In questa partita il Monza non ha battuto solo il Gozzano, ma in un certo qual modo anche se stessa, o meglio quella pressione psicologica che avrebbe potuto spingere i ragazzi di Zenoni a fare un pericoloso passo falso. Contro un avversario sicuramente alla portata e la ghiotta occasione di allungare sulla Pro Patria, impegnata in trasferta contro l’Inter, i tre punti erano dunque un imperativo categorico, un obbligo tassativo e anche un piccolo esame di maturità. Esame superato, ma non senza qualche difficoltà, come testimonia anche il risultato che suggerisce come i padroni di casa siano riusciti a bucare la rete avversaria una sola volta. Questo può essere giustificato considerando come il Gozzano non sia sceso in campo in qualità di vittima sacrificale, ma ha invece affrontato il match con un atteggiamento lontanissimo dal “catenaccio e contropiede” che molti, il sottoscritto in primis, si sarebbero aspettati. Come conseguenza della propria ottima prestazione, gli ospiti hanno sofferto pochissimo, e a parte due grandi uscite da parte del portiere Giuliani la difesa ha dormito sonni tranquilli, interrotti solo dalla maldestra entrata di Maiorino che è costata un rigore trasformato da Rankovic alla mezz’ora del primo tempo. Nella prima frazione di gioco non sono state costruite altre particolari occasioni, un po’ come nel secondo, in cui anzi è stata la squadra ospite a rendersi più pericolosa, soprattutto nel finale: il Monza si è coperto maggiormente passando da un 3-4-3 a un 3-5-2, abbassando di conseguenza il proprio baricentro e lasciando metri importanti al Gozzano. In ordine Messina, Garofalo e Tafaro hanno dunque avuto una chance favorevole per trovare il pareggio, ma le loro conclusioni sono terminate fuori: un sospiro di sollievo per il Monza, che ha dunque potuto esultare per la missione compiuta.

PAGELLE MONZA

Nocco 6 A fine partita i suoi guanti sono ancora immacolati.
Morganti 6.5 Buona prestazione.
Sassi 7 Si fa vedere anche in svariate proiezioni offensive.
19′ st Brioschi 7 Motorino.
Cerrina 6.5 Uomo d’ordine.
Cassaghi 6.5 Senza affanni.
Tumino 7 Guida la difesa.
Ippolito 7 Tocca l’apice nel primo quarto d’ora della ripresa.
Marchesi 6.5 Buoni cambi di gioco, espulsione stupida nel finale.
Corti 7 Tiene in apprensione la difesa avversaria con il suo movimento.
Rankovic 7 E’ lui quello con la scintilla in più. Decide la gara.
Mattiacci 6 Non convince appieno.
All. Zenoni 6.5 Di una vittoria c’era bisogno, e vittoria è stata.

PAGELLE GOZZANO

Giuliani 7 Molto preciso e attento nelle uscite. Dà inoltre indicazioni e incoraggia i compagni.
Rossi 6.5 Regge su Mattiacci.
Tafaro 6.5 Sfiora l’1-1 nel finale.
Antonioli 6.5 In cabina di regia.
Maiorino 6 Troppo irruento in occasione del fallo del rigore.
Pirrello 6.5 Il Monza non bussa spesso, ma lui c’è e risponde presente.
Pepe 6 Fatica a pungere.
Garofalo 7 Dà tutto fino all’ultimo minuto senza risparmiarsi.
Messina 6.5 Ha una grandissima occasione, ma è troppo frettoloso e il suo sinistro finisce a lato.
Vido 6 Si vede troppo poco.
Ferrara 6 Non la sua partita migliore.
All. Porcu 6.5 La prestazione conferma il buon periodo dei suoi ragazzi.

LE INTERVISTE: ASCOLTA ZENONI

LE INTERVISTE: ASCOLTA DONETTI VICE DI PORCU

Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.