Coppa Brianza: Real di altro livello, Sassuolo battuto

1093
Real Madrid - Sassuolo
Real Madrid - Sassuolo

Nella seconda giornata della Coppa Brianza, Sassuolo e Real Madrid sono una di fronte all’altra per giocarsi una partita dalla posta in palio elevatissima, visto che entrambe sono risultate vittoriose nella giornata di ieri. Alla fine dopo 70 minuti di vera battaglia calcistica, ad avere la meglio sono gli spagnoli del Real che, con un tris di reti tra i due tempi di gioco, superano un Sassuolo mai domo. Però, pronti via, è subito il Sassuolo ad entrare in campo con grinta e aggressività. Di fatti nei primissimi minuti i ragazzi di Gomez sono un po’ disorientati dalla grande pressione neroverde, ma malgrado tutto il forcing emiliano non produce niente di che e la difesa madrilena regge senza grossi patemi. Con il passare dei minuti, il ritmo del match s’abbassa ed è il Real a prendere con forza in mano il pallino del gioco. Il Sassuolo però, come già ha dimostrato molto bene nella giornata di ieri contro l’Inter, in difesa regge vanificando ogni qualsivoglia tentativo offensivo degli spagnoli. I blancos capiscono che se vogliono sbloccare il match devono cercare di pungere dai calci piazzati. Infatti il primo brivido del match lo regalano gli spagnoli al 14’ con una bellissima punizione di Ballesteros, che con il mancino disegna una traiettoria che termina di un niente a lato della porta difesa da Vitale. Il Sassuolo fatica a creare sortite offensive degne di nota, e la punizione di Ballesteros è solo l’antipasto di quello che sarà il finale di frazione. Dopo tanti sforzi, ed un dominio evidente, al 30’ i blancos sbloccano il match con una sfortunata autorete di Piccinini, che di testa devia nella propria porta una punizione tagliata battuta da destra. Il Sassuolo accusa il colpo e, tre minuti più tardi, subisce il raddoppio. Questa volta la firma la mette Moscardo che, come un rapace, manda alle spalle di Vitale con una deviazione da bomber vero un’altra punizione battuta da destra. Al rientro dagli spogliatoi il Sassuolo non riesce a cambiare marcia, e anzi 4’ il Real trova il tris con Da Costa che sfrutta alla grande un errore in impostazione della difesa neroverde al limite dell’area e, da posizione molto defilata, incrocia un chirurgico destro che trafigge Vitale. Il terzo squillo madrileno non sembra svegliare i ragazzi di Pensalfini, che continuano a proporre una manovra spesso prevedibile e priva di spunti. All’8’, però, come un fulmine a ciel sereno il Sassuolo ha l’occasione di accorciare grazie alla grande azione personale di Mercati che, con classe, entra in area semina il panico e costringe Garzon al fallo da rigore. Dal dischetto si presenta Simonetta che con freddezza spiazza Conchello, ed accorcia le distanze. Il gol galvanizza il Sassuolo e specialmente quando la sfera transita sui piedi di Mercati il gioco s’illumina. Esempio lampante è l’azione avvenuta al 15’ quando l’8 neroverde fa una vera e propria magia sull’out di destra e innesca Michael, che scappa in velocità in campo aperto, ma Conchello con coraggio in uscita lo stoppa due volte vanificando il tutto. Il Sassuolo è vivo e nella parte centrale della ripresa decide di attaccare in pieno organico per poter riaprire definitivamente il match. La partita sale d’intensità, anche nervosa, con un gioco molto spezzettato a causa dei molti falli che portano al 20’ il Real a giocare in inferiorità vista l’espulsione dell’autore del raddoppio, Carles Moscardo. Il Real però non vuole correre rischi e al 27’ sfiora l’eurogol con il suo giocatore più inspirato, Oscar Subiela che, ruba palla al terzino emiliano semina il panico nella difesa neroverde, ma è sfortunato al momento della conclusione non trovando la rete. Che nella ripresa il Real sia sfortunato al tiro lo si vede anche al 33’ quando il Sassuolo, oramai sulle gambe, perde una sanguinosa palla in mezzo al campo, i blancos approfittano dell’errore e ripartono velocissimi in contropiede. Una volta in area la palla arriva sui piedi del neo entrato Guerrero che controlla e s’accentra e prova la conclusione a giro con il destro, ma la sfera sbatte in pieno sul montante a Vitale battuto. Nei restanti minuti di gioco, nonostante la grande intensità ed energia che comunque le due squadre mettono nel rettangolo di gioco, il Real con la sua superiorità tecnica gestisce bene la sfera, proteggendo di fatto il definitivo risultato di 3-1.

REAL MADRID 3
SASSUOLO 1
RETI: 30’ aut Piccinini (S), 33’ Moscardo (R), 4’ st Da Costa, 9’ st Simonetta (S).
REAL MADRID: Conchello, Herrera (27’ st Garcia), Zamora (1’ st Gordo), Rubalcaba, Da Costa (14’ st Rangel), Ballesteros (26’ st Lancho), Subiela (31’ st Guerrero), Garzon, Carreras, Rufo (14’ st Ramon), Moscardo. A disp.: Arreiro. All. Gomez.
SASSUOLO: Vitale, Ciafardini, Manarelli (11’ st Crotti), Simonetta (16’ st Cannavaro), Uni, Piccinini, Michael, Mercati, Ripamonti (11’ st Barani), Aucelli (16’ st Laghi), Caniparoli. A disp.: Cermaglia, Grumo, Fosu. All. Pensalfini.
ESPULSO: 21’ st Moascardo (R).


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.