Valerio Zoppellaro
Granozzo con Monticello (No)
La Virtus Entella consacra il proprio anno magico e conquista la Supercoppa battendo 2-1 il Torino. Grande soddisfazione per la formazione di Castorina che con un sontuoso primo tempo fa suo il match. Rammarico per i granata che hanno patito maggiormente rispetto ai propri avversari i postumi del match di venerdì e non sono riusciti a ribaltare il match malgrado un buon secondo tempo. Dopo tre minuti il Torino potrebbe già essere in vantaggio, ma Del Bianco inciampa sul pallone a pochi passi dalla linea di porta tra l’incredulità generale. Dopo lo scampato pericolo l’Entella inizia a macinare gioco. All’11’ arriva il meritato vantaggio con Costa che sfrutta al meglio un assist al bacio di Sakhi e conclude a rete eludendo la difesa del Torino. Il gol subito è una mazzata per la compagine di Capriolo che, a parte una conclusione, di Del Bianco non si rende mai pericolosa. La Virtus ci prende gusto e a metà frazione raddoppia: Andreis imbecca alla perfezione il man of the match Sakhi che di testa batte l’incolpevole Lewis. Le geometrie di capitan Lipani in mediana, la rapidità di Sakhi e Vianni e la fisicità di Costa permettono ai liguri di chiudere in vantaggio. Nella ripresa Capriolo cambia completamente lo schieramento offensivo della sua squadra, inserendo i protagonisti della finale di venerdì contro l’Inter. Il Torino rientra in campo con ben altro piglio e si piazza in pianta stabile sulla tre quarti di campo avversaria. Moreo prima calcia alto da buona posizione e al 21’ dimezza lo svantaggio sfruttando una grande giocata di Kone. Il match a questo punto si fa più intenso, con la Virtus Entella che si chiude nella propria area e cerca di sfruttare al meglio le ripartenze. Fioccano gli interventi al limite, con l’arbitro Miele che fatica a gestire gli animi che si surriscaldano. Il Toro prova ad intensificare la pressione ma la manovra si fa via via sempre meno lucida e i difensori liguri sono bravissimi a sbrogliare ogni potenziale pericolo. Sull’ultimo assedio i granata protestano vivacemente per un sospetto fallo di mano nell’area della Virtus ma il direttore di gara lascia correre. Al triplice fischio finale può esplodere la gioia e l’orgoglio dei giocatori e dei tifosi dell’Entella al grido de “I campioni d’Italia siamo noi!”.

VIRTUS ENTELLA-TORINO 2-1
RETI (2-0, 2-1): 11′ Costa (V), 21′ Sakhi (V), 21′ st Moreo (T).
VIRTUS ENTELLA (4-4-2): Gragnoli 6.5, Garbarino 6.5 (27′ st Verardo sv), Lai 6.5, Lipani 7, Bonini 6.5, Nagy 6.5, Sakhi 7.5, Andreis 7, Costa 7 (23′ st Testore 6), De Rigo 6 (19′ st Meazzi 6), Vianni 7. A disp. D’Amora, Nardelli, Chiriaco, Renzone, Scognamiglio, Toriello, Laganaro. All. Castorina.
TORINO (3-5-2): Lewis 6, Bongiovanni 6.5, Ricossa 6, Enrici 5.5 (30′ st D’Ambrosio sv), Leggero 6.5, Siniega 5.5, Niang 5 (1′ st Montenegro 6), Garetto 6 (1′ st Kone 7), Del Bianco 5 (1′ st Moreo 7), Ibrahimi 5 (1′ st Sandri 6.5), Rotella 6. A disp. Fontana, Olivero, Laurenzi, Ottone, Fiorio, Cuoco, Tassone. All. Capriolo.

TORINO
All. Capriolo 6 Le scelte iniziali non si dimostrano all’altezza. Inverte la rotta nella ripresa ma è tardi.
Lewis 6 Può far poco sui gol, salva una situazione difficile.
Bongiovanni 6.5 Grande spinta e diversi cross pericolosi. Uno degli ultimi a mollare.
Ricossa 6 Fatica all’inizio poi prova a rendersi pericoloso sulla fascia.
Enrici 5.5 Patisce la rapidità delle punte avversarie, commette diversi errori.
Leggero 6.5 Concorso di colpa sui gol, nella ripresa è un muro invalicabile.
Siniega 5.5 Piuttosto approssimativo nei disimpegni, perde diversi duelli con Sakhi.
Niang 5 Sempre in ritardo, non è mai nel vivo dell’azione. 1’ st Montenegro 6 Entra con orgoglio e prova a prendere in mano la squadra.
Garetto 6 Va vicino al gol e prova in qualche modo a limitare il fraseggio dell’Entella in mediana. 1’ st Kone 7 Porta vivacità in avanti. Il gol è per gran parte merito suo.
Del Bianco 5 Si divora un gol fatto all’inizio e non si riprende più. Quasi sempre anticipato. 1’ st Moreo 7 Si fa trovare pronto e realizza la rete della speranza.
Ibrahimi 5 Nervoso e inconcludente. Viene giustamente sostituito. 1’ st Sandri 6.5 Prova a colpire dalla distanza.
Rotella 6 Ci mette grinta e agonismo, buon secondo tempo.

VIRTUS ENTELLA
All. Castorina 7 Domina il primo tempo e tiene nella ripresa. La sua squadra gioca bene e sa soffrire.
Gragnoli 6.5 Sicuro e tempestivo nelle uscite. Dà sicurezza alla squadra.
Garbarino 6.5 In pieno controllo nel primo tempo, nella ripresa soffre il dinamismo degli avversari.
Lai 6.5 Si fa sentire con ottimi interventi in varie zone del campo. Prezioso.
Lipiani 7 Il capitano da del tu al pallone e fa sempre la scelta giusta, malgrado qualche errore in appoggio.
Bonini 6.5 Annulla Del Bianco, qualche patema in più contro la rapidità di Kone.
Nagy 6.5 Interventi da campione nel primo tempo, poi c’è nei momenti di sofferenza.
Sakhi 7.5 Uomo copertina del match con assist e gol. Nella ripresa esagera con le perdite di tempo.
Andreis 7 Prestazione diligente impreziosita dall’assist per la seconda rete.
Costa 7 Gol da centravanti vero, effettua diversi ripiegamenti difensivi. Fallisce il 3-0. 23’ st Testore 6 Non disdegna il lavoro sporco.
De Rigo 6 Si vede poco, gioca una partita ordinata senza acuti. 19’ st Meazzi 6 Entra nel momento più difficile, alleggerisce la pressione con alcune ripartenze.
Vianni 7 Rapidità e fisicità, è praticamente ovunque. Nel secondo tempo è il migliore dei suoi.