Marco Brescianini, centrocampista del Milan
Marco Brescianini, centrocampista del Milan

«Finalmente la grande mole di lavoro è stata ripagata dalla finalizzazione che ci è mancata in queste partite» commenta a fine gara Federico Giunti, tecnico del Milan. Contro il Parma infatti, arriva la vittoria più larga della gestione Giunti con i sei gol inflitti ad un avversario mai entrato in partita. Nonostante l’assenza di occasioni parmensi, i rossoneri convincono con una prestazione solida iniziata dalle retrovie fino alla concretezza offensiva coadiuvata dal centrocampo ben ordinato. Dopo nove minuti Brescianini apre subito le danze con un diagonale in area che non lascia scampo a Corvi. Il Parma non reagisce e il dominio territoriale rossonero si evolve nel 2-0 al 21′: Brambilla crossa verso la destra in area e Pecorino in tuffo con un’incornata sigla la rete. Al rientro dagli spogliatoi, terminato l’intervallo, il canovaccio non cambia. Non passa neanche un minuto e Tonin, atterrato in area, si guadagna il calcio di rigore: alla battuta va capitan Brambilla che non sbaglia. Il 3-0 non ha effetto tra le maglie del Parma e al 12′ il poker milanista non fatica ad arrivare: questa volta è ancora Brambilla a offrire un filtrante delizioso a Tonin in area per il colpo del 4-0. Goglino, una delle poche note positive del centrocampo parmense, non basta a dare vitalità all’anima degli ospiti che dopo nove minuti dall’ultimo gol subito vengono trafitti per la quinta volta. E’ il subentrato Frigerio a firmare il 5-0, sfruttando una situazione confusa nei pressi centrali dell’area di rigore che gli offre un pallone davanti al portiere avversario. Entrano anche Mionic e Maldini, reduce da un lungo stop, per gli ultimi attimi di gara. A chiudere il definitivo 6-0 è ancora un subentrato, dopo il gol di Frigerio, ed è Haidara: il numero 19 si fa trovare pronto quando Brambilla gli offre un pallone in profondità in mezzo agli avversari e in un’imbucata centrale batte Corvi sotto la traversa. Brambilla è sicuramente uno dei migliori di giornata grazie agli assist offerti ai compagni e insieme a Brescianini dimostra la solidità del centrocampo necessario per continuare a rincorrere il Verona capolista. «Sono stati bravi i ragazzi a crederci, oggi non abbiamo praticamente mai sofferto. Non ci possiamo permettere di fare altri passi falsi, il Verona sta viaggiando forte e noi dobbiamo andare altrettanto forte» continua il commento di Giunti che si sofferma anche sul turno di Coppa Italia contro lo Spezia, in programma mercoledì 30 ottobre :«Ci aspetta questo turno infrasettimanale che è tanto importante anche per chi non ha giocato oggi, un’ opportunità per tutti di mettersi in mostra».

 

TABELLINO
MILAN-PARMA 6-0
RETI: 9’ Brescianini (M), 21’ Pecorino (M), 1’ st rig. Brescianini (M), 12’ st Tonin (M), 21’ st Frigerio (M), 39’ st Haidara (M).
MILAN (4-4-2): Soncin 6, Barazzetta 6.5, Leroy 6.5 (14’ st Borges 6), Brambilla 7.5, Potop 6.5, Michelis 6.5, Sala 7 (14’ st Frigerio 7), Brescianini 7.5, Pecorino 7 (26’ st Mionic 6), Olzer 6.5 (22’ st Maldini 6), Tonin 7 (12’ st Haidara 7). A disp. Jungdal, Moleri, Oddi, Tahar. All. Giunti 7.
PARMA (4-1-4-1): Corvi 6.5, Radu 6 (31’ st Hien 6), Jodar 6.5, Miceli 5.5 (9’ st Farucci 6), Bane 5.5, Casarini 5.5, Ankrah 6, Goglino 6.5 (31’ st Passarin 6), Adorante 5.5 (9’ st Artistico 6), Piazza 6, Kasa 6.5 (22’ st Lopes 6). A disp. Agazzi, D’Aloia. All. Veronese 5.5.
AMM: Brescianini (M), Goglino (P).
ARBITRO: Scatena di Avezzano 6.5.

PAGELLE MILAN

Soncin 6 Mai impegnato, non riceve neanche un tiro dai gialloblù. Coordina la difesa con la voce.

Barazzetta 6.5 Gioca di fisico e non concede millimetri lungo la corsia destra.

Leroy 6.5 Dinamico e reattivo. Non lascia spazi agli esterni parmensi.

Brambilla 7.5 Cervello del centrocampo, regala palloni d’oro ai compagni. Assist man.

Potop 6.5 La coppia difensiva rimane attenta e concentrata. Copre le retrovie.

Michelis 6.5 Svetta quando gli avversari provano ad inserirsi con i cross. Domina.

Sala 7 A destra non ha rivali. Spinge e non teme i contrasti.

14’ st Frigerio 7 Sfrutta un’occasione nei pressi dell’area e sigla il 5-0.

Brescianini 7.5 Il capitano apre la gara e padroneggia in mezzo al campo. Cuore della squadra.

Pecorino 7 Non ha grandi occasioni ma da vero numero 9 sfrutta la palla più invitante.

Olzer 6.5 Dà concretezza alla manovra offensiva rossonera.

Tonin 7 Avanti e indietro per la fascia. Fondamentale per il centrocampo di Giunti.

12’ st Haidara 7 Subentra e non si ferma mai. Brambilla gli offre un pallone delizioso: lui non sbaglia.

All. Giunti 7 La squadra finalmente mostra le proprie qualità e mantiene la solidità difensiva.

 

PAGELLE PARMA

Corvi 6.5 Sei gol sono tanti ma l’estremo difensore parmense è reattivo e salva più volte la porta.

Radu 6 Tonin è un avversario tosto, regge nel primo tempo.

Jodar 6.5 Il terzino sinistro utilizza tutte le sue armi per contrastare i rossoneri.

Miceli 5.5 Gioca da perno davanti la difesa ma non riesce fermare il flusso rossonero.

Bane 5.5 Qualche disattenzione nella propria trequarti che fa male alle retrovie.

Casarini 5.5 Insieme a Bane va in confusione nella pressione offensiva del Milan.

Ankrah 6 Qualche spunto interessante davanti, niente di più.

Goglino 6.5 Attacca ogni pallone e non molla mai. Qualche volta è troppo irruente ma è quello che lotta di più.

Adorante 5.5 L’ex attaccante interista non incide ed esce nei primi minuti della ripresa.

Piazza 6 Coinvolto nel giro palla, ottiene la sufficienza.

Kasa 6.5 In profondità rischia di far male al Milan. Poco aiutato dal gioco di squadra.

All. Veronese 5.5 Il Milan è una delle pretendenti al titolo ed è difficile imporre il gioco contro di loro. Manca la reazione nella ripresa.

 


Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.