6 Luglio 2020 - 02:40:56

Pro Vercelli-Gozzano Berretti: ritorno di fuoco di Olivato

Le più lette

Sirmione Calcio Rovizza, prima squadra a Patrick Manzini: Dario Colombo passa sull’Under 19

Patrick Manzini è il nuovo allenatore della prima squadra del Sirmione Calcio Rovizza, che giocherà in Seconda categoria. Il...

Il gioco della campanella, la mano è più veloce dell’occhio: ciao ciao soldi

La più grande presa per i fondelli del calcio dilettantistico sta per andare in onda. Il Comitato regionale Piemonte...

Casale, Gaffeo: continuo per la piazza, cerchiamo soddisfazioni

Come anticipato sul giornale, Lino Gaffeo nel Cda della scorsa settimana ha confermato la propria volontà di continuare il...

Cinque minuti di fuoco e Pro Vercelli e Gozzano pareggiano 2 a 2. Finisce dunque in parità tra il derby piemontese tra la penultima e l’ultima della classe, frutto di 300” spettacolari con continui botta e risposta e capovolgimenti di fronte. Protagonisti di questo match i due allenatori Roberto Fogli e Massimo Lisa che indovinano le mosse e cambiano il volto della partita. Gozzano in vantaggio con il subentrato Olivato, poi ribaltone vercellese con Maggio e Romeo (proprio su assist del numero 18 vercellese), infine ancora Olivato inchioda il 2 a 2. Nel finale lo stesso scatenato Maggio fallisce anche il rigore del possibile ritorno al successo.

È la seconda giornata di ritorno. Ora o mai più per la Pro Vercelli per riconquistare una vittoria che ormai manca da un girone. L’ultimo successo, infatti, per le Bianche Casacche risale proprio alla partita di andata quando la squadra di Fogli rifilò un poker (4-1 il finale) al Gozzano. I vercellesi precedono proprio il team di Lisa, fanalino di coda con 4 punti, mentre la Pro ne ha 6 ma questa è davvero una grande occasione per tornare a sorridere, soprattutto tra le mura amiche. Padroni di casa con il 3-5-2, mentre i novaresi si sistemano con il 4-3-3 con unica punta il classe 2000 Mutti, fuori quota insieme al centrale difensivo Rabuffi. Il primo pericolo lo creano proprio i rossoblù al 10′ con un angolo dalla sinistra di Antonioli per il colpo di testa di Rabuffi, che anticipa bene sfruttando la sua altezza ma mette la palla sul fondo. Il match è molto bloccato in mezzo al campo anche se è proprio la squadra di Lisa a calciare in porta grazie ai movimenti continui dei suoi due attaccanti esterni Riginelli e Modesti. Al 18′ è quest’ultimo a provare la battuta a rete, ma presa a terra semplice di Caressa. Finalmente anche la Pro al 21′ con una palla inattiva sulla quale arriva il colpo di testa di Liberali, che desta i riflessi di Bertinotti in angolo. Con l’occasione avuta si scuote anche l’undici di casa che mostra i suoi due talenti più importanti. Al 24′ palla coi giri contati di Fontana per Di Chio, che di testa spizza sul secondo palo lasciando immobile Bertinotti ma per sua sfortuna la sfera finisce a pochi centimetri dal palo. Col passare dei minuti la Pro prende campo e conquista calci piazzati. Al 34′ ci prova Fontana col suo sinistro e volo di Bertinotti a mettere in angolo. Due squadre che non decollano forse anche a causa del brutto momento che stanno vivendo e la prima frazione va in archivio sullo 0 a 0.

Stessi ventidue al rientro in campo ma ritmo che non cambia. E’ difficile trovare spazio in entrambe le difese, che sembrano ben coperte. Ci vuole un’intuizione, una giocata individuale per cambiare il trend di questo match. Al 9′ invenzione di Antonioli, che batte improvvisamente un calcio di punizione in direzione di Mutti il quale a tu per tu cerca di far filtrare il pallone tra le gambe di Caressa, solo corner. Iniziano anche i cambi e al 25′ entra Olivato al posto proprio di Mutti. Mossa più giusta non poteva arrivare poiché un minuto dopo, al primo pallone toccato, raccoglie un cross di Riginelli e porta in vantaggio il Gozzano. 0-1. Ci voleva uno scossone per attivare il match. Anche la Pro Vercelli ha operato due sostituzioni ma è in particolare l’ingresso di Maggio a dare una scossa. Al 28′ schema da corner a favorire proprio il neo entrato, che dal limite dell’area lascia partire un destro nel sette ed è pareggio. Con il gol dell’1 a 1 la Pro ci crede e alla mezz’ora ancora Maggio fugge a sinistra e mette in mezzo rasoterra per Romeo, che tira e ribalta la partita. 2-1. Neanche il tempo di festeggiare e risistemarsi, che ancora Olivato prende palla e con una fucilata da fuori area pareggia il match: 2 a 2 sorprendendo un non irreprensibile Caressa. La gara adesso è bellissima e la Pro ci prova fino all’ultimo quando al 41′ ancora Maggio entra in area di rigore e viene toccato da Maiorino: rigore. Sul dischetto lo stesso fantasista vercellese, che però si fa respingere la conclusione da Bertinotti. Finisce 2 a 2, un pareggio che non varia nulla in classifica ma un punto che fa morale per entrambe le compagini.

PRO VERCELLI-GOZZANO IL TABELLINO

PRO VERCELLI-GOZZANO 2-2

RETI (0-1; 2-1; 2-2): st 26′ st 31′ Olivato (G), st 28′ Maggio (PV), st 30′ Romeo (PV).

PRO VERCELLI (3-5-2): Caressa, Grupallo (st 39′ Pittavino), Vetri, Raso, Fodrini, Liberali, Bellucca, Romeo, Ferrari (st 23′ Jukaj), Di Chio (st 23′ Maggio), Fontana. A disp.: Bigotti, Pastore, Mendolia, Rossi, Bernaudo, Valente, Barbuti. All.: Fogli.

GOZZANO (4-3-3): Bertinotti, Scotti, Brollo, Rabuffi, Geno, Maiorino, Modesti (st 19′ Rivetti), Pasku (st 34′ Pirovano), Riginelli, Antonioli, Mutti (st 25′ Olivato). A disp.: Pedretti, Hysay, Oioli, Piccaluga, Letrangolo, Cannataro, Annibale, Diana, Boffa. All.: Lisa.

ARBITRO: Panariti di Torino. Guardalinee: Al Taie e Bonaffini di Ivrea.

AMMONITI: Grupallo, Vetri (PV), Geno, Maiorino (G).

PRO VERCELLI-GOZZANO LE PAGELLE

PRO VERCELLI

Caressa 5.5 Prima inchioda Mutti poi si fa sorprendere dalla traiettoria di Olivato sul gol del 2 a 2.

Grupallo 5.5 In difficoltà sulla destra, sia in ripartenza che in copertura. 39′ st Pittavino sv.

Vetri 6 Non ha commesso errori marchiani.

Raso 5.5 Positivo in fase d’impostazione, meno in quello di marcatura e posizionamento.

Fodrini 5.5 Trotterella davanti alla difesa senza impressionare.

Liberali 5 Il neo entrato Olivato lo manda in tilt. Non lo segue sul primo gol e lascia troppo spazio sul secondo.

Bellucca 5.5 Staziona sul centro destra senza mai imprimere un’accelerazione.

Romeo 6.5 Si fa valere negli inserimenti. Suo il 2 a1.

Ferrari 5.5 Spento sul fronte offensivo. 23′ st Jukaj 6 Si batte in avanti e sfiora la rete nel recupero.

Di Chio 5.5 Troppo altalenante la sua prestazione. 23′ st Maggio 6.5 Segna uno splendido gol, regala un cioccolatino a Romeo poi si guadagna il rigore, che lui stesso sbaglia. Unico ma rilevante neo della performance.

Fontana 6 Il più in palla dei suoi con i suoi movimenti e il suo mancino fatato.

All. Fogli 6.5 Capisce che per dare una scossa deve cambiare il fronte offensivo.

GOZZANO

Bertinotti 7.5 Eroe dei suoi nell’andare a sventare il rigore di Maggio nel finale di partita.

Scotti 6.5 Un salvataggio provvidenziale grazie a una diagonale che vale quanto un gol.

Brollo 6 Tiene bene sulla sinistra senza cedere mai.

Rabuffi 5.5 Meglio nell’area avversaria, che nella lettura in fase difensiva delle palle aeree.

Geno 5.5 Bene in fase d’impostazione abbassandosi sulla linea difensiva. In ritardo in fase d’interdizione e l’ammonizione ne è la conferma.

Maiorino 5 In difficoltà su Maggio fino a causare anche il rigore.

Modesti 6.5 Parte sull’out offensivo di sinistra poi con rapidità cambia rapidamente il fronte e calcia in porta. 19′ st Rivetti 6 Tiene una posizione un po’ più arretrata rispetto al compagno.

Pasku 6 Una buona prima frazione di sostanza poi cala e viene cambiato. 34′ st Pirovano sv.

Riginelli 6.5 Si scatena quando trova più spazio di agire in avanti e offre l’assist a Olivato.

Antonioli 6 Vive di giocate inaspettate che mandano in tilt la difesa avversaria.

Mutti 5 Fallisce la più facile delle occasioni cercando di far filtrare la sfera tra le gambe del portiere invece di battere di precisione o di potenza. Da lui ci si attende di più. 25′ st Olivato 8 Rientra dopo 2 mesi e dopo neanche 60” dal suo ingresso in campo segna. La doppietta è da antologia.

All. Lisa 7 Con l’ingresso di Olivato cambia la partita. Un punto davvero importante per il morale e per cercare una scalata nella seconda parte di campionato.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli