10 Agosto 2020 - 20:39:44

Milan-Brescia Primavera: Colombo show, e con questa sono sedici!

Le più lette

Ticinia Prima Categoria, tutto pronto per la nuova stagione: parla Rocchi

La Ticinia è ormai pronta a vivere una nuova stagione in Prima Categoria. Alla guida della prima squadra resterà Alessandro...

Il format dei campionati c’è, le graduatorie di ripescaggio delle giovanili ancora no

Il Comitato Regionale ha deliberato il format dei campionati per la stagione 2019/20 non solo per le prime squadre...

Elezioni Federcalcio, schiaffo (politico) di Gabriele Gravina a Cosimo Sibilia

La Lega Nazionale Dilettanti stava cercando con un blitz di organizzare tutte le assemblee elettive regionali il 15 settembre...

In un clima molto vicino al surreale il Milan supera anche il Brescia e inanella la sedicesima vittoria consecutiva. La giornata, però, non sembrava essere iniziata nel migliore dei modi per i ragazzi di Giunti, poiché nel riscaldamento Borges ha subito un infortunio che lo ha costretto a lasciare il suo posto a Bosisio. I padroni di casa si schierano con un 4-3-3 atipico: Capone cerca spesso di abbassarsi e ricevere il pallone spalle alla porta, liberando spazio per i movimenti di Colombo e Maldini. Negli ultimi trenta metri di campo, il numero dieci rossonero veniva a trovarsi spesso nella stessa zona di campo di Colombo permettendo, così, a Capone di avere la possibilità di giocare l’uno contro uno, situazione ideale per lui. Il Brescia, invece, si schierava con un dinamico 3-4-1-2. Gli esterni, finché è stato possibile, si abbassavano solo nella prima fase di costruzione, così come uno a turno dei tre davanti; superata la metà campo, il trequartista sfruttava gli spazi resi liberi dal movimento delle punte e i due esterni cercavano di portarsi sempre a ridosso dell’area avversaria.  Dopo i primi venti minuti, abitudine dei ragazzi di Giunti, giocati sottotono, Capone prende in mano le redini del gioco e con lui si alza il livello dei rossoneri. Al ventunesimo si aprono le marcature: Mionic trova sulla destra Capone, che riceve anche grazie alla leggerezza in copertura di Airoldi,  e insacca sul primo palo. Galvanizzati dalla rete del vantaggio i meneghini spingono sull’acceleratore e al ventisettesimo portano a due le reti di distanza. Parte tutto, ancora, da un cambio di campo di Mionic a trovare Capone, quest’ultimo vede libero dalla parte opposta Colombo, che con un colpo di biliardo supera Abbrandini. Neanche il tempo di riposizionarsi, solamente due minuti dopo il raddoppio, e Colombo trova nuovamente la via del gol. Dopo una conclusione ribattuta di Capone, il pallone giunge sui piedi di Frigerio, che con un no-look serve Colombo, il quale gonfia la rete con un tiro ad incrociare. Messo al sicuro il vantaggio il Milan cala i ritmi e permette al Brescia di portare con continuità molti uomini nella metà campo offensiva. Il più pericoloso è sicuramente Ghezzi, che viene fermato due volte dal palo e da una grande risposta di Jungdal. Il secondo tempo si apre, come prevedibile, con ritmi molto bassi. Al ventesimo, dopo meno di dieci minuti dal suo ingresso, Capanni scrive il proprio nome sul tabellino dei marcatori. Ancora una volta ad ispirare il gol è Mionic, con percussione e assist, trovando il suo attaccante a pochi passi dalla linea di porta. Le soddisfazioni per Giunti sembrano non voler finire e a rendersi protagonista è un altro subentrato: Tonin. Al trentesismo, prima si conquista un rigore e poi con molta freddezza lo realizza spiazzando Abbrandini. Con la partita largamente finita il Brescia prova a trovare almeno il gol della bandiera, a provarci è sempre Ghezzi. Come già accaduto nel primo tempo, per il dispiacere della prima punta delle rondinelle, a vincere il duello è Jungdal che lo mura in uno contro uno e mantiene la porta rossonera inviolata.

