12 Agosto 2020 - 01:27:00

Lorenzo Colombo, contro la Juve l’esordio tra i grandi! Serata speciale per il bomber 2002 della Primavera del Milan

Le più lette

Novara, è ufficiale: Sergio Zanetti nuovo allenatore della Berretti

Mancava solo l'ufficialità per l'approdo di Sergio Zanetti al Novara. L'argentino allenerà la Berretti prendendo il posto di Giacomo...

Calcio femminile, un bagno di sangue: cadono Biellese, Femminile Juventus, Novese, Canelli, Sedriano e Luserna

Per fortuna che l'obiettivo dovrebbe essere il professionismo, ma senza una base, senza il calcio dilettantistico, può esserci il...

Juventus Primavera, il Monza si aggiudica l’amichevole estiva

La Juventus Primavera torna in campo per preparare l'ottavo di finale di Youth League contro il Real Madrid del...

Esordio assoluto in prima squadra per il bomber della Primavera del Milan, Lorenzo Colombo. Convocato dal tecnico Pioli per sostituire l’infortunato Zlatan Ibrahimovic, Lorenzo realizza il suo sogno nel corso del minuto 82 della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus a Torino. Il giovane talento del Milan subentra al posto del numero 10 rossonero Paquetá in una serata speciale per tutto il calcio italiano. Nato a Vimercate l’8 marzo 2002, il 18enne Colombo è da sempre considerato uno degli attaccanti di miglior profilo delle giovanili rossonere. Bomber di razza, con la maglia del Milan è stato spesso protagonista e autore di gol importanti, tanto da meritarsi fin da subito il corteggiamento di società come Barcellona e Real Madrid. L’ex tecnico delle giovanili rossonere, Alessandro Lupi lo ha allenato nelle categorie Esordienti e Giovanissimi: «Lorenzo è da sempre un profilo di alto livello. Bravo in campo aperto, ha grande forza fisica e determinazione. La sua mentalità lo porterà lontano» afferma entusiasta l’ex tecnico rossonero. Il 2002 rossonero è una punta vera ed è dotato di forza fisica oltre che di un ottimo mancino. Caratteristiche molto simili a quelle del suo idolo, Gabriel Omar Batistuta, al quale si è sempre ispirato. Nel corso della sua ultima stagione in Primavera 2, il talento rossonero ha segnato ben 9 gol in 6 gare, grazie anche ai quali il Milan del tecnico Giunti ha vinto il campionato, ritornando nella massima serie giovanile. La sua stagione non è però cominciata nel migliore dei modi. Ad inizio ottobre Lorenzo si frattura il quinto metatarso del piede destro ed è costretto stare fuori per ben tre mesi, durante i quali affronta anche un intervento chirurgico e salta il mondiale Under 17, giocatosi lo scorso novembre in Brasile. Le qualità caratteriali di Lorenzo però si notano già al suo ritorno i campo e nella sua prima partita dopo lo stop firma una tripletta al Cittadella, per poi segnare anche uno dei gol alla SPAL nella festa promozione in Primavera 1. Lorenzo è anche protagonista di un altro successo delle giovanili milaniste, lo Scudetto degli Allievi nel 2017, proprio con Lupi in panchina. Nella rosa dei 2001 campioni d’Italia, Lorenzo è aggregato come sotto-età e condivide la gioia Tricolore con altri due talenti rossoneri presenti in panchina nella serata dello Juventus Stadium: Daniel Maldini e Giacomo Olzer. Tra gli altri successi della carriera di Colombo ci sono anche due medaglie d’argento ai campionati Europei Under 17, in cui la sua nazionale è però fermata entrambe le volte in finale dall’Olanda. Il suo ex tecnico Lupi non ha dubbi: «Lorenzo è un ragazzo eccezionale e sono molto felice per lui. L’umiltà e la sua voglia di migliorarsi sono solo alcune delle qualità che lo hanno portato fino all’esordio con i grandi». Lorenzo Colombo sembra essere un profilo già pronto per fare il grande salto e il suo esordio in prima squadra è solo il primo passo verso la definitiva conferma.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli