4 Marzo 2021

Pro Vercelli-Como Primavera 3: Vincenzi chiama, Maggio risponde e riacciuffa i lariani

Le più lette

Campagnola Don Bosco Under 14: gli insegnamenti del tecnico Crotti gettano le basi per la crescita del settore giovanile

La stagione 2020/2021 è iniziata con una grande novità in casa dell’A.S.D. Campagnola Don Bosco, il ritorno in FICG...

Orobica – Hellas Verona Primavera Femminile: settebello veronese, brusco stop per le ragazze di Aresi

È finita con un roboante 1-7 la partita tra l’Orobica e il Verona Femminile, la quale dopo un gol...

Pergolettese-Livorno Serie C: Scardina dal cilindro, dopo la Pro Patria i gialloblù battono anche il Livorno

Un guizzo di Scardina, subentrato a partita in corso, regala a De Paola la seconda vittoria consecutiva dopo il...

Comincia con un pareggio il campionato della Pro Vercelli. La squadra di Antonio Alacqua, grazie a una punizione di Maggio nel finale, recupera il Como. Padroni di casa troppo lenti nell’organizzare la manovra e lariani molto ben posizionati in campo e abili a difendere. Ospiti comunque in vantaggio al 39′ della prima frazione grazie a un tocco ravvicinato di Vincenzi. Nel finale, dopo l’espulsione di Vallacchi per fallo di reazione, i lombardi l’avrebbero anche potuta vincere ma l’incrocio ha detto no a Pelà.

LO SCHEMA FUNZIONA Un ritorno alla normalità. Dopo 4 mesi si torna a respirare aria di calcio. È la seconda giornata ma per la Pro Vercelli si tratta del battesimo stagionale. I bianchi di Alacqua sono stati costretti a rinviare la prima giornata contro la Pro Patria; sconfitta, invece, casalinga per il Como all’esordio di fronte al proprio pubblico per 2-1 con la Giana Erminio. Sicuramente le gambe e il fiato non saranno a mille ma l’adrenalina e la voglia di poter ricominciare faranno sicuramente la differenza. La partenza sembra sorridere alla squadra di casa, che prova a sfruttare l’ampiezza del campo grazie ai suoi due rapidi esterni offensivi Rosset e Iemmi, rispettivamente a destra e sinistra. La prima vera chance si registra al 14′ quando un passaggio in orizzontale errato di Mendolia regala palla a Rosset, che di prima intenzione serve Jukaj, destro e palla sull’esterno della rete. Si arriva alla mezz’ora e altre chance non ne arrivano, anche perché Pane, nel ruolo di regista, è troppo lento e prevedibile ad organizzare la manovra offensiva permettendo così ai lombardi di posizionarsi. Il Como conquista dei corner e al 39′ sul quarto tiro dalla bandierina per la formazione lariana la Pro si fa sorprendere. Funziona lo schema disegnato da Corbetta, che pesca sul primo palo il taglio di Chierichetti il quale prolunga per il solissimo Vincenzi pronto a spingere in rete lo 0-1.

MAGGIO CAMBIA VOLTO Ci vuole una scossa per cominciare questa ripresa e magari anche qualche mossa dalla panchina. Almeno all’inizio Alacqua comincia, come il suo collega Boscolo, con gli stessi 11 ma invertendo i due esterni offensivi: Iemmi passa a destra mentre Rosset si sposta sul versante sinistro. I primi cambi arrivano poco dopo, ma la scossa no. Anzi è il Como al quarto d’ora a sfiorare il raddoppio in contropiede grazie allo spunto di Poerio, che arriva di fronte a Vallacchi ma non riesce lo scavetto e la palla termina sul fondo. C’è bisogno di cambiare qualcosa, soprattutto in fase offensiva. L’allenatore dei vercellesi allora inserisce una punta di peso come Catania al posto del fluidificante mancino Brollo. L’ingresso crea nuova verve per i padroni di casa che riempiono l’area e conquistano pericolosi calci piazzati sulla quale si creano delle mischie. Al 35′ ci prova due volte Jukaj ma trova un muro difensivo. La palla schizza su Maggio, che dalla sinistra si procura un altro piazzato da ottima posizione. Sul pallone lo stesso subentrato, che disegna una traiettoria, che sorprende Scheggia e pareggia la partita. 1-1. I bicciolani tentano anche il forcing finale per andare a vincerla ma al 42′ follia di Vallacchi, che colpisce Gandola e viene espulso. Finale quindi con un uomo in meno per la Pro che al 90′ rischia di capitolare. Pelà da fuori area sferra un sinistro violento e palla che colpisce l’incrocio a Caressa immobile. La sfera schizza sui piedi di Citterio, che ribadisce verso il sette ma l’estremo difensore appena entrato vola e devia in angolo. È l’ultima chance della partita e così finisce 1-1.

IL TABELLINO

PRO VERCELLI-COMO 1-1
RETI: 39′ Vincenzi (C), 36′ st Maggio (PV).
PRO VERCELLI (4-3-3): Vallacchi 4.5, Scalia 6, Brollo 5.5 (31′ st Catania 6), Peirano 6, Toure 5.5, Formia 6.5 (13′ st Vetri 5.5), Iemmi 5.5 (13′ st Maggio 7), Dall’Olio 6, Jukaj 6 (43′ st Caressa 6.5), Pane 5, Rosset 6. A disp. Di Chio, Ferrari, Peretti, Roberto, Oro, Fiore, Campana, Corradino. All. Alacqua 6.
COMO (3-5-2): Scheggia 5.5, Mendolia 5.5, Bertolli 6, Pelà 7, Soldi 6.5, Chierichetti 7, Vincenzi 6.5, Ranzetti 6 (25′ st Gandola 6), Poerio 5.5 (39′ st Citterio sv), Corbetta 6.5 (44′ st Trenchev sv), Cerasani 6.5 (39′ st Longo sv). A disp. Servidei, Sala, Mutinelli, Galimberti, Liserani, Cosentino, Grosso. All. Boscolo 6.5.
ARBITRO: Cipriano di Torino 6.
GUARDALINEE: Flagetonte e Fumagallo di Novara.
ESPULSO: 42′ st Vallacchi (PV) per fallo di reazione.
AMMONITI: Ranzetti, Gandola, Cerasani (C).

LE PAGELLE

PRO VERCELLI
Vallacchi 4.5 Incolpevole sul gol, poi un gesto folle. Rifila un colpo proibito gratuito all’avversario e viene giustamente espulso.
Scalia 6 Il più giovane in campo ma figura bene sulla fascia destra.
Brollo 5.5 La sua fascia è la più impegnata e lui è costretto a sgroppare molto. Traversoni molto lenti e imprecisi.
31′ st Catania 6 Porta peso offensivo.
Peirano 6 Tanta lotta e agonismo in mezzo al campo.
Toure 5.5 Sbaglia tante volte l’anticipo sul proprio avversario entrando con tempi sbagliati.
Formia 6.5 Comanda il reparto difensivo e recupera tutti gli svarioni dei suoi compagni dimostrando gran senso della posizione.
13′ st Vetri 5.5 Entra in campo con poca concentrazione e dopo pochi secondi dal suo ingresso sfiora un clamoroso autogol.
Iemmi 5.5 Tanta voglia ma inconcludente.
13′ st Maggio 7 Cambia volto alla squadra e al 36′ conquista e segna la punizione del pareggio.
Dall’Olio 6 Qualche buon inserimento nella seconda frazione.
Jukaj 6 Lasciato solo a battagliare contro i tre centrali comaschi. Ha un’occasione soltanto ma non la sfrutta a dovere.
43′ st Caressa 6.5 Giusto il tempo di mettersi i guanti e già deve volare verso il sette.
Pane 5 Lento e prevedibile nel ruolo di regista.
Rosset 6 Il più brillante dei suoi nei tre offensivi. Cala vistosamente nella ripresa quando cambia fascia.
All. Alacqua 6 Manovra troppo lenta e lacune anche nella marcatura a zona, come dimostra il gol subito in chiusura di prima frazione. Cambia qualcosa nella ripresa e trova il pareggio.

COMO
Scheggia 5.5 Si fa sorprendere troppo facilmente dalla punizione di Maggio.
Mendolia 5.5 Diversi errori sia in fase di lettura, che in fase di giro palla difensivo.
Bertolli 6 Bravo nelle scalate e a formare una difesa a 5 sulla sinistra.
Pelà 7 Molto intelligente tatticamente. È lui a dettare i tempi di gioco e di pressing a tutta la squadra. Sfortunatissimo nel finale.
Soldi 6.5 Segue in ogni zona del campo il suo avversario senza dargli respiro.
Chierichetti 7 Imperioso nelle palle aeree in entrambe le aree di rigore. È lui a servire l’assist vincente a Vincenzi.
Vincenzi 6.5 Un motorino sulla destra e puntuale alla zampata vincente per il gol dello 0-1.
Ranzetti 6 Occupa bene il campo ripiegando coi tempi giusti e formando la linea a 5 di diga.
25′ st Gandoia 6 Esordisce con un cartellino giallo rimediato dopo pochi secondi dal suo ingresso in campo. È lui a propiziare l’espulsione di Vallacchi.
Poerio 5.5 Fallisce la facile occasione del raddoppio in contropiede. (39′ st Citterio sv).
Corbetta 6.5 Sceglie con perfezione e disegna delle bellissime traiettorie su palla ferma. (44′ st Trenchev sv).
Cerasani 6.5 Mobile e sgusciante. Capace da solo di tenere in ansia il reparto difensivo vercellese. (39′ st Longo sv).
All. Boscolo 6.5 Squadra quadrata, cinica e ben posizionata sul terreno di gioco.

A cura di Fabio Marzola


Edicola Digitale

Altri dall'autore

Altri Articoli