16 Maggio 2021

Albinoleffe Primavera 3, una sosta vissuta da capolista e Biava non si nasconde: «Vogliamo la fase finale»

Le più lette

Gavirate Eccellenza, l’impatto di Tartaglione: da bomber di Promozione a trascinatore in Eccellenza

Un decennio passato in doppia cifra nella Promozione varesina tra Mozzate, Castellanzese, Busto 81 e Uboldese, prima dell’approdo in...

Albinoleffe-Pontedera Serie C: Riva, Savini e la sfortuna si oppongono ai sogni toscani, Manconi chiude la pratica nel recupero

Occorreva violare il Comunale Città di Gorgonzola per passare il turno. Una vera e propria impresa per il Pontedera...

Ausonia-Pro Sesto Under 15: Gualtieri e Di Maio guidano i neroverdi alla vittoria

Una mattinata memorabile per l'Ausonia al centro sportivo di via Bonfadini. I classe 2006 di Mario Di Benedetto infatti...

Quattordici punti, quattordici gol realizzati e nessuna sconfitta: sono queste le cifre dell’Albinoleffe fin qui, squadra che guida in solitaria il girone B di Primavera 3, dopo il sorpasso di sabato scorso effettuato nei confronti della Feralpisalò. Ad una giornata dal termine del girone di andata, è tempo di primi bilanci. E il suo tecnico, Giuseppe Biava, applaude il lavoro svolto dai suoi ragazzi: «Bilancio sicuramente positivo, si fa fatica a disputare un campionato normale in questo periodo. Anche allenarsi è stato difficile i primi tempi. Però, nonostante questo, i ragazzi hanno fatto bene, si sono impegnati, e stanno ottenendo i risultati che ci auguravamo. L’obiettivo del nostro settore giovanile è quello di migliorare i giocatori, per poi portarli in prima squadra. Poi, certo, è vero che è importante anche il risultato. E c’è soddisfazione quando si arriva tra le prime. Ora siamo in testa e cercheremo di mantenere questa posizione fino alla fine, perché poi è bello confrontarsi con altre squadre nella fase finale». C’è sicuramente un dato che colpisce analizzando la rosa dell’Albinoleffe: tra 2004 e 2005, sono ben otto i calciatori impiegati dal tecnico, che si dice contento del loro rendimento: «Sono dei ragazzi bravi, che si sono integrati subito quest’anno. Con la sfortuna che l’Under 17 si è fermata, e quindi gioca soltanto dei test match, abbiamo avuto la fortuna di poterli valutare. E abbiamo fatto esordire due 2005 molto interessanti come Angeloni e Freri. Per ora stanno facendo il loro dovere, siamo molto contenti». Angeloni e Freri, non a caso, sono i due 2005 su cui Biava ha deciso di puntare e, soprattutto Angeloni, si è guadagnato subito il posto da titolare, disputando le ultime tre dall’inizio: «Lo abbiamo valutato attentamente nelle varie amichevoli interne contro l’Under 17 e ci siamo resi conto che i nostri difensori contro di lui facevano molta fatica. Ma soprattutto a livello fisico, reggeva molto bene l’urto. Anche perché lui ha una buona struttura fisica e sa proteggere bene la palla. Sta dimostrando di poter stare benissimo nella categoria, nonostante paghi due anni di differenza. È un ragazzo serio, che lavora, sta zitto, e cerca di imparare. Questo è un fatto molto positivo». Da ben quattro stagioni, Biava guida la formazione Primavera dell’Albinoleffe, e i risultati sono sempre molto importanti: «Il segreto del mio lavoro è un po’ quello dell’intero settore giovanile, che è un lavoro di squadra. Poi sta a me cercare di inserire i giocatori nella categoria nuova, facendoli rendere al meglio. In questi quattro anni abbiamo raggiunto ottimi risultati, sul campo ma anche in ottica prima squadra. Penso a Piccoli, che l’anno scorso era con me, quest’anno ha giocato venti partite da titolare in una categoria difficile come la Serie C. Siamo contenti di questo, sia io che la società».


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli