18 Giugno 2021

Albinoleffe-Pergolettese Primavera 3: Piccinelli pareggia un’altra rete di Valli, Cattaneo la decide di rigore

Le più lette

Città di Brugherio-Speranza Agrate Esordienti B: spettacolo e intensità, Tavella ispira e guida la Speranza

La fase di studio finisce in concomitanza col fischio dell'arbitro: le due squadre impostano subito un ritmo indiavolato alla...

Inter-Milan Under 18: lampo di Peschetola e capolavoro di Fabbian, il derby torna a tingersi di nerazzurro

La vendetta perfetta nel momento più giusto. L'Inter, dopo la sconfitta per 1-0 nella gara di andata, vince il...

Città di San Giuliano-Assago Pulcini B: doppiette di Gualtieri e Rivieccio, Coviello e Villella non mollano mai

Dribbling, conclusioni dalla lunga distanza, alta intensità e spirito combattivo. Non è mancato nulla nella sfida fra Città di...

Bella vittoria per l’Albinoleffe che in casa riesce a portare a casa i tre punti contro una Pergolettese coraggiosa e che non ha mai mollato. I ragazzi di Bianchessi hanno giocato alla pari con la capolista, creando anche diverse occasioni da gol e forse il pari sarebbe stato il risultato più giusto, ma la velocità di Valli e lo strapotere fisico di Doumbia hanno giocato un ruolo fondamentale nella sfida.

Squillo di Valli, risposta di Piccinelli. Nel primo tempo le due squadre si studiano e per tutta la prima parte non si registrano occasioni degne di nota. L’Albinoleffe prova a spingere, cercando di sfruttare l’imprevedibilità di Zoma e Longo mentre la Pergolettese cerca di chiudere tutti gli spazi e di servire in velocità i propri esterni d’attacco. Al 17′ l’equilibrio si rompe con Longo che si alza sulla corsia di destra, crossa in mezzo dove arriva Zoma che fa la sponda per Valli che non ci pensa due volte e insacca. Poco dopo sono ancora i padroni di casa ad essere pericolosi con Muzio che avanza centralmente, entra in area e calcia forte in porta, ma Labruzzo è bravissimo a deviare in angolo. La Pergolettese però comincia a macinare gioco e a trovare spiragli tra le maglie della difesa di Biava e al 40’ trova il pari: Bresciani mette una palla magica per la corsa di Piccinelli che a tu per tu davanti al portiere è freddo e gonfia la rete. Siamo nei minuti finali e De Felice è bravissimo ad anticipare Perotti e dà il via al break dell’Albinoleffe, servendo poi al limite Angeloni che calcia dalla distanza, ma la traiettoria del tiro è alta e non centra lo specchio della porta.

La fiammata di Doumbia. Inizia la ripresa: Bianchessi prova a cambiare qualcosa in attacco inserendo Patarino al posto di un opaco Perotti e i risultati non tardano ad arrivare. Già nei primi minuti della ripresa, il neoentrato attaccante degli ospiti si rende subito protagonista con una conclusione al volo che mette in difficoltà Facchetti che però è bravo a recuperare la posizione e a smanacciare. La risposta della capolista non si fa attendere e al 25’ Doumbia prende palla a centrocampo, resiste ad una carica di Piccinelli e si immola verso l’area di rigore dove viene affrontato da Barbieri che lo stende. È sicuro Cravero ad indicare il dischetto e dagli undici metri si presenta Cattaneo che con precisione calcia la sfera all’angolino basso: nulla da fare per Labruzzo che intuisce ma non riesce ad arrivare in tempo sulla sfera. La Pergolettese però non si perde d’animo, la sua manovra è fluida anche grazie al lavoro di Bresciani tra le linee che non dà punti di riferimento agli avversari e al 30’ sfiora il gol con una conclusione dalla distanza che si abbassa improvvisamente. Bravissimo ancora una volta Facchetti a smanacciare in calcio d’angolo. Siamo ormai alle battute finali, gli ospiti spingono sull’acceleratore e sfiorano il gol al 43’: Donarini allunga la falcata sulla corsia di sinistra, arriva sul fondo e crossa per la testa di Patarino che stacca bene, ma di testa non trova la porta spegnendo di fatto i sogni di un meritato pari.

Albinoleffe Pergolettese Primavera 3-Bresciani
Bresciani Pergolettese

IL TABELLINO

ALBINOLEFFE-PERGOLETTESE 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1):
17′ Valli (A), 40′ Piccinelli (P), 26’ st rig. Cattaneo (A).
ALBINOLEFFE (3-5-2): Facchetti 6.5, Arsuffi 6, De Felice 6.5, Cattaneo 6.5 (42′ st Freri sv), Bertocchi 6.5, Doumbia 6.5, Longo 6, Muzio 6.5 (23′ st Malfetta 6), Angeloni 5.5 (23′ st Frattini 6), Zoma 6, Valli 7 (15′ st Touré 6). A disp. Servalli, Maffi, Mangili, Mazzoleni, Regantini, Pozzi, Berardelli. All. Biava 6.5.
PERGOLETTESE (4-4-2): Labruzzo 6.5, Pozzoni 6, Donarini 6, Meddah 6.5, Mustafaraj 6 (39′ st Napoli sv), Barbieri 5.5, Nossa 6 (25’ st Federico 6), Pederzoli 6.5, Perotti 5.5 (1’ st Patarino 6.5), Bresciani 7, Piccinelli 7. A disp. Zoncada, Lupo Stanghellini, Aceti, Caruso, Rochetti. All. Bianchessi 6.5.
ARBITRO: Cravero di Busto Arsizio 6.
ASSISTENTI: Brioschi di Seregno e Balestra di Bergamo.
AMMONITI: Pozzoni (P), Barbieri (P), Pederzoli (P), Nossa (P), Longo (A).

LE PAGELLE

ALBINOLEFFE

Facchetti 6.5 Compie due belle parate su Bresciani che salvano il risultato. Comanda bene il reparto difensivo.

Arsuffi 6 Qualche errore in fase di contenimento. Talvolta si lascia sfilare Piccinelli dietro di sé.

De Felice 6.5 Sempre pronto ad anticipare l’avversario con la sua fisicità. Bellissimo il recupero che ha dato il la al contropiede.

Cattaneo 6.5 Metronomo del centrocampo, bravissimo a dettare i tempi e a tamponare le situazioni pericolose. Dagli undici metri è chirurgico. (42′ st Freri sv).

Bertocchi 6.5 Oggi molto preciso sia in fase di copertura che in fase d’impostazione. Pochissimi i suoi errori in una partita di personalità.

Doumbia 6.5 Quando ha campo e parte è incontenibile. Piccinelli prova a fermarlo, ma con un’azione alla “Mark Lenders” si porta in area e si procura un rigore.

Longo 6 Parte bene sulla sua corsia preferenziale, poi si spegne alla distanza facendo il compitino.

Muzio 6.5 Motore del centrocampo: con la sua corsa da equilibrio a tutta la squadra. È sempre nel vivo dell’azione e sfiora il gol nel primo tempo. (23′ st Malfetta 6).

Angeloni 5.5 Prova a fare sportellate con i difensori avversari, ma stretto nella morsa non riesce a rendersi pericoloso. Una sola occasione, calciata però alta. (23′ st Frattini 6).

Zoma 6 Fa tanto lavoro di sponda, facendo salire la squadra e cercando di aprire gli spazi per gli inserimenti. È suo l’assist dell’1-0.

Valli 7 Nella sua nuova posizione sta regalando tante gioie ai propri compagni di squadra. Sempre pronto a chiudere e a tagliare verso l’area avversaria. (15′ st Touré 6).

All. Biava 6.5 Bravi i suoi ragazzi a sfangarla. Non era la miglior giornata, ma i tre punti sono sempre importanti.

Albinoleffe Pergolettese Primavera 3-Albinoleffe
L’undici di Biava

PERGOLETTESE

Labruzzo 6.5 Almeno due sono le parate importanti che tengono in vita i suoi. Incolpevole sui gol presi.

Pozzoni 6 Nel primo tempo fatica a tenere le folate offensive di Valli sulla fascia. Migliora poi nella ripresa, acquistando maggior fiducia.

Donarini 6 Va un po’ in sofferenza in fase difensiva, meglio quando ha campo davanti a sé e può sfornare cross per gli attaccanti.

Meddah 6.5 Il migliore del pacchetto arretrato, sempre bravo nelle marcature preventive e a leggere le situazioni in anticipo.

Mustafaraj 6 Corre tanto, lotta su tutti i palloni come un leone e tiene bene il centrocampo. Prestazione sicuramente positiva. (39′ st Napoli sv).

Barbieri 5.5 Partita sicuramente sufficiente fino all’episodio del rigore, in cui letteralmente stende Doumbia in area.

Nossa 5.5 Prova a spingere sulla destra, soprattutto nel primo tempo, ma non riesce a creare superiorità numerica e ad incidere. (25’ st Federico 6).

Pederzoli 6.5 Bravissimo a spezzare il gioco per poi far ripartire subito l’azione con qualità e precisione.

Perotti 5.5 Poco coinvolto nella manovra, non riesce a rendersi pericoloso come vorrebbe.

1’ st Patarino 6.5 Molto più intraprendente del proprio compagno di squadra. Va vicino al gol in un paio di occasioni.

Bresciani 7 Svaria molto in mezzo al campo, si prende un sacco di legnate ed è quello che inventa la giocata e spariglia le carte. È lui il faro della squadra.

Piccinelli 7 Bravissimo a trovare lo spazio per diventare pericoloso negli ultimi metri. Sull’occasione del gol preso, prova ad abbattere Doumbia in tutti i modi.

All. Bianchessi 6.5 Se la gioca alla pari con la capolista e la sua squadra oggi non meritava la sconfitta per quanto visto in campo.

Albinoleffe Pergolettese Primavera 3-Pergolettese
I ragazzi di Bianchessi

ARBITRO

Cravero di Busto Arsizio 6 Una gestione dei cartellini sicuramente un po’ approssimativa, ma non sbaglia a vedere l’episodio della partita.

LE INTERVISTE

È contento del risultato Biava, meno per la prestazione: «Oggi non abbiamo fatto una grande partita, un po’ per demerito nostro che non eravamo molto in giornata. Ci siamo mossi poco, a livello tecnico abbiamo sbagliato qualcosa di troppo e abbiamo cercato più giocate individuali. Merito anche della Pergolettese che ci pressava a tutto campo e ci ha messo molto in difficoltà. Dopo il vantaggio potevamo chiudere la gara sfruttando i contropiedi che abbiamo avuto, invece sul finale abbiamo staccato un po’ la spina e abbiamo subito il gol del pari. La partita è stata in bilico fino alla fine e per fortuna che sul rigore siamo riusciti a portare a casa i tre punti. Bresciani ci ha messo in difficoltà, si abbassava tanto e non riuscivamo a chiuderlo in tempo con i mediani». Discorso completamento opposto per Bianchessi che è molto soddisfatto della prova: «Sono felicissimo oggi dei miei ragazzi, abbiamo tenuto testa all’Albinoleffe, giocando alla pari e penso che il pari sarebbe stato giusto. Anzi, forse un pareggio ci sarebbe stato anche stretto perché abbiamo tenuto bene il campo, creato tante occasioni e non ho contato tanti pericoli creati da loro. Mi sono piaciuto veramente in tutto: nel gioco, nell’atteggiamento e nella voglia di non mollare mai. Lo facciamo sempre, ma non siamo molto fortunati in alcune situazioni. Bresciani? Lui tocca tanti palloni e lui è quello che salta all’occhio, ma merito anche ai compagni di squadra che lo mettono nelle condizioni di rendere al meglio. L’arbitraggio? Qualche episodio dubbio c’è stato, personalmente la conduzione di gara e la gestione dei cartellini non mi è piaciuta. Alla fine, quello che decide è lui».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli