14 Aprile 2021

Bologna-Atalanta Primavera 1: Kobacki-Sidibe, la Dea centra la terza vittoria consecutiva e si rilancia

Le più lette

Seregno Serie D: Alessandro sfida Pontiggia, respinto l’assalto della Casatese

Giornata divisa in due che chiama doppiette senza fine, con anche un tripletta firmata da Marco Castelli, che ha...

Prima Categoria Piemonte: Panarelli lascia la Saviglianese

Dopo neanche un anno, termina già l'avventura di Nicola Panarelli come tecnico della Saviglianese. Dopo gli anni a Piossasco...

Folgore Caratese, Simone Crippa vuole restare: «Sette anni fantastici, spero di poter continuare con passione ed entusiasmo»

Simone Crippa e la Folgore Caratese. Un rapporto iniziato sette anni fa, che non ha la minima intenzione di...
Dennis Carzaniga
Dennis Carzaniga
Caposervizio Redazione Lombardia

Si gioca, non si gioca, si gioca. L’Atalanta, dopo il balletto del “rinvio-non rinvio” a ridosso dell’orario del match a causa delle neve scesa nella notte, scende in campo – e vince – contro un Bologna che tiene un tempo ma che poi si scioglie in una ripresa non all’altezza della situazione. Bentornata Dea: Massimo Brambilla insiste con il 3-5-2 visto contro la Sampdoria e centra la terza vittoria consecutiva, rilanciando classifica e ambizioni di una squadra che faceva effetto veder lottare in zona retrocessione. A decidere la sfida Kobacki e Sidibe, bravi a rispondere al gol iniziale di Rocchi.

Gol sporchi. E non poteva essere altrimenti, visto che le condizioni del campo peggiorano vistosamente già dopo circa un quarto d’ora. Il botta e risposta del primo tempo è firmato dai due numeri 11, Rocchi e Kobacki e porta il match all’intervallo su un giusto risultato di 1-1. Massimo Brambilla, dopo la brillante vittoria sulla Sampdoria, conferma la difesa a tre e quindi il 3-5-2 con Kobacki-Italeng coppia d’attacco, Sidibe e Gyabuua ai lati di Panada a centrocampo e con Vorlicky in panchina: Ghislandi e Ceresoli gli esterni, con Cittadini, Berto e Scalvini terzetto davanti a Gelmi. Il Bologna degli ex (Nicolò Milani e Andrea Viviani nei titolari e Alessandro Roma in panchina) va avanti con il 4-3-3, con Zauri che perde la stellina Rabbi ma può contare sul “prima squadra” Musa Juwara, schierato alto a destra con il dirottamento di Rocchi a sinistra. Non potendo contare sulla fluidità del gioco, complicato dal campo semi-ghiacciato, il match vive principalmente di episodi. Come quello che al 13′ apre l’elenco delle occasioni: Berto sbaglia il disimpegno, Vergani ne approfitta e si invola verso Gelmi e incrocia il sinistro rasoterra, ma il pallone incoccia il palo. La risposta atalantina porta la firma di Italeng e Kobacki, ma Molla è bravo ad opporsi al 19′. La partita si sblocca al 22′: Juwara sfonda dal centro verso sinistro e calcia, il suo mancino (molto più un tiro strozzato che un assist volontario) pesca sul secondo palo Rocchi che deve solamente appoggiare in rete il vantaggio felsineo. Cinque minuti dopo però è già 1-1: Gyabuaa tocca per Kobacki che vincendo un rimpallo e si trova solo soletto davanti a Molla, destro nell’angolino e il pareggio è servito.

Scatto Dea. L’Atalanta nel secondo tempo è molto più determinata e lo si vede subito, dato che dopo appena 120 secondi Italeng avrebbe la palla buona per il vantaggio (ma la spreca svirgolando il destro). Panada alza i giri del motore, Gyabuua e Sidibe conquistano metri di campo e il Bologna si trova a non riuscire più a uscire dalla propria trequarti. Al 13′ il vantaggio sembra cosa fatta: Gyabuaa calcia in porta dalla destra, Molla respinge corto e Kobacki dovrebbe solo appoggiare in rete ma arriva Milani che con la punta del piede libera l’area di rigore anticipando il bomber polacco con un intervento monumentale. Il gol è comunque maturo, e puntuale arriva al 22′: ennesima discesa di Guillaume Renault sulla destra, cross al bacio sul piede di Sidibe che si inserisce con i tempi giusti e insacca alle spalle di Molla il 2-1 atalantino. A questo punto ci si aspetterebbe la reazione della squadra di Zauri, che si gioca le carte Pagliuca e Roma, ma così non è: la Dea è padrona del campo, la linea difensiva regge senza concedere centimetri e ossigeno agli avversari e va pure vicina al terzo gol ancora con Kobacki su assist di Panada ma Molla è bravo nella respinta (30′). Il forcing finale dei padroni di casa produce solamente qualche palla sporca buttata in area di rigore, troppo poco per Gelmi che dorme sonni tranquilli fino al triplice fischio.

IL TABELLINO

BOLOGNA-ATALANTA 1-2
RETI (1-0, 1-2): 22′ Rocchi (B), 27′ Kobacki (A), 22′ st Sidibe (A).
BOLOGNA (4-3-3): Molla 6, Arnofoli 5, Montebugnoli 5.5, Milani 6, Grieco 5.5 (23′ st Roma 6), Khailoti 6, Viviani 5.5 (45′ st Fabretti sv), Farinelli 6.5, Vergani 6 (23′ st Pagliuca 5.5), Juwara 6.5 (36′ st Di Dio sv), Rocchi 7 (36′ st Sigurpalsson sv). A disp. Prisco, Motolese, Maresca, Annan, Cavina, Pietrelli A., Cossalter. All. Zauri 5.5.
ATALANTA (3-5-2): Gelmi 6, Ghislandi sv (16′ Renault G. 7, 45′ st Scanagatta sv), Ceresoli 6, Berto 5.5, Cittadini 6.5, Scalvini 6.5, Sidibe 7.5, Gyabuaa 6.5, Italeng 6, Panada 7, Kobacki 7.5 (45′ st De Nipoti sv). A disp. Dajcar, Bonfanti, Vorlicky, Grassi, Hecko, Mehic A., Rosa. All. Brambilla 7.
ARBITRO: Zamagni di Cesena 6.5.
COLLABORATORI: Monaco di Termoli e Dell’Arciprete di Vasto.
AMMONITI: Khailoti e Farinelli (B), Berto (A).

Bologna-Atalanta Primavera 1: le squadre schierate
Bologna-Atalanta Primavera 1: le squadre schierate

LE PAGELLE

PAGELLE BOLOGNA
Molla 6 Okay su Kobacki sullo 0-0, poi sul gol dell’attaccante polacco non può fare proprio nulla. Nella ripresa una parata difettosa su Gyabuaa (Milani lo salva), e una bella respinta su un tiro ravvicinato sempre di Kobacki.
Arnofoli 5 Si trova di fronte un Ceresoli a tutta fascia e quindi libero di attaccare, e le gambe tremano. Tiene botta nel primo tempo, ma nella ripresa crolla: non passa praticamente mai la metà campo e si fa anticipare da Sidibe sul gol del 2-1 atalantino.
Montebugnoli 5.5 Inizio tranquillo, poi quando entra Renault sono guai. Costretto a stare sulle sue per cercare di arginare l’esterno destro orobico, ma alla lunga il duello lo vede uscire sconfitto.
Milani 6 Partita difficile contro un Kobacki in grande forma, salva la sua pagella con un intervento difensivo miracoloso proprio su Kobacki sull’1-1: un salvataggio che vale come un gol segnato.
Grieco 5.5 Sicuramente non la sua miglior partita. Un po’ in ombra in fase di costruzione, anche per colpe non sue, gli tocca concentrarsi su quella difensiva: alla lunga però soffre la fisicità di Gyabuua e Sidibe e soprattutto la lucidità di Panada. (23′ st Roma 6).
Khailoti 6 Riesce a non affondare: Italeng è ben controllato e Kobacki gioca lontano dalla sua zona. I pericoli maggiori arrivano dalle fasce laterali, respinge tutto quello che può respingere.
Viviani 5.5 Conosce a memoria i suoi avversari, ma non riesce a usare le informazioni che ha visto il suo lungo passato in nerazzurro per eccellere in una mediana che alla lunga va spesso in sofferenza. (45′ st Fabretti sv).
Farinelli 6.5 Sempre nel vivo dell’azione rossoblù, sempre ad alto ritmo e con qualche giocata di fino da stropicciarsi gli occhi. Nel secondo tempo cala di livello e tutta la squadra ne risente.
Vergani 6 Da solo contro tre difensori, fa quello che può. Cerca di far salire la squadra e sullo 0-0 è bravo a sfruttare l’errore di Berto involandosi verso Gelmi: conclude anche bene, ma la sfortuna indirizza il suo mancino sul palo. (23′ st Pagliuca 5.5).
Juwara 6.5 Ha un altro passo e non manca di farlo vedere. L’assist per il gol di Rocchi è più un tiro sbagliato, ma l’efficacia della sua azione dirompente non si discute. Viene spesso qualche metro indietro a prendersi il pallone liberando spazi per i compagni. Nella ripresa però si vede che gli manca il ritmo partita, uscendo piano piano dal match. (36′ st Di Dio sv).
Rocchi 7 Senza Rabbi tocca a lui agisce a sinistra, ma non sente la differenza. Si fa trovare prontissimo quando Juwara gli mette sul destro un pallone solo da scaraventare in rete: non si fa pregare. Cala come tutta la squadra nel secondo tempo, ma la sua firma rimane. (36′ st Sigurpalsson sv).
All. Zauri 5.5 Primo tempo buono, ma nella ripresa la squadra sparisce dal campo e non accenna a una reazione una volta preso il secondo gol. Anche i cambi non incidono.

Bologna-Atalanta Primavera 1: la formazione di Zauri
Bologna-Atalanta Primavera 1: la formazione di Zauri

PAGELLE ATALANTA
Gelmi 6 Assoluzione totale sul gol di Rocchi, il resto è normale amministrazione. Vive il secondo tempo quasi da spettatore, grazie all’ottima tenuta di una difesa che non lascia spazi agli attaccanti del Bologna.
Ghislandi sv Il capitano dura solamente 16 minuti, poi deve lasciare campo e fascia a causa di un acciacco (problema al ginocchio destro?). Un quarto d’ora senza rischi né possibilità di mettersi in luce.
16′ Renault G. 7 Entra a freddo e si fa trovare prontissimo. Sgasa sulla destra mettendo in difficoltà costante Montebugnoli, aziona con un rimpallo Gyabuaa sul gol dell’1-1 di Kobacki e infine pennella sul destro di Sidibe la rete decisiva che vale i tre punti. (45′ st Scanagatta sv).
Ceresoli 6 Un po’ timido all’inizio, si scioglie quando tutta la squadra comincia a girare. Fatica su Juwara all’inizio, poi prende le misure e arriva alla fine recitando bene lo spartito.
Berto 5.5 Primo tempo horror: comincia con l’errore che spalanca campo e porta a Vergani (palo), poi Rocchi gli sbuca alle spalle in occasione dell’1-0 del Bologna. Molto meglio nella ripresa, quando insieme a Cittadini e Scalvini blinda l’area di rigore togliendo fiato agli attaccanti avversari. Gli errori del primo tempo però rimangono.
Cittadini 6.5 Ottima prova sul centro-destra. Controlla bene Rocchi, che segna solamente quando si trova a giocare dalla parte opposta alla sua, e si fa valere anche in fase offensiva andando a saltare sui calci piazzati.
Scalvini 6.5 Primo tempo normale, secondo tempo ottimo. Alza il muro e la Dea – una volta trovato il vantaggio – non subisce nemmeno un tiro in porta degno di questo nome: buona parte del merito è suo.
Sidibe 7.5 Sontuoso, a centrocampo fa praticamente quello che vuole rendendo la vita difficile a Viviani, che non è certo l’ultimo arrivato. Quando c’è da contenere contiene, quando c’è da correre corre, quando c’è da buttarsi in area di rigore si butta, come in occasione del gol della vittoria: sul cross al millimetro di Renault anticipa Arnofoli e fredda Molla con un destro ravvicinato imparabile.
Gyabuaa 6.5 Supporta la regìa di Panada con i muscoli e l’intelligenza tattica, un suo tocco corto libera l’azione di Kobacki che vale il pareggio. Per il resto è la solita grande partita di sostanza.
Italeng 6 Lottare lotta, nulla da dire. In zona gol però stavolta non c’è: spreca un bel  traversone di Renault poco prima dell’intervallo e a inizio ripresa “ciabatta” lateralmente il destro da buonissima posizione. Sufficiente perché fa salire la squadra e tiene impegnata la difesa del Bologna.
Panada 7 La qualità del suo piede destro è indiscutibile. Fa girare il motore della squadra sempre con i giri giusti, disegna tutti i calci piazzati e regala giocate – soprattutto nella ripresa – da top della categoria.
Kobacki 7.5 Altro segnale di ripresa con un gol molto importante, quello che riporta l’Atalanta in parità appena cinque minuti dopo lo svantaggio. Rete di grande caparbietà perché vince un rimpallo al limite dell’area in maniera fortunosa, poi però è glaciale davanti a Molla. Sempre vivo anche nella seconda parte del match, va anche vicino alla doppietta. (45′ st De Nipoti sv).
All. Brambilla 7 Ha ribaltato la squadra e i benefici sono stati immediati. La vittoria col Torino, poi quella meno scontata con la Samp e ora il colpaccio a Bologna contro una squadra che solo pochi giorni fa aveva dato una bella lezione di calcio al Milan. La risalita è cominciata.

Bologna-Atalanta Primavera 1: la formazione di Brambilla
Bologna-Atalanta Primavera 1: la formazione di Brambilla

Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

nativery.com, 601bdb002ee3c4075ca20115, DIRECT appnexus.com, 11707, RESELLER, f5ab79cb980f11d1 google.com, pub-4529259506427490, DIRECT, f08c47fec0942fa0