lunedì, 25 Maggio 2020

Inter, sconfitta pesante con la Lazio: Rover non basta

Le più lette

Barcanova: Enea Benedetto nuovo presidente rossoblù

Una vera e propria rivoluzione in casa Barcanova. È Enea Benedetto la nuova figura di riferimento rossoblù: il nuovo...

Gavirate Promozione, nell’anno del centenario la parola d’ordine è continuità: parla Fabio Fumagalli

In casa Gavirate non si attende solo l'ufficialità del termine della stagione 2019/2020, ma si aspetta il come. Sì,...

Aldini Under 16: quattro chiacchere con Alberto Russo, tecnico dei biancorossoblù

Sbarca in via Felice Orsini il viaggio dell'Under 16 Regionale. Quest'oggi abbiamo ai nostri microfoni Alberto Russo, tecnico dell'Aldini...
Dennis Carzaniga
Dennis Carzaniga
Caposervizio Redazione Lombardia

Inter, sconfitta pesante con la Lazio: Rover non basta. Finisce con un clamoroso 3-1 per i ragazzi di Bonacina l’anticipo del venerdì del Campionato Primavera.

Una sconfitta che potrebbe complicare maledettamente i piani di qualificazione diretta alle semifinali per i ragazzi di Stefano Vecchi, che ora si trovano la Fiorentina a -4 e con due partite ancora da giocare rispetto ai nerazzurri.

Partita stregata quella disputata venerdì al Breda di Sesto San Giovanni, con l’Inter che nella prima mezzora crea almeno quattro nitidissime palle gol ma passa solamente con un gol di Rover, imbeccato perfettamente da Zaniolo. Prima dell’intervallo però, alla prima occasione, la Lazio pareggia con Marchesi che da due passi trasforma in rete il bel cross basso di Spizzichino dalla destra.

A decidere di fatto la partita, a metà ripresa, è il fantastico gol di Aliaj che dai 20 metri rientra sul sinistro e trova il tiro vincente che tocca la traversa e si infila alle spalle di Pissardo. Chiude i conti Neto con un sinistro sul primo palo sul quale il portiere nerazzurro avrebbe potuto fare di più.

La Lazio rinvia così la retrocessione matematica in Primavera 2, l’Inter rimane al secondo posto ma si vede insidiato dalla Fiorentina.

Stefano Vecchi: «Assurdo finire un primo tempo così sull’1-1. Nella ripresa abbiamo fatto confusione, abbiamo subito un eurogol e i cambi che ho fatto li ho sbagliati tutti. Sono entrati tre che camminavano, non funziona così: chi è entrato ci ha dato molto poco».

Valter Boancina: «Buttato via un campionato per delle sciocchezze e perché questi ragazzi non hanno creduto nelle loro possibilità. Vogliamo a tutti i costi finire dando tutto noi stessi».

CLICCA QUI per vedere gli highlights della partita

PROGRAMMA 27ª giornata

INTER-LAZIO 1-3
RETI (1-0, 1-3): 31′ Rover (I), 33′ Marchesi (L), 26′ st Aliaj (L), 33′ st Neto (L).
INTER (4-3-1-2): Pissardo, Zappa, Sala, Nolan (31′ st Adorante), Schirò, Bettella, Rover, Danso (11′ st Belkheir), Colidio, Zaniolo, Gavioli (21′ st Merola). A disp. Dekic, Van Den Eynden, Valietti, Lombardoni, Rizzo, Corrado, Pompetti, Brignoli, D’Amico. All. Vecchi.
LAZIO (3-5-2): Alia, Kalaj, Falbo, Jordao, Jorge Silva, Baxevanos, Spizzichino, Aliaj, Neto (44′ st Javorcic), Marchesi, Al Hassan (21′ st Maloku). A disp. Furlanetto, Petricca, Francucci, Spoletini, Peguiron, Spurio, Lukaj. All. Bonacina.
ARBITRO: Meleleo di Casarano.
ESPULSI: 48′ st Marchesi (L), 48′ st Rover (I).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli

Privacy Policy Cookie Policy