Atalanta-Inter, la finale: le pagelle dell’Inter

Le più lette

Dove saremo nella Scuola calcio: le partite che troverete su Terzo Tempo

Dove saremo: da Torino ad Alessandria, ecco le partite della Scuola Calcio che andremo a vedere questo weekend e...

Eccellenza, Telgate e Vobarno si muovono in uscita: via Bonometti e Guercilena, Trilli all’Ospitaletto

Inizia a fare i primi tagli anche il Telgate che ieri sera ha annunciato gli addii di Davide Bonometti,...

Promozione Girone B, Pregnolato verso Bussoleno

Si scaldano i motori per il mercato. Fischio d’inizio il 2 Dicembre, tutti pronti a scattare sulle occasioni che...

Dekic 7 Poco impegnato per buona parte del primo tempo, è comunque attento nelle uscite, sempre semplici e mai complicate, ha un tentennamento su un rinvio, si rifà alla grande prima dimostrando grande sicurezza nell’uscire dall’area a spazzare, poi compie un vero e proprio miracolo su Heidenreich. Nella ripresa è attento nelle uscite alte. Sul gol può fare poco.


Zappa 7 Bravo e preciso nelle chiusure, commette qualche sbavatura in fase di disimpegno e ripartenza. Prova a concludere da fuori, il tiro è pericolo ma alto sopra la traversa.


Nolan 6.5 Svolge bene il suo ruolo, senza commettere errori. Nella ripresa guida la retroguardia. (39’ st Merola sv).


Rizzo 7.5 Gli viene affidato lo scomodo ruolo di marcare Kulusevski, lo fa alla grande: sempre presente in ogni occasione, compie un vero e proprio miracolo su un contropiede atalantino.


Persyn 6 Gioca un primo tempo quasi sufficiente, in cui tocca pochi palloni. Nel secondo tempo esce fuori facendo un buon lavoro di copertura su Cambiaghi, l’attaccante atalantino vede i  suoi tiri sporcati. Nel complesso sufficiente (14’ st Grassini 6.5).


Gavioli 6.5 Fa da filtro tra centrocampo e difesa, riesce a recuperare diversi palloni ponendo un freno alla manovra avversaria. Una gara ben giocata sotto tutti i punti di vista.


Pompetti 6.5 Scalda i guanti a Ndiaye con un pericoloso tiro da fuori, quando conquista palla la gestisce mettendo ordine. In fase di non possesso fa pressing. Commette una leggerezza di troppo, va morbido su un pallone, permette all’Atalanta di ripartire e di segnare il gol vittoria.


Schirò 7.5 Si rende spesso pericoloso, è tra i migliori in campo, non disdegna nessuna delle due fasi: in attacco è propositivo, combina bene con i compagni e cerca di liberarsi per il tiro. In difesa corre spesso in soccorso di Corrado, il suo aiuto è prezioso per la difesa, frena sia Peli che Zortea.


Corrado 7 Viene chiamato ad una grande prova di scarifico fin dall’inizio, ha il difficile compito di chiudere la fascia di Zortea. Ne esce alla grande dimostrandosi sicuro è mai in affanno. L’unico che riesce a impensierirlo è Peli, che ha maggiore velocità. Mette un buon cross e combina alla grande con Salcedo.


Salcedo 7 In fase di non possesso effettua sempre i movimenti giusti, dimostra gran visione di gioco fornendo passaggi smarcanti, sia rasoterra che alti. Cerca spesso la conclusione, senza mai rinunciare alla generosità che caratterizza la sua partita, infatti spesso ripiega in difesa. Abbandona per un fastidio muscolare (25’ st Esposito 6.5).


Colidio 6 Fa a sportellate e gioca di sponda, tuttavia non risulta per nulla pericoloso e decisivo. Il più deludente.


All. Madonna 6.5 La squadra si comporta bene ma dimostra alcune lacune in fase realizzativa, tuttavia disputa una buona gara decisa da una sbavatura di uno dei migliori in campo.


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Indietro
Privacy Policy Cookie Policy