12 Agosto 2020 - 12:17:16

Juventus-Inter Primavera: un tempo per parte, Mulattieri replica a Sekulov

Le più lette

Sui format il Comitato Regionale Lombardia ha preso la strada giusta. Anche se in ritardo

È servito tempo, tanto tempo, ma alla fine il Comitato Regionale Lombardia ha preso la decisione giusta riguardo i...

Novara, è ufficiale: Sergio Zanetti nuovo allenatore della Berretti

Mancava solo l'ufficialità per l'approdo di Sergio Zanetti al Novara. L'argentino allenerà la Berretti prendendo il posto di Giacomo...

Fossano, Sangare saluta e continua l’intrigo Aloia

La telenovela Aloia continua. L'attaccante 2000 della Giovanile Centallo ha fatto parlare di sé andando a fare il primo...

A Vinovo regna l’equilibrio tra Juventus e Inter che si dividono la posta in palio nel match valevole per la diciannovesima giornata di campionato. In un primo tempo a tinte bianconere con il gol di Sekulov, nella ripresa i nerazzurri hanno spinto maggiormente trovando il pari con Mulattieri e il definitivo 1-1 tra la terza e quarta della classe.

Parte subito forte la Juve che trovano il gol dopo appena due minuti con Sekulov: il trequartista raccoglie in area dopo un contrasto che ha coinvolto Sene, ottimo nella progressione. Il classe 2002 è successivamente bravo a depositare subito in rete e sbloccare il match. L’Inter, colpita a freddo dai bianconeri, alza subito i ritmi conquistando vari calci d’angolo in virtù della pressione attuata nel primo quarto d’ora. Ad andare più vicino al gol però è di nuovo la Juventus con Sene che si gira e tira, trovando però l’attenta presa di Pozzer. L’Inter cambia subito dopo 25′ inserendo Gnonto e Moretti cercando di dare la scossa e limitare i danni. La Juve non molla  un centimetro e nel giro di pochi minuti Leone con una conclusione da fuori e il duo Vlasenko-De Winter con due colpi di testa spaventano e non poco l’estremo difensore nerazzurro. Le migliori occasioni dell’Inter capitano sui calci piazzati battuti da Gnonto. Il classe 2003 prima non trova per poco Ntube e qualche istante dopo, grazie al tocco di Persyn per prolungare, innesca Mulattieri che da pochi passi non trova lo specchio della porta per questione di centimetri. L’ultima chance è per i ragazzi di Zauli con il destro potente di Sekulov che impatta sulla traversa al 43′, chiudendo la prima frazione sull’1-0.

Nella ripresa l’Inter comincia con un piglio diverso e al 9′ c’è subito l’occasione per Schirò che colpisce l’esterno della rete. Mulattieri, tra i più attivi, scalda le mani a Israel che si supera da distanza ravvicinata. Al 23′ Satriano imbecca perfettamente Mulattieri che al volo piega le mani a Israel per il meritato pareggio interista. I nerazzurri prendono coraggio sfruttando l’inerzia del pari ma senza trovare il gol del sorpasso nonostante un netto miglioramento rispetto ai primi quarantacinque minuti. Al 32′ Tongya arriva stanco alla conclusione e non rifinisce un azione che si era creato egregiamente. All’ultimo minuto per un soffio non arriva la rimonta con conseguente beffa per Anzolin e compagni: Mulattieri di testa non inquadra lo specchio della porta fissando definitivamente il punteggio sull’1-1.

Punteggio ed esito giusto considerando l’andamento della gara, i bianconeri possono ritenersi soddisfatti considerando le tante assenze e l’impegno di settimana prossima contro la Fiorentina per il ritorno della semifinale di Coppa Italia a Vinovo (andata a Firenze 1-1, gol di Sekulov). Risultato, quello maturato al campo Ale&Ricky, che permette ad entrambe le squadre di allungare di un punto sulla Roma quinta sconfitta dal Bologna per 3-1 ma al tempo stesso di perdere terreno con il Cagliari, vittorioso di misura a Reggio Emilia.

JUVENTUS-INTER IL TABELLINO

Juventus-Inter 1-1

RETI (1-0, 1-1): 2′ Sekulov (J), 23′ st Mulattieri (I).

JUVENTUS (4-3-2-1): Israel 6.5; Anzolin 6, Vlasenko 7, Gozzi 6.5, Ntenda 6; De Winter 6.5, Leone 6.5 (19′ st Fagioli 6), Ahamada 6.5 (33′ st Barrenechea sv); Tongya 5.5, Sekulov 7 (12′ st Da Graca 6); Sene 6 (19′ st Chibozo 6.5). A disp. Garofani, Dadone, Riccio, Turicchia, Miretti. All. Zauli 6.5. 

INTER (3-5-2): Pozzer 6; Youte 5 (25Moretti 6.5), Ntube 6, Pirola 7; Persyn 6.5, Schirò 6.5, Gianelli 6 (33′ st Squizzato sv), Burgio 5 (25 Gnonto 6.5), Vezzoni 6; Mulattieri 7, Fonseca 5.5 (9′ st Satriano 6.5). A disp. Gerarbi, Cortinovis, Dimarco, Boscolo, Casadei, Costa, Vergani. All. Madonna 6.5. 

ARBITRO: Santoro di Messina 6 Arbitraggio nella norma, lascia giocare e preferisce il dialogo ai cartellini.

AMMONITI: 21′ st Ahamada (J), 33′ st Gianelli (I).

JUVENTUS-INTER LE PAGELLE

JUVENTUS

Israel 6.5 Compie vari interventi fondamentali per salvare il risultato, sul gol poteva fare di più ma il tiro al volo di Mulattieri da distanza ravvicinata è più ostico del previsto

Anzolin 6 Si disimpegna bene, dimostrando esperienza e duttilità, sulla fascia che solitamente non è la sua.

Vlasenko 7 Sono ormai settimane che parliamo di una crescita costante e molto positiva, tra i migliori in campo.

Gozzi 6.5 Meno appariscente del compagno a comunque preciso e ordinato.

Ntenda 6 Alterna un primo tempo ottimo ad una ripresa rivedibile, da salvataggi miracolosi al farsi sovrastare da Persyn.

De Winter 6.5 Alla prima da titolare in campo dopo la trasferta di Leverkusen in Youth League, la prima in assoluto da 90′. Dimostra qualità e quantità per tutta la partita,

Leone 6.5 Prende le redini del centrocampo senza problemi, sbaglio poco. (19′ st Fagioli 6 Entra nella ripresa dispensando qualità e tecnica).

Ahamada 6.5 Partita in crescendo, i suoi strappi nella ripresa stavano per rilevarsi decisivi. (33 st Barrenechea sv)

Tongya 5.5 Sottotono il trequartista bianconero, troppi errori e scelte sbagliate.

Sekulov 7 Letteralmente scatenato: segna e colpisce una traversa in un primo tempo clamoroso per intensità e concretezza. (12 st Da Graca 6 Si sacrifica facendo salire la squadra e facendo a sportellate).

Sene 6 Giocatore adatto a questa partita che la Juventus aveva preparato in ripartenza. (19′ st Chibozo 6.5 Se si considera età e contesto, ha fatto una grande partita. A volte tatticamente “indisciplinato”, ma è un talento purissimo e merita questi spezzoni in Primavera nonostante sia classe 2003).

All. Zauli 6.5 Oltre alle assenze e ai tanti impegni ravvicinati. La sua Juve dimostra di essere matura: per conferme basta vedere il risultato di oggi (1-1) con quello dell’andata (5-1 per l’Inter).

INTER 

Pozzer 6 Gara autoritaria, il gol arriva a freddo e senza troppe colpe.

Youte 5 Quando l’allenatore ti sostituisce dopo nemmeno mezz’ora vuol dire che c’è più qualcosa che non va. Dalle sua parti si passa con troppa facilità. (25Moretti 6.5 Offre copertura e maggiore stabilita, si rivela una mossa azzeccata)

Ntube 6 Sfiora il gol nel primo tempo, per il resto gara da sufficienza piena.

Pirola 7 Giocate, letture e senso della posizione di un’altra categoria, gioiello del’Italia che verrà

Persyn 6.5 A tratti imprendibile, talvolta qualche errore tecnico ma mantiene la stessa intensità e lo stesso ritmo per tutta la gara contro un avversario tutt’altro che facile come Ntenda.

Schirò 6.5 E’ lui tra i primi a dare una scossa nel primo tempo e un segnale nel secondo.

Gianelli 6 Brilla poco nella metà campo nerazzurro. (33′ st Squizzato sv)

Burgio 5 Stessa descrizione di Youte, fa davvero troppi errori e dopo 25 minuti finisce in panchina. (25 Gnonto 6.5 Le migliori occasioni dell’Inter passano dai suoi piedi. Esplosivo quando si mette in proprio).

Vezzoni 6 Si spinge di meno su quella fascia, difficile paragonarlo a Persyn. Rimane una prova con poche sbavature.

Mulattieri 7 Dopo qualche tentativo trova il gol: un’ottima conclusione al volo che supera un Israel a tratti insuperabile.

Fonseca 5.5 Prestazione negativo, poco nel vivo del gioco. (9′ st Satriano 6.5 Suo l’assist per Mulattieri, ingresso decisivo nella ripresa).

All. Madonna 6.5 Coraggioso ma premiato nella scelta di effettuare due sostituzioni dopo appena 25 minuti. I suoi faticano troppo nel primo tempo, scendono in campo con un piglio diverso nel secondo tempo e trovano infine il punto del pareggio.

LE PAROLE A FINE GARA: Zauli (Juventus)

LE PAROLE A FINE GARA: Madonna (Inter)

 

JUVENTUS-INTER LA FOTOGALLERY A CURA DI MAURIZIO VALLETTA

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli