Nicholas Rizzo, Inter
Nicholas Rizzo, Inter

Settimana di gioie e dolori in casa Inter. Anzi, in ordine cronologico, di dolori e gioie. Mercoledì è arrivata l’eliminazione nella semifinale della Tim Cup ad opera della Fiorentina, sabato nel lunch match la bellissima vittoria per 3-1 sulla Roma che ha certificato la guarigione immediata della squadra nerazzurra. Una Roma annichilita da un’Inter che si è mostrata nella sua versione migliore: con una difesa attentissima, un centrocampo pronto ad ogni evenienza e un attacco ispirato. Rizzo ha fatto forse la sua miglior prestazione rendendo (con Nolan) un agnellino uno come Celar, Pompetti ha confermato che del suo mancino non si può fare a meno, Salcedo sembra stia facendo il definitivo salto di qualità: e quando l’ex Genoa gioca così, non ce n’è per nessuno. Che l’Inter abbia messo presto nel dimenticatoio la partita con la Fiorentina lo si capisce subito, con la squadra di Madonna che va vicino al gol due volte nel primo quarto d’ora con il suo marchio di fabbrica: piazzato di Pompetti e colpo di testa di Salcedo, palla a lato. La Roma, che ha provato a sorprendere l’Inter schierando Cangiano alle spalle di Celar e Felipe Estrella rinunciando per la prima volta al tridente, soffre ma passa in vantaggio al 21’: angolo di Cangiano, rimpallo che libera il destro dell’attaccante brasiliano e 1-0 giallorosso a sorpresa. Lo svantaggio fa riapparire qualche fantasma in casa interista, che viene evidentemente spazzato via nell’intervallo perché l’Inter che entra in campo nella ripresa torna ad essere arrembante. Esposito – altra gara convincente per lui – propizia il pareggio di Salcedo, che con un destro chirurgico dai 16 metri rimette in sesto il risultato. Poi, su schema da calcio d’angolo, Pompetti pesca Rizzo, il difensore sbuca sul secondo palo e di testa firma il sorpasso. La Roma piano piano esce dalla gara, e l’ingresso di Colidio fa il resto. L’attaccante argentino prima imbocca Roric che apre il mancino sul palo, poi in pieno recupero insacca dal dischetto il rigore del 3-1 procurato da Salcedo che poi gli lascia la conclusione: Cardinali spiazzato e l’Inter riprende il volo.

PAGELLE INTER
Dekic 6 Felipe Estrella lo anticipa di un millimetro, non ha responsabilità.
Grassini 6.5 Gara generosa sulla destra, spinge ed esce con i crampi.
Corrado 6 Opta per l’ordine.
Nolan 6.5 La difesa nerazzurra corre pochi pericoli, ed è lui a guidarla.
Pompetti 7 Dal suo mancino nasce sempre qualcosa di pericoloso.
Rizzo 7.5 Monta la guardia su Celar e in proiezione segna il 2-1.
Schirò 6 Un po’ mezzala, un po’ trequartista. Attenzione e qualità.
Gavioli 6 Non si vede ma si sente. Anche se è in leggero calo fisico.
Salcedo 8 Iradiddio. Ci prova due volte di testa, segna l’1-1 e si prende (e lascia a Colidio) il rigore del 3-1.
Merola 6 Meno pimpante del solito.
18′ st Colidio 7 Lucido dal dischetto, spiazza Cardinali e la chiude.
Esposito 6.5 Gioca come fosse un veterano, ma è l’unico ’02 in campo.
18′ st Roric 6.5 Colpisce un palo.
All. Madonna 7 Meritatissima.

PAGELLE ROMA
Cardinali 5.5 Non perfetto sul traversone di Pompetti per Rizzo.
Parodi 6 Il meno peggio dietro, Esposito punge quando si accentra.
Semeraro 5.5 Su Salcedo sbaglia a staccarsi invece di avanzare.
Coccia 5.5 Non malissimo, fino al fallo da rigore su Salcedo nel finale.
Cargnelutti 5 Rizzo gli mangia sulle spalle, Salcedo non lo becca mai.
Pezzella 6 Primo tempo molto buono, calo vistoso nella ripresa.
Greco J. 6 Salva la pagella con la volontà, anche se combina poco sia da mediano che da terzino.
Sdaigui 5.5 Promosso titolare, stecca l’occasione. Non si vede mai.
Celar 5 Rizzo e Nolan non gli lasciano neanche l’ossigeno per respirare.
Cangiano 5.5 Prova a non dare riferimenti, ma con pochi risultati.
Felipe Estrella 6.5 La nota lieta in casa romanista. Primo gol personale.
All. De Rossi 5 La mossa Cangiano non funziona. Ko senza appello.

INTER-ROMA 3-1
RETI (0-1, 3-1): 21′ Felipe Estrella (R), 2′ st Salcedo (I), 11′ st Rizzo (I), 50′ st rig. Colidio (I).
INTER (4-3-3): Dekic 6, Grassini 6.5 (32′ st Zappa 6), Corrado 6, Nolan 6.5, Pompetti 7, Rizzo 7.5, Schirò 6 (30′ st Persyn 6), Gavioli 6 (30′ st Burgio 6), Salcedo 8, Merola 6 (18′ st Colidio 7), Esposito 6.5 (18′ st Roric 6.5). A disp. Pozzer, Van Den Eynden, Ntube, Demirovic, Gianelli, Stankovic, Mulattieri. All. Madonna 7.
ROMA (4-3-1-2): Cