di rigore da parte della squadra di Boscolo.

Nel primo tempo il Como ha provato ripetutamente il lancio per le punte, pescandole in profondità o giocandogli addosso attaccando poi la seconda palla. Palla al piede Soldi è stato l’unico in grado a fare avanzare la squadra grazie a qualche discesa palla la piede. Nel secondo invece la squadra entra con un atteggiamento diverso, coinvolgendo più uomini nell’attacco alla porta monzese, e al 4′ minuto trova subito il pareggio. Soldi vicino alla linea di fondo crossa basso all’indietro per Vincenzi che arriva in corsa e incrocia con il destro. Passano solo pochi minuti per altre due grosse occasioni. Prima il Monza al 13′ congestiona il centro al limite dell’area, per poi allargare con Longo in direzione di Perego sulla destra, il terzino mette un pallone tagliato che arriva sul secondo pallo dove proprio Longo calcia al volo di sinistro senza opposizione, la conclusione è alta sopra la traversa. Due minuti dopo risponde il Como con una combinazione da destra tra il numero 2 Soldi e il numero 9 Mariani, che libera il 2 al tiro dalla distanza, vola vicino all’incrocio Landi mettendo in angolo. La partita scorre via senza altre grandi occasioni, con qualche tiro dalla distanza a sporcare i guantoni dei portieri. Quando la partita sembrava conclusa, il karma calcistico presenta il conto al Monza. Se la settimana passata il gol all’ultimo minuto lo aveva fatto, quest’oggi lo subisce, difendendo male una palla buttata in area dagli avversari all’ultimo secondo. Toniolo, dopo una partita maggiormente di copertura, attacca il lato debole e incorna il pallone che fa urlare di gioia i suoi compagni di squadra.

TABELLINO DI MONZA-LECCO

MARCATORI (1-0, 1-2): 26′ Corti (M), 3′ st Vincenzi (C), 49′ st Toniolo (C).
MONZA (4-3-3): Landi 6, Perego 7, Sacchini 6, Brusa 6.5, Principi 6.5, Tumino 6 (15′ st Falzoni 6), Coulibaly 6.5 (33′ st Ranzetti sv), Caronni 6 (22′ st Goffi 6), Corti 7, Calabrò 6, Longo 6 (33′ st Ahmetaj sv). A disp. Cristini, Gerosa, Bernacchi, Khveldelidze, Pio Loco, Maffongelli, Dalmiglio. All. Monguzzi 6.5.
COMO (3-5-2): Giudici 6.5, Soldi 7, Riva 6, Carpanetti 6.5, Sala 6.5, Briccola 6, Toniolo 6.5, Culotta 6 (27′ st Coppola), Mariani 6 (27′ st Gazzetta), Corbetta 6 (35′ st Simbaldi), Vincenzi 7 (45′ st Rezzonico). A disp. Vitale, Barattini, Poerio, Frassanito, Castegnaro. All. Boscolo 6.5.
ARBITRO: Riboli di Crema 6.

 

PAGELLE MONZA
Landi 6: L’unico intervento degno di nota che compie ha un coefficiente di difficoltà molto alto, deve togliere dai pressi dell’incrocio una forte conclusione dalla distanza. Sui gol subiti non ha molte responsabilità.
Perego 7: Gioca una partita in costante proiezione offensiva, aiutando nello sviluppo della manovra e occupando l’ampiezza negli ultimi metri. Mette un pallone preciso sulla testa di Corti in occasione del gol.
Sacchini 6: Anche lui rimane spesso molto alto a sinistra per offrire una linea di passaggio in più alla squadra, ma la manovra si sviluppa quasi interamente dal lato opposto. Dal 15′ del secondo tempo passa difensore centrale.
Brusa 6.5: molto coinvolto in fase di possesso palla, si dimostra sicuro negli anticipi sugli attaccanti avversari anche lontano dall’area di rigore.
Principi 6.5: è la fonte di gioco primaria della squadra, si occupa prevalentemente di gestire il primo possesso.
Tumino 6: soffre un po’ quando deve rincorrere le punte avversarie in profondità.
Dal 16′ st Falzoni 6: Porta una qualità diversa sulla sinistra, è protagonista di una bella discesa dove dribbla internamente un avversario e lascia partire una conclusione che va vicino al palo.
Colubaly 6.5: è lo sbocco naturale della manovra del Monza. Quasi tutte le giocate nell’ultimo terzo di campo passano dai suoi piedi, ma troppo spesso è impreciso nell’esecuzione dell’ultimo passaggio. (dal 33’st Ranzetti sv)
Caronni 6: non tocca tanti palloni in fase di possesso. Effettua tanto lavoro in fase di non possesso, coprendo le discese di Perego sulla destra.
Dal 23′ st Goffi 6: qualche buona giocata negli ultimi metri, soprattutto a sinistra.
Corti 7: Segna il gol con un bel colpo di testa in avvitamento. Si abbassa spesso per gestire possessi in zone di campo più basse e per effettuare sponde palla a terra.
Calabro 6: Si abbassa fino al centro del campo per aiutare la risalita della palla.
Longo 6: migliora nel secondo tempo, giocando buoni palloni in fase di rifinitura. (dal 33’st Ahmetaj sv).
All.Monguzzi 6.5:
Per come ha fatto interpretare la gara alla sua squadra il risultato è troppo severo. Il Monza tiene più e meglio il pallone, crea più occasioni ma è impreciso negli ultimi metri.

Niccolò Corti
Niccolò Corti, l’autore del gol del Monza

PAGELLE COMO
Giudici 6.5: sempre attento sulle conclusioni dalla distanza.
Soldi 7: il migliore della squadra. Nel primo tempo è l’unico che riesce a rompere le linee avversarie con delle discese palla al piede, nel secondo tempo va vicino al gol.
Riva 6: Attento sul centro destra, libera l’area di rigore in diverse occasioni.
Carpanetti 6.5: tiene la posizione davanti alla difesa facendo registrare diversi intercetti. In alcuni momenti della partita si alza oltre la metà campo per andare in pressione.
Sala 6.5: Guida la linea difensiva.
Briccola 6: Partita attenta anche per il terzo centrale difensivo.
Toniolo 6.5: Tante corse sulla fascia. Quando la squadra è in fase di possesso si propone spesso largo a sinistra ma non viene mai trovato con i tempi giusti. In fase di non possesso deve fare un grande lavoro visto che il Monza attacca prevalentemente dalla sua parte. Segna il gol vittoria.
Culotta 6: tanta fase difensiva per il centrocampista. (dal 27’st Coppola sv).
Mariani 6: non riesce a tenere palloni spalle alla porta con continuità, per permetterre alla squadra di salire o di ripartire velocemente. Molto meglio quando viene lanciato in profondità, infatti mette in difficoltà in più di un’occasione il centrale del Monza.
Corbetta 6: anche lui meglio quando attacca la porta frontalmente.
Vincenzi 7: pericoloso negli inserimenti, come in occasione del gol del pareggio. (dal 45’st Rezzonico sv).
All.Boscolo 6.5: Decide di non pressare alto il Monza, aspettandolo basso per poi contrattaccare velocemente cercando subito le punte. Il risultato gli da ragione.

LE INTERVISTE: ASCOLTA MONGUZZI (MONZA)


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.