IL TABELLINO DI MILAN-BRESCIA PRIMAVERA

MILAN-BRESCIA 5-0
RETI: 21’ Capone (M), 27’ Colombo (M), 29’ Colombo (M), 20’ st Capanni (M), 31’ st  rig. Tonin (M).
MILAN (4-3-3): Jungdal 6.5, Bosisio 6, Oddi 6 (12’ st Galardi 6), Frigerio 6.5, Tahar 6, Michelis 6.5, Sala 6, Mionic 7 (28’ st Robotti 6), Colombo 7.5 (12’ st Capanni 7), Maldini 6 (12’ st Tonin 7), Capone 7.5 (34’ st Haidara sv). A disp. Moleri, Paloschi, Borges, Merletti, Olzer, Pecorino. All. Giunti 7.
BRESCIA (3-5-2): Abbrandini 6, Nolaschi 5 (34’ st Bui sv), Airoldi 4.5 (1’ st Danesi 5.5), Torchio 5.5, Magri 5, Capoferri 6, Marazzi 5.5 (44’ st Lombardi sv), Bertoni 5, Ghezzi 6, Ruocco 5.5 (34’ st Lussignoli sv), Torregrossa 5.5 (12’ st Barazzetta 5.5). A disp. Rovelli, Maccheriniss, Del Barba. All. Pavesi 5.5.
ARBITRO: Luciani di Roma 1 6. Dirige bene una partita che non si mostra mai nervosa.
ASSISTENTE 1: Valletta di Napoli 6.
ASSISTENTE 2: Perelli di Isernia 6.
AMMONITI: 10’ Bertoni (B), 33’ st Barazzetta (B).

LE PAGELLE

MILAN
All. Giunti 7 Infila la sedicesima vittoria consecutiva, forse la più difficile essendo già campioni.
Jungdal 6.5 Si fa trovare pronto su Ghezzi in due situazioni molto difficili per lui.
Bosisio 6 Ordinato. Inizia con un po’ di sofferenze ma poi prende le misure e non corre più rischi.
Oddi 6 Offre spesso l’appoggio in fase offensiva e in fase difensiva è sempre pronto. Esce per infortunio, che non sembra essere banale. (12’ st Galardi 6)
Frigerio 6.5 Bellissimo assist no-look per Colombo e da molto ordine al possesso rossonero.
Tahar 6 Prestazione pienamente sufficiente. L’errore nel finale, seppur senza ripercussioni, gli costa mezzo voto.
Michelis 6.5 Si rende protagonista con buone respinte sui tiri avversari e una scivolata perfetta su Ghezzi in area.
Sala 6 Sempre molto elegante nel portare il pallone, ma oggi leggermente sottotono.
Mionic 7 Sale in cattedra e prende in mano le chiavi del centrocampo, inizia le azioni di tre gol e da tanta qualità alla manovra. (28’ st Robotti 6)
Colombo 7.5 Killer nato. Continua a migliorare le statistiche, già pazzesche, di questa stagione. (12’ st Capanni 7)
Maldini 6 Si muove bene, riuscendo a creare spazi per i suoi compagni. (12’ st Tonin 7)
Capone 7.5 Sblocca il match con una giocata e un tiro da rivedere in loop. Serve l’assist a Colombo e fornisce sempre un’opzione importante ai suoi compagni. (34’ st Haidara sv)

BRESCIA
All. Pavesi 5.5 La sua squadra inizia bene, ma gli errori individuali e il divario tecnico si fanno sentire.
Abbrandini 6 Non ha colpe sui gol, effettua anche buoni interventi.
Nolaschi 5 Scala in ritardo sui due gol di Colombo e spesso si trova fuori posizione.(34’ st Bui sv)
Airoldi 4.5 Ha importanti colpe sui due gol iniziali, non provando ad intervenire sui passaggi diretti a Capone.(1’ st Danesi 5.5)
Torchio 5.5 Commette qualche errore di troppo in uscita e manca anche in fase d’interdizione.
Magri 5 Non comanda al meglio il terzetto arretrato, situazione che li porta spesso ad essere troppo distanti.
Capoferri 6 Riesce a salvarsi grazie a delle buone discese sull’out di sinistra e un sufficiente lavoro di contenimento.
Marazzi 5.5 Viene superato troppo facilmente dal palleggio avversario e non riesce ad entrare nelle trame offensive. (44’ st Lombardi sv)
Bertoni 5 Sulla sua fascia il Milan riesce ad incidere con continuità.
Ghezzi 6 Si rende pericoloso innumerevoli volte, fermato sia dal palo che da Jungdal.
Ruocco 5.5 Si trova spesso in mezzo a due avversari rossoneri, situazione che gli impedisce qualunque velleità. (34’ st Lussignoli sv)
Torregrossa 5.5 Ha sui piedi l’occasione di portare in vantaggio i suoi, ma Oddi lo mura. Esce a risultato ormai deciso. (12’ st Barazzetta 5.5)

SCARICA L’APP PER I RISULTATI LIVE


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli