9 Agosto 2020 - 19:53:00

Virtus Verona – Albinoleffe Berretti: Ghezzi-gol, poker orobico

Le più lette

Città di Varese Serie D, per il reparto offensivo c’è Alessandro Capelli. «Giocare all’Ossola sarà emozionante»

Quinto arrivo per il Città di Varese che pochi minuti fa ha annunciato l'esterno offensivo Alessandro Capelli, giocatore cresciuto...

Benarzole, in attacco arriva Castagna

Il Benarzole trova il suo numero 9 e lo va a pescare con un curriculum di un certo livello....

Villa Valle, aspettative alte e la giusta esperienza: con Bolis idee chiare e squadra tecnica

È nella splendida cornice dell’hotel ristorante Settecento a Presezzo che nella serata di mercoledì 5 agosto si è tenuta...

L’Albinoleffe porta a casa tre punti importanti per non perdere la scia della FeralpiSalò capolista. I seriani mettono subito in chiaro le proprie intenzioni, costringendo a difendersi la Virtus Verona fin dalle prime battute di gioco. La pressione bluceleste porta i suoi frutti già al 5’ quando Ghezzi apre le marcature con un pregevole tiro al volo dal limite dell’area su azione di corner, concretizzando quanto di buono preparato in settimana sulle palle inattive. La squadra di Biava non cenna a calare la pressione, con la Virtus attanagliata nella propria metà campo e incapace di mettere la testa fuori dal guscio. Sulla fascia destra Baggetta è in palla e semina più volte il panico, come quando al 16’ lascia partire un tiro-cross insidioso sul quale si oppone il portiere di casa. Alla superiorità territoriale l’Albinoleffe aggiunge anche una netta supremazia sui calci piazzati, rendendosi spesso pericolosa in zona d’attacco: al 24’ Maffi prova la deviazione nell’area piccola, ma il pallone si spegne sul fondo. È solo il preludio al gol del raddoppio. Al 29’ è lo stesso Maffi a trovare la conclusione vincente, sempre da azione d’angolo. L’undici veronese, subìto il secondo gol, prova a reagire per provare a riaprire il match. Tra il 33’ e il 36’ i rossoblù costruiscono tre nitide occasioni da gol con Galiano, Bridi e Avagliano ma, prima il portiere avversario Brevi e poi un lieve difetto di mira, negano la gioia del gol ai ragazzi di Muzzini. Il forcing virtussino nel finale di tempo avrebbe meritato maggior fortuna, ma le due squadre guadagnano gli spogliatoi sul doppio vantaggio in favore degli ospiti. Il copione della ripresa è lo stesso del primo tempo, con i bergamaschi aggressivi e determinati alla ricerca del gol della tranquillità. Al 2’ Njie fa le prove generali col gol, mandando di poco a lato un tiro dal limite dell’area. La reazione dei veneti è tutta in due traversoni pericolosi spediti in area di rigore avversaria tra il 4’ e il 6’, ma non sfruttati dagli attaccanti di casa. Dal quarto d’ora della ripresa, la Celeste decide di spingere nuovamente sull’acceleratore, costruendo un’altra grande occasione da gol con Berbenni che, a porta sguarnita, si fa murare da un difensore avversario. Il neo entrato Privato prova a pescare il jolly dalla distanza, ma con scarsa fortuna e precisione. Così al 28’ Njie mette la parola fine al match, freddando con precisione l’incolpevole Baravelli in uscita. La girandola di cambi accompagna la partita verso il tramonto, ma c’è ancora il tempo per il quarto gol seriano, ancora una volta a opera di Ghezzi, bravo a sfruttare un preciso assist dal fondo di Zoma. Dopo nemmeno un secondo di recupero, l’arbitro manda le due squadre sotto la doccia, sancendo così la rotonda vittoria degli ospiti, padrona dell’incontro per l’intero arco dei novanta minuti. La Virtus Verona esce sconfitta da un match dal quale era difficile aspettarsi di meglio, al cospetto di un’AlbinoLeffe matura e forte, pronta a giocarsi la testa del girone.

VIRTUS VERONA ALBINOLEFFE BERRETTI
La terna arbitrale

IL TABELLINO DI VIRTUS VERONA ALBINOLEFFE BERRETTI

VIRTUS VERONA – ALBINOLEFFE 0-4 (0-2)
RETI: 5’ pt Ghezzi (A), 29’ pt Maffi (A), 28’ st Njie (A), 39’ st Ghezzi.
VIRTUS VERONA (4-1-4-1): Baravelli 6.5, Filippini 5.5 (28’ st Lillaz 6), Avagliano 6, Dusi 6 (40’ st Faltracco sv), Grazioli 5.5, Brighente 6, Galiano 6.5 (18’ st Privato 5.5), Gjini 6 (28’ st Biguzzi 6), Bridi 5.5, Faccini 6 (1’ st Braga 6), Pasquali 6.5. A disp.: Malaffo, Marchesini, Caset. All. Muzzini 6. Dir.: Passuello.
ALBINOLEFFE (4-3-3): Brevi 7.5, Micheli 6, Bonazzi 6.5, Rodolfi 6.5 (42’ st Giunta sv), Maffi 7.5, Ghezzi 8 (40’ st Muzio sv), Baggetta 7 (25’ st Zoma 6.5), Piccoli 6.5, Fondi 6 (25’ st Cattaneo 6), Njie 8 (40’ st Tourè sv), Berbenni 6. A disp.: Carlini, Viganò, De Felice. All. Biava 6.5. Dir.: Belotti.
AMMONITI: Micheli (A), Fondi (A), Grazioli (V).
ARBITRO: Zaccheria di Legnago 6 Dirige un match non difficile commettendo qualche errore ininfluente.
PRIMO ASSISTENTE: Zebini di Rovigo 6.
SECONDO ASSISTENTE: Marcomini di Verona 6.

VIRTUS VERONA
All. Muzzini 6 Non si abbatte e suona la carica fino all’ultimo secondo di partita.
Baravelli 6.5 Impotente sui gol, è bravo a limitare i danni parando ciò che può.
Filippini 5.5 non sempre lucido in chiusura, fatica ad arginare gli avversari. (28’ st Lillaz 6).
Avagliano 6 Ha il merito di lottare su ogni pallone, provando anche qualche cross interessante in area.
Dusi 6 Un riferimento davanti alla difesa, cala vistosamente nella ripresa. (40’ st Faltracco sv).
Grazioli 5.5  Nel primo tempo sembra trovare le misure agli avversari, cosa che non gli riesce nella ripresa.
Brighente 6 Inizio di partita shock, si riprende in seguito con qualche buon intervento difensivo.
Galiano 6.5 Tanto movimento sulla fascia, dà brio alla manovra provandoci anche con una bella conclusione. (18’ st Privato 5.5).
Gjini 6 Gara intraprendente la sua, viene sovrastato dalla forza degli avversari alla distanza. (28’ st Biguzzi 6).
Bridi 5.5 Abbastanza isolato, prova a riaprire il match di testa ma trova davanti un muro.
Faccini 6 Agisce tra le linee senza però trovare il pertugio giusto per far male. (1’ st Braga 6).
Pasquali 6.5 È molto propositivo, uno dei pochi a crederci davvero anche nella ripresa.

VIRTUS VERONA ALBINOLEFFE BERRETTI
L’undici della Virtus Verona

ALBINOLEFFE
All. Biava 6.5 Trasmette ai suoi la consapevolezza della forza della grande squadra.
Brevi 7.5 Due grandi interventi impediscono alla Virtus di rientrare in partita, bravo anche coi piedi.
Micheli 6 Non corre particolari pericoli, si diletta anche a far partire l’azione da dietro.
Bonazzi 6.5 Gara senza affanni la sua, imposta la manovra dal basso con autorità.
Rodolfi 6.5 Sfodera tanta qualità, innescando bene la punta centrale con precisi tocchi filtranti. (42’ st Giunta sv).
Maffi 7.5 Neutralizza con efficacia l’attaccante avversario, condisce la prestazione con un bel gol.
Ghezzi 8 Due gol molto belli messi a segno e tanto lavoro e tecnica al servizio dei compagni. (40’ st Muzio sv).
Baggetta 7 Spinge forsennatamente  sulla destra, una spina nel fianco della difesa avversaria. (25’ st Zoma 6.5).
Piccoli 6.5 È sempre nel vivo dell’azione, toccando bene molti palloni in mezzo al campo.
Fondi 6 Tocca pochi palloni, è un po’ macchinoso nel controllo del pallone. (25’ st Cattaneo 6).
Njie 8  Corre molto su tutto il fronte d’attacco, mette la ciliegina col gol che chiude il match. (40’ st Tourè sv).
Berbenni 6 Grande intesa con i compagni di squadra, gli manca il tocco decisivo.

VIRTUS VERONA ALBINOLEFFE BERRETTI
Gli ospiti dell’AlbinoLeffe

SCARICA L’APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli