9 Agosto 2020 - 19:46:36

Inter-Pescara Primavera: Mulattieri e Schirò non bastano, Diambo firma il 2-2 nel finale

Le più lette

Ripartenza, ecco i gironi di Eccellenza e Promozione

Con un po' di ritardo rispetto alle altre stagioni, il Comitato Piemonte e Valle d'Aosta ha pubblicato i gironi...

Fossano, Sangare saluta e continua l’intrigo Aloia

La telenovela Aloia continua. L'attaccante 2000 della Giovanile Centallo ha fatto parlare di sé andando a fare il primo...

Caso Golee, ma la Cassetti e Scrofani hanno letto le condizioni generali di fornitura del servizio?

Ieri abbiamo ricevuto una segnalazione da parte di una società piemontese che non citiamo perché nulla toglie o aggiunge...
Dennis Carzaniga
Dennis Carzaniga
Caposervizio Redazione Lombardia

Non riprende la marcia dell’Inter Primavera, bloccata a Interello dal Pescara e al secondo pareggio consecutivo dopo quello di Cagliari. Ma se nell’1-1 in terra sarda il bicchiere poteva essere considerato mezzo pieno, nel 2-2 contro i ragazzi di Nicola Legrottaglie lo stesso bicchiere è sicuramente mezzo vuoto. Perché l’Inter, pur dopo un avvio non entusiasmante, era riuscita a ribaltare l’1-0 di Pavone e stava viaggiando tranquilla verso la conquista dei tre punti: i gol di Mulattieri prima e Schirò poi, però, sono stati resi vani dall’espulsione di Kinkoue, propedeutica al pareggio finale firmato da Diambo. Un punto vitale per il Pescara, che dà continuità di risultati dopo la vittoria col Napoli rilanciando le proprie ambizioni di salvezza, un punto amaro per l’Inter, che da questa partita si aspettava di portare a casa l’intera posta in palio.

Inter-Pescara Primavera, la partita – Madonna si affida alla coppia Fonseca-Mulattieri nel consueto 3-5-2, torna al solito terzetto difensivo Kinkoue-Ntube-Pirola davanti a Stankovic, sceglie Squizzato in mezzo al campo affiancandogli Gianelli e Schirò e opta per Persyn (a destra) e Vezzoni (a sinistra) sulle corsie laterali. Legrottaglie non si spaventa e si presenta a Interello con un 3-4-3: Marafini, Manè e Quaquarelli a difesa di Sorrentino, Martella e Diallo esterni a tutta fascia (non solo difensiva), Camilleri e Diambo in mezzo al campo e il tridente con la fantasia di Pavone a sostegno di Mercado e con Masella dall’altra parte. Il match inizia sotto il segno degli abruzzesi, che al 6′ passano in vantaggio alla prima occasione: Pavone punta Pirola e Ntube, si porta la palla sul mancino e con un tiro pazzesco da 20 metri incrocia nel sette alle spalle di Stankovic. Un (altro) gol bellissimo per il classe 2000, che si conferma uno dei talenti più tecnici della categoria. La reazione dell’Inter è immediata, e all’8′ il direttore di gara nega un rigore netto su Mulatteri, steso in piena area da Camilleri: per Maranesi è tutto, incredibilmente, regolare e lascia correre. Al 23′ arriva l’1-1: Mulattieri riceve palla sulla sinistra e con il destro la mette sul secondo palo superando Sorrentino. Il gol riporta il match nei piedi dei nerazzurri, che comandano il gioco ma senza creare grossissime occasioni fino al 17′ del secondo tempo, quando arriva il 2-1: Camilleri perde una palla sanguinosa in mezzo al campo, Schirò la recupera e serve Mulattieri, l’ex Spezia rimette in mezzo rasoterra per il capitano che insacca a porta vuota. Tre minuti dopo il sorpasso, l’episodio decisivo: Kinkoue si prende ingenuamente il secondo giallo e viene espulso, lasciando i suoi in inferiorità numerica. Il Pescara si getta all’assalto, e al 33′ impatta: angolo da sinistra di Camilleri, Diambo anticipa tutti di testa e insacca alle spalle di Stankovic il gol del definitivo 2-2.

INTER-PESCARA 2-2
RETI (0-1, 2-1, 2-2): 6′ Pavone (P), 23′ Mulattieri (I), 17′ st Schirò (I), 33′ st Diambo (P).
INTER (3-5-2): Stankovic 6, Kinkoue 5, Vezzoni 5.5 (35′ st Gnonto sv), Ntube 5.5, Squizzato 5.5 (35′ st Casadei sv), Pirola 6, Persyn 6, Gianelli 6.5 (40′ st Boscolo Chio sv), Mulattieri 7.5 (35′ st Vergani 5.5), Schirò 7, Fonseca 5 (27′ st Moretti L. 5.5). A disp. Pozzer, Cortinovis, Dimarco, Burgio, Attys, Tononi, Bonfanti. All. Madonna 5.5.
PESCARA (3-4-3): Sorrentino 6, Martella 6, Diallo 5.5, Marafini 6.5, Manè 5.5, Quacquarelli 6 (32′ st Blanuta sv), Camilleri 6, Diambo 7, Mercado 5 (42′ st Tringali 6.5), Pavone 7, Masella 6 (40′ Chiarella 5). A disp. Lucatelli, Chiacchia, Renzetti, Longobardi, De Marzo. All. Legrottaglie 6.5.
ARBITRO: Maranesi di Ciampino 5.
ESPULSI: 20′ st Kinkoue (I).

INTER-PESCARA PRIMAVERA: SCHIERAMENTI

La formazione di Armando Madonna

La formazione di Nicola Legrottaglie

SCARICA L’APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli