Juventus, Youth League: esordio perfetto contro i Colchoneros

503
juventus youth league
Nicolò Fagioli, autore di un'ottima prestazione condita anche da un gol

Juventus, Youth League che inizia nel migliore dei modi: 4 a 0 fuori casa contro i pari età dell’Atletico Madrid, che non riescono a contrastare i bianconeri.

Il match inizia con la Juventus che manovra il primo pallone, ma la pressione dell’Atletico Madrid non tarda ad arrivare, che si rende pericoloso sin dai primi minuti, la Juventus tenta di prendere il controllo della partita manovrando la sfera, ma non basta a superare la difesa rojiblanca che recupera sempre il pallone e torna all’attacco, infatti, all’8′ minuto arriva la prima vera conclusione dei padroni di casa con Riquelme,che però viene deviata da Gozzi e termina tra le braccia di Siano.

La Juventus si fa vedere dopo i primi 10 minuti, quando inizia ad attaccare con insistenza, finchè, al 17′ del primo tempo, Abou subisce fallo in area di rigore, l’ arbitro fischia senza esitare il penalty che viene realizzato da un freddissimo Nicolò Fagioli che spiazza Saldaña firmando il momentaneo 1 a 0 al Wanda Metropolitano. L’Atletico Madrid dopo il gol resta in balia dei bianconeri che mantengono saldo il pallino del gioco e continuano ad attaccare e creare occasioni da rete. i Colchoneros tentano una timida resistenza affacciandosi all’area juventina con Nacho Quintana, il diez rojiblanco si gira e tenta il tiro che viene deviato in corner da Anzolin senza impensierire minimamente il portiere Juventino.

Al 33′ Sene rimarca la superiorità della formazione di Torino, ma il guardalinee annulla la rete del 2 a 0 per un offside di Sekulov. 2 minuti dopo i Colchoneros hanno l’occasione di riaprire la partita grazie a Riquelme che rientra e calcia in porta, Siano si fa trovare pronto e, con una grande parata, mantiene la Juventus in vantaggio.

Il gol è nell’aria e, finalmente, arriva il raddoppio bianconero al 39′: Bandeira imposta l’azione in modo perfetto, la palla arriva ad Ahmada che si accentra e scarica un destro imparabile in rete, con un Saldana incolpevole. La prima frazione di gioco si chiude con un pallone perso dalla Juventus in zona d’attacco, sul quale nasce un contropiede dei padroni di casa che non viene concretizzato.

Nei secondi 45 minuti di gioco la Juventus dilaga, superando nettamente la formazione di Madrid in tutte le zone del campo. Addirittura Fagioli, ad 8 minuti dalla ripresa, vede Saldaña fuori dai pali e tenta l’eurogol da centrocampo, il pallone però finisce poco sopra la traversa. la Juventus però continua ad attaccare come se fossero ancora sullo 0 a 0, infatti al 56′ i bianconeri sfiorano il terzo gol con Tongya, che si libera di un avversario e poi calcia, colpendo in pieno il palo. Il gol del 3 a 0 arriva con il neo entrato Pablo Moreno, talento classe 2002 proveniente dalla Cantera del Barcellona, entrato al posto di di Sene al 59′: al 63′ Moreno parte sul filo del fuorigioco, arriva a tu per tu con Saldaña che esce e viene punito dall’ex blaugrana con uno splendido pallonetto che termina in rete. Il neo entrato trova la doppietta personale dopo appena 7 minuti: recupera palla sulla trequarti avversaria, dribla il portiere con una finta e a porta vuota calcia con il sinistro calando il poker bianconero sul Wanda metropolitano. La partita si conclude senza altre emozioni con un netto e rotondo 4 a 0 in favore degli ospiti che vincono senza troppa difficoltà, come l’ Inter contro lo Slavia Praha nella giornata di ieri.

la Juventus U19, dopo avere battuto la principale rivale per la testa del girone, dovrà misurarsi contro i pari età di Bayer Leverkusen (1/10) e Lokomotiv Mosca (22/10), prima di dover riaffrontare l’Atletico Madrid nel girone di ritorno.

ATLETICO MADRID 0

JUVENTUS 4

RETI: 18′ rig. Fagioli, 39′ Ahmada, 63′ e 70′ Moreno.

ATLETICO MADRID: Saldaña, Ramirez(75′ Camello), Moreno, Lozano, Gastañaga, Isaiah Jeronimo(64′ Ajenjo), Reche, Nacho Quintana(46′ Valera), Garcìa, Cedric Noubi(75′ Soto), Ureña(64′ Soriano). A disposizione: Fernàndez, Recio. Allenatore: Carlos Gonzàlez Juàrez

JUVENTUS: Siano, Bandeira, Dragusin, Gozzi, Anzolin(76′ Verducci), Tongya(59′ Ranocchia), Fagioli, Ahamada(68′ Leone), Abou; Sene(59′ Moreno), Sekulov(68′ De Graca). A disposizione: Garofani, Riccio. Allenatore: Lamberto Zauli


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.