Atalanta-Torino: doppietta di Colley nei supplementari, passa la Dea!

388
Heidenreich abbraccia Colley
Heidenreich abbraccia Colley

Al termine di una partita sensazionale e ricca di emozioni e colpi di scena, l’Atalanta conquista la finale Scudetto battendo il Torino dopo i tempi supplementari. Forse la più bella gara dell’anno della categoria Primavera, con i ragazzi di Massimo Brambilla due volte in vantaggio e due volti recuperati dal mai domo Toro di Coppitelli, bravo a rimanere vivo e portare il match all’extratime. Alla fine una doppietta di Colley decide la sfida, con il gol di Millico a chiudere il 4-3 finale.

L’Atalanta, senza due pedine importanti come Del Prato e Colpani – impegnati al Mondiale Under 20 – sceglie il 4-2-3-1 schierando davanti alla difesa Ta Bi e Da Riva: dietro Heidenreich gioca al fianco di Okoli al posto di Guth, Zortea e Brogni agiscono sulle fasce mentre in porta c’è N’Diaye (anche Carnesecchi è in Nazionale). Davanti tutto confermato, giocano i big: Peli a destra, Cambiaghi a sinistra e Kulusevski alle spalle di Piccoli. Il Torino risponde con un 4-3-3 tendente al 4-4-2: Potop e Micheletti trovano una maglia da titolare sulla linea difensiva completata da Ferigra e Singo, in mediana Kone, Onisa e De Angelis, davanti Petrungaro insieme agli intoccabili Rauti e Millico.

L’Atalanta parte fortissimo e al 13′ passa: Kulusevski lavora un pallone recuperato da Brogni e tocca al limite dell’area per Cambiaghi, sinistro rasoterra che tocca il palo e finisce in rete per il vantaggio atalantino. La Dea comanda il gioco e Piccoli ci prova con un paio di conclusioni che si rivelano però velleitarie. Nel secondo tempo succede di tutto. A cominciare dal miracolo di Gemello su Kulusevski, propedeutico al pareggio del Torino: angolo di Millico, colpo di testa di Rauti, palla che arriva a Belkheir che col sinistro insacca. Il gol dei granata non cambia l’inerzia del match, con l’Atalanta che al 33′ si riporta in vantaggio: ennesimo cross di Brogni, palla rinviata male da Ferigra e Kulusevski dai 16 metri con il destro non perdona. Sembra fatta, ma nell’assalto finale – con anche Gemello nell’area avversaria – il Torino fa 2-2: sempre Millico dalla bandierina e colpo di testa vincente di Singo che porta il match ai supplementari.

Dopo un primo tempo senza reti, il Torino è costretto a sbilanciarsi (il pareggio avrebbe eliminato i granata) e l’Atalanta va a nozze colpendo in contropiede. A prendersi la copertina è Colley, che prima segna di testa su assist di Traore, poi – sempre dopo un’iniziativa di Traore – firma il gol della sicurezza con un destro chirurgico. Millico su punizione rende solamente meno amara la sconfitta del Torino. In finale va l’Atalanta.

ATALANTA-TORINO 4-3 dts
RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-2, 4-2, 4-3): 13′ Cambiaghi (A), 20′ st Belkheir (T), 33′ st Kulusevski (A), 50′ st Singo (T), 5′ sts Colley (A), 7′ sts Colley (A), 10′ sts Millico (T).
ATALANTA (4-2-3-1): N’Diaye 5.5, Zortea 6.5, Okoli 7, Heidenreich 6.5, Brogni 7, Da Riva 6, Ta Bi 6.5, Peli 6.5 (36′ st Traore 7.5), Kulusevski 7.5 (34′ st Gyabuaa 6), Cambiaghi 7 (29′ st Colley 8), Piccoli 6.5. A disp. Nozza Bielli, Bergonzi, Girgi, Guth, Louka, Ghislandi, Cortinovis, Kraja, Pina Gomes. All. Brambilla 7.5.
TORINO (4-3-3): Gemello 7, Singo 7, Ferigra 5, Potop 5.5 (33′ Sportelli 5.5), Michelotti 5 (1′ st Isacco 6), Kone Ben 5.5 (36′ st Buonavoglia 6), Onisa 5.5, De Angelis 5.5 (9′ st Gilli 6), Petrungaro 5 (9′ st Belkheir 7), Rauti 6, Millico 6.5. A disp. Trombini, Ambrogio, Marcos Lopez, Moreo, Ghazoini, Cuoco, Tordini. All. Coppitelli 6.
ARBITRO: Meraviglia di Pistoia 6.5.
COLLABORATORI: Garzelli di Livorno e Meocci di Siena.
QUARTO UOMO: Marcenaro di Genova.

LE IMMAGINI DI SPORTITALIA


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.