23 Giugno 2021

Lecco-Novara Primavera 3: doppietta di Bartoli il gol di Pereira, esordio show per Erminio Russo

Le più lette

Il Saluzzo brinda alla salvezza in Serie D, Boschetto: un miracolo

Moltissimi titolari provenienti dall’Eccellenza della passata stagione; con ogni probabilità il budget più basso del girone; allenamenti di sera....

Pro Sesto-Speranza Agrate Serie C Femminile: a Biffi e Ebali, le biancoblù rispondono con una cinquina che ribalta il risultato

Partita "pazza" quella giocata allo stadio Breda di Sesto San Giovanni tra la neo eletta in B, Pro Sesto,...

PDHAE-Bra Serie D: la fotogallery in vista dei playoff

Il PDHAE di Cretaz si aggiudica il terzo posto nello scontro diretto contro il Bra di sabato. Apre le...

Il Novara espugna il “Rigamonti-Ceppi” battendo 3-0 il Lecco, in una sfida dominata dall’inizio alla fine. La compagine allenata da Russo bagna l’esordio stagionale nel migliore dei modi agguantando i tre punti; invece per i blucelesti arriva la prima battuta d’arresto, dopo aver ottenuto il bottino pieno nelle prime due giornate. L’inizio del match vede le due squadre darsi battaglia a ritmi elevati, con diversi scontri duri e tackle pieni di grinta, mostrando sin da subito la forte voglia di entrambe di portare a casa la vittoria. La partita si sblocca immediatamente al 5’ quando Repetto, battendo un calcio d’angolo, trova in mezzo Bartoli lasciato libero di spiccare e di insaccare la sfera nell’angolino. La rete arrivata prematuramente permette al Novara di giocare con più spensieratezza e libertà, al contrario infligge al Lecco un contraccolpo psicologico non indifferente. I piemontesi approfittano del vantaggio per amministrare un possesso palla che non forzi la giocata, costringendo i padroni di casa ad uscire con i propri uomini sul portatore, in modo da lasciare conseguentemente maggiori spazi liberi. Le Aquile rispondono infatti con aggressività e foga agonistica in fase di non possesso, mentre in impostazione provano a partire con la costruzione dal basso e ad utilizzare triangolazioni veloci nella metacampo offensiva. Tuttavia i ragazzi di Russo chiudono qualsiasi varco, impedendo ai lecchesi di avvicinarsi pericolosamente dalle parti di De Rosa. Gli ospiti inoltre provano a sfondare con i propri esterni del 3-5-2 e a creare occasioni pericolose dai calci piazzati. Sono proprio le palle inattive a condannare i blucelesti, tanto che al 42’ arriva con questa modalità il raddoppio: Tordini calcia una punizione da posizione defilata, al centro trova ancora Bartoli che anticipa tutti spingendo il pallone alle spalle del portiere. Il gol subito sul finale di frazione fa perdere la testa alla formazione di casa, la quale poco dopo rischia addirittura di subire il tris quando Pereira, con una girata straordinaria, calcia al volo dal limite; il suo tentativo sbatte sul palo e sulla schiena di Villa, senza però oltrepassare la linea.

Al rientro dagli spogliatoi Cristiano decide di passare al 4-3-1-2 per provare a scardinare la solidità della retroguardia piemontese, creando maggiore imprevedibilità. I primi minuti del secondo tempo si caratterizzano per un nuovo inizio energico del Lecco, anche se il Novara non pare comunque subire particolarmente la nuova strategia adottata. Al contrario continuano il proprio piano di gioco senza dare eccessiva attenzione al punteggio, andando addirittura alla ricerca del terzo gol. Quest’ultimo arriva al 9’ insieme all’episodio che modifica irreparabilmente il match: Pereira entra in area con una progressione dalla destra, crossa al centro dove ad intercettare il pallone è Medici con la mano, il direttore di gara Bortolozzo indica il dischetto ed estrae il secondo giallo per il numero 5. Dagli undici metri si presenta lo stesso Pereira, il quale trafigge Villa scaraventando il pallone a fil di palo. L’espulsione e il triplo svantaggio tagliano definitivamente le gambe al Lecco, cancellando ogni speranza di rimonta. Un unico tentativo di accorciare le distanze avviene con il subentrato Castillo, attraverso un tiro da fuori che si spegne di poco sul fondo. Nei minuti restanti la compagine di Russo non cala assolutamente la concentrazione, anzi gestisce bene la superiorità numerica e di risultato, creandosi pure qualche occasione per calare il poker.

Si conclude dunque il match sul punteggio di 3-0, regalando tre punti importanti al Novara per iniziare al meglio la stagione. Il Lecco, invece, non riesce ad infilare la terza vittoria in altrettante partite, in un sabato da dimenticare al più presto in vista delle prossime sfide.

Lecco-Novara Primavera 3 foto punizione Repetto
Repetto, numero 10 del Novara, si appresta a battere un calcio di punizione

IL TABELLINO

LECCO-NOVARA 0-3
RETI
: 5’ e 42’ Bartoli (N), 9’ st Pereira (N).
LECCO (3-5-2): Villa 5.5, Sandrini 5.5, Medici 5, Vimercati 6, Bonsi 6, Cateni 6 (16’ st Arienti 6), Malinverno 6.5, Romeo 5.5 (11’ st Castillo 6.5), Pezzotta 6 (30’ st Maira 6); Ronci 5 (11’ st Veneruso 6), Nuzzo 5 (30’ st Fusto 6). A disp. Gambazza, Borrelli, Moja, Ausanio, Sberna, Alborghetti, Annibale. All. Cristiano 5.
NOVARA (3-5-2): De Rosa 6, Morra 6.5 (16’ st Siciliano 6), Bartoli 8 (30’ st Lorenzi 6), Mattei 7; Ballone 6.5 (30’ st Paglino 6.5), Repetto 7, Iervolino 7 (22’ st Paltrinieri 6), Pensalfini 6.5, Bianchi 6.5; Pereira 7.5 (16’ st D’Arcangelo 6.5), Tordini 7. A disp. Pallavicini, Favia, Baldazzi, Gazoul, Giffoni, Lofrano, Baldi. All Russo 7.5.
ARBITRO Bortolozzo di Varese 6 Lascia correre un po’ troppo, senza fischiare tackle abbastanza duri. Ad ogni modo il metro di giudizio è coerente per tutta la gara.
AMMONITI: Medici (L), Romeo (L), Sandrini (L), Morra (N), Bartoli (N).
ESPULSI: 9’ st Medici (L).

LE PAGELLE

LECCO
Villa 5.5
Non ha particolari colpe sui gol subiti, anche se non fa granché per evitarli.
Sandrini 5.5 Fatica ad opporsi agli attaccanti avversari, non sempre impeccabile.
Medici 5 Non gioca neanche una partita così terribile, tuttavia condanna definitivamente i suoi con il rosso e il rigore che allontanano qualsiasi tentativo di rimonta.
Vimercati 6 Cerca di creare qualcosa di pericoloso partendo dalle retrovie con le sue incursioni.
Bonsi 6 Soprattutto nel primo tempo prova a proporsi sulla corsia di destra, tuttavia non sempre viene assecondato dai compagni.
Cateni 6 Il capitano cerca di scuotere i suoi al fine di ribaltare il match, non ottiene il risultato sperato (16’ st Arienti 6).
Malinverno 6.5
Ultimo a mollare, va su tutti i palloni con grinta e tenacia. Inoltre amministra la fase di impostazione.
Romeo 5.5 Prova a scardinare la difesa con la sua qualità, non riesce però ad incidere. (11’ st Castillo 6.5).
Pezzotta 6 Supporta la squadra con tanta corsa facendo avanti e indietro sulla corsia di sinistra. (30’ st Maira 6).
Ronci 5 Tenta di creare difficoltà svariando e producendo parecchio movimento. L’effetto generatosi è abbastanza sterile. (11’ st Veneruso 6).
Nuzzi 5 Viene completamente ingabbiato dai centrali ospiti. (30’ st Fusto 6).
All. Cristiano 5 Dopo due ottime vittorie arriva la prima battuta d’arresto per la sua compagine, anche se contro un avversario decisamente attrezzato. Da rivedere la fase offensiva espressa quest’oggi.

NOVARA

De Rosa 6 Praticamente inoperoso per tutta la gara, si sporca i guanti solo con qualche uscita.
Morra 6.5 Aiuta i compagni di reparto a chiudere tutti gli spazi con chiusure puntuali (16’ st Siciliano 6).
Bartoli 8 Indirizza il match in discesa con una doppietta tanto da sogno quanto inaspettata. In aggiunta si propone spesso con cavalcate degne di Lucio. (30’ st Lorenzi 6).
Mattei 7 Non lascia passare praticamente nulla, aiutandosi anche con il proprio fisico possente.
Ballone 6.5 Limita al massimo le incursioni avversarie, proponendo il contrattacco quando ne ha l’occasione. (30’ st Paglino 6.5).
Repetto 7 Si mette in mostra grazie all’eccellente tocco di palla. Dalla bandierina fornisce l’assist per il primo gol.
Iervolino 7 Agisce da schermo davanti alla difesa. Si incarica di ricevere i palloni e di smistarli successivamente. (22’ st Paltrinieri 6).
Pensalfini 6.5 Una sicurezza quando ha la sfera tra i piedi, rende fluido il possesso palla dei suoi.
Bianchi 6.5 Molto propositivo in fase di spinta, soprattutto nei primi minuti. Affievolisce i suoi ritmi con lo scorrere dell’incontro.
Pereira 7.5 Dominante tra i difensori avversari, fa a sportellate come un gorilla. Dopo aver flirtato con il gol nel primo tempo, nel secondo si procura e realizza il rigore che chiude definitivamente i conti. (16’ st D’Arcangelo 6.5).
Tordini 7 Praticamente imprendibile quando parte in velocità con i suoi dribbling. Calcia splendidamente la punizione da cui nasce il 2-0.
All Russo 7.5 Legge alla grande la partita, riuscendo a non concedere occasioni nitide agli avversari. Da sottolineare il fatto che i suoi non si adagino dopo la terza rete.

LE INTERVISTE

Al termine dell’incontro si esprime così l’allenatore del Lecco Cristiano: «Loro sono una squadra attrezzata e lo sapevamo, anche se mi aspettavo qualcosa in più dai miei giocatori; forse abbiamo speso troppe energie nella precedente gara con il Renate. Abbiamo preso tre gol evitabili da palle inattive, infine il rigore con l’espulsione ci ha messo definitivamente fuori dai giochi. Oggi siamo stati troppo sterili là davanti, abbiamo fatto fatica e i nostri attaccanti non si sono aiutati a sufficienza. Di solito quando si perde è meglio avere subito una nuova partita per potersi rifare, adesso noi abbiamo la pausa; proveremo a sfruttarla per recuperare qualche giocatore, viste le numerose assenze. Abbiamo sfidato tre squadre, penso che al momento abbiamo la squadra per potercela giocare con tutte».

Lecco-Novara Primavera 3 foto Cristiano
Giovanni Cristiano, l’allenatore del Lecco

Invece il tecnico del Novara Russo afferma: «La prestazione è stata sicuramente importante e di livello, ricordiamoci che era la nostra prima partita da un anno a questa parte. Il Lecco l’ho visto giocare con il Renate ed è sicuramente un’ottima squadra, dunque sono molto contento di come abbiamo preparato la gara e di come ci siamo comportati sul terreno di gioco. Siamo stati lucidi nelle scelte, sia in fase offensiva che difensiva; bisogna fare i complimenti ai ragazzi. Dopo il terzo gol e la superiorità numerica siamo stati bravi a non calare l’attenzione, dato che in queste partite basta un episodio per rientrare in carreggiata. Riguardo l’obiettivo stagionale una società come il Novara deve ambire sicuramente ai primi posti, tuttavia sarà lunga e questo speriamo sia solo il primo di tanti successi».

Lecco-Novara Primavera 3 foto Russo
il tecnico del Novara, Russo


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli