5 Agosto 2020 - 13:23:04

FeralpiSalò, il nuovo Responsabile del Settore Giovanile Alex Pinardi si presenta: «Per me il giudice è sempre il campo»

Le più lette

Un giornale dedicato ai nostri ragazzi, quelli che non mollano mai

Andiamo in vacanza per due settimane, torneremo in edicola il 24 agosto che, malgrado l’incapacità conclamata delle istituzioni calcistiche,...

Melzo Under 19, la scelta per la panchina della Juniores ricade su Flavio Cereda

Flavio Cereda è il nuovo allenatore del Melzo Under 19. Ad annunciarlo è lo stesso club tramite un comunicato...

#Calciocultura, ecco il secondo episodio della rubrica sul lato culturale del calcio!

Eccoci al secondo appuntamento con l'esplorazione dei media riguardanti il calcio! Nella scorsa puntata abbiamo preso in analisi alcuni...

Continua, tramite i canali social, la presentazione del nuovo assetto dirigenziale del settore giovanile della FeralpiSalò. Dopo l’intervista a Pietro Lodi, questa volta tocca al nuovo Responsabile del Settore Giovanile Alex Pinardi (subentrato a Pietro Strada lo scorso 24 maggio): «Ringrazio la società, il Presidente e tutti i componenti della società, per questo grande attestato di stima. Spero di farlo al meglio». Pinardi ha già le idee abbastanza chiare e manda un messaggio chiaro ai ragazzi del vivaio: «Per me il giudice è sempre il campo. Chiedo loro grande impegno, grande convinzione, grande voglia di migliorarsi. E poi ci sono io, che darò una mano a tutti i ragazzi. Non vedo l’ora di iniziare». Tra i giovani gioiellini della Feralpisalò, è presente anche il figlio di Alex: Niccolò Pinardi. Ma per Alex Pinardi, non sembrano esserci problemi: «Mi piace scindere le due cose. Lui, è giusto che faccia il suo percorso. Io devo fare il mio. Io parlo da papà, è un bravo ragazzo. Poi, quello che farà sul campo, non spetta a me giudicarlo». Il nuovo Responsabile del Settore Giovanile ha ricordato, anche, il grande lavoro svolto dal suo predecessore Strada: «Si, ha fatto un grandissimo lavoro Pietro. Ci tengo a salutarlo e a ringraziarlo, perché comunque mi ha inserito l’anno scorso nel settore giovanile. Ripeto, ha fatto un ottimo lavoro. Dopo, delle persone possono avere idee diverse, però, sicuramente, quello che ha fatto è innegabile e ha fatto molto bene».

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli