Berretti Como

Como di maturità. La squadra lariana di Christian Boscolo vince 1 a 0 all’Ardissone contro la Pro Vercelli rimanendo nelle zone alte della classifica. Ha deciso la sfida un colpo di testa in inserimento di Culotta al 16′ della ripresa. I ragazzi in maglia blu hanno anche fallito un calcio di rigore nella prima frazione con Vocale. Nell’occasione bravo il portiere Caressa a distendersi sulla sua sinistra e raccogliere in due tempi la sfera. L’estremo difensore dei padroni di casa, però, rimane una delle poche cose positive viste per parte vercellese. Un team, quello di Roberto Fogli, che ha ben impressionato solo nel primo quarto d’ora. Poi un gioco prevedibile e sempre uguale che non preoccupa più di tanto la buona difesa comasca.
Pro Vercelli in ritardo di classifica rispetto al Como. Quattro i punti a dividere le due squadre in classifica e i ragazzi di Fogli lo sanno bene tanto che la partenza è molto convincente. Al 7′ corner dalla destra e sul secondo palo sale la testa di Valente, ma bravo Giudici a mettere i guanti e sventare la minaccia. Ancora i Leoni pericolosi al 23′ con una punizione di Maggio, che supera la barriera ed esalta ancora una volta il portiere Giudici. Sostanzialmente, però, la Pro Vercelli, invece di continuare a cavalcare l’onda positiva dei primi minuti, inizia a giochicchiare con una trama molto leggibile per la difesa lariana. Cresce così il Como, che 34′ conquista un calcio di rigore. Simbaldi da destra converge verso il centro, Pittaluga ci casca e lo aggancia. Dal dischetto va Vocale ma è molto bravo Caressa a distendersi sulla sua sinistra e in due tempi sventare il pericolo.
Ci si aspetta un’offensiva della Pro Vercelli per far pesare il contraccolpo psicologico del rigore sbagliato ma così non è sia nel finale del primo tempo, sia ad inizio ripresa. Mister Boscolo dalla panchina opera tre cambi nell’intervallo, che alla lunga rendono la vita difficile alle Bianche Casacche. La prima palla-gol del secondo tempo ce l’ha infatti ancora la formazione bicciolana quando dopo neanche 60” Valente vince un contrasto e favorisce la discesa di Maggio. Il numero 10 salta secco il difensore e col diagonale fa finire la sfera a fil di palo. Una grande chance fallita che ravviva nuovamente l’out di destra comasco formato da Vincenzi e il neo entrato Corbetta. E gli esiti sono decisivi per le sorti della partita. Al 16′ proprio quest’ultimo mette in mezzo un pallone sul quale si avventa Culotta, che tocca di quel tanto che basta per indirizzare la conclusione nell’angolino. 0-1. E’ il gol partita poiché la Pro nonostante i cambi sbaglia troppo in fase di ultimo controllo (prima Ferrari e poi Fontana) e il Como non ha difficoltà a suggellare il match e portare i 3 punti in cassaforte, che lo lanciano a quota 13 restando appaiato alla Giana Erminio. La Pro invece rimane a 6 penultima in classifica con le stesse lunghezze con la Pro Patria.

PRO VERCELLI-COMO IL TABELLINO

PRO VERCELLI-COMO 0-1
RETI: 16’st Culotta (C).
PRO VERCELLI (3-5-2): Caressa, Grupallo (34′ st Pompilio), Pisanello, Raso, Fodrini, Liberali, Bellucca, Zaffiro (34′ st Jukaj), Valente (23′ st Di Chio), Maggio (23′ st Ferrari), Pittaluga (14′ st Fontana). A disp. Bigotti, Vetri, Mendolia, Rossi, Barbuti, Bernaudo. All. Fogli.
COMO (4-4-2): Giudici, Vincenzi, Aliu, Carpanetti, Soldi (47′ st Riva), Lanzani, Toniolo, Culotta (37′ st Coppola), Vocale (1′ st Rezzonico), Mariani (1′ st Poerio), Simbaldi (1′ st Corbetta). A disp. Scheggia, Sala, Briccola, Castegnaro, Frassanito, Gazzetta. All. Boscolo.
ARBITRO: Galifi di Alessandria 6.5
AMMONITI: Vocale, Soldi (C).

PRO VERCELLI-COMO LE PAGELLE

PRO VERCELLI

Caressa 6.5 Intuisce e para il rigore. Nella ripresa calcola male la traiettoria del colpo di testa di Culotta.
Grupallo 6 Svolge il compitino sulla destra. 34′ st Pompilio sv.
Pisanello 6.5 Sempre in posizione e in anticipo.
Raso 5.5 Qualche errore di troppo in fase di appoggio al compagno.
Fodrini 6.5 Tatticamente non sbaglia nulla davanti alla difesa.
Liberali 5.5 Tratta male il pallone coi piedi sbagliando diversi lanci dalle retrovie.
Bellucca 5 Non segue Culotta sull’azione del gol.
Zaffiro 6 il tappa buchi della squadra. Recupera molte seconde palle. 34′ st Jukaj sv.
Valente 6 Troppo solo e costretto a battagliare con tutto il pacchetto arretrato. 23′ st Di Chio 6 Si fa notare nel gioco di sponda.
Maggio 6.5 Il più tecnico nel reparto avanzato. Una costante spina nel fianco. 23′ st Ferrari 5.5 Sbaglia l’ultimo controllo e sciupa una ghiotta chance.
Pittavino 5 Non incide a sinistra e causa un rigore in maniera ingenua. 14′ st Fontana 5.5 Prova a ravvivare l’out di sinistra ma senza fortuna. Nel finale sbaglia lo stop e non calcia in porta dal limite dell’area.
All. Fogli 5 La sua squadra gioca con una manovra troppo lenta e prevedibile. Sempre la stessa impostazione nonostante i cambi e alla fine questo non porta a nulla.

COMO

Giudici 7 Due interventi salva risultato nella prima frazione.
Vincenzi 7.5 Mille polmoni. Copre, si sovrappone e si propone sempre per chiedere lo scambio col compagno in possesso di palla.
Aliu 6.5 Molto abile nel trasformare rapidamente l’azione da difensiva in offensiva sull’out di sinistra.
Carpanelli 6.5 Regge fisicamente e manovra la sfera con lucidità.
Soldi 6 Puliti i suoi interventi difensivi in recupero. In difficoltà nell’uno contro uno tanto che rischia il secondo giallo. 47′ st Riva sv.
Lanzani 5.5 Valuta male alcune situazioni.
Toniolo 6 Macina chilometri a sinistra.
Culotta 7 S’inserisce coi tempi giusti e sfrutta l’occasione. 37′ st Coppola sv.
Vocale 5 Fatica a liberarsi e fallisce il rigore. 1′ st Rezzonico 6 Serve molto nel finale per proteggere il pallone col suo fisico.
Mariani 6 Appoggia bene la manovra offensiva. 1′ st Poerio 6.5 Non offre punti di riferimento alla difesa vercellese svariando molto sul fronte offensivo.
Simbaldi 6.5 Taglia bene la palla sui cross col suo mancino. Si procura il rigore. 1′ st Corbetta 6.5 E’ lui a fornire l’assist vincente.
All. Boscolo 7 Una vittoria di maturità da parte della squadra. Dalla panchina mette la sua mano operando tre sostituzioni all’intervallo che cambiano volto alla squadra.

 

LE PAROLE A FINE GARA: BOSCOLO (COMO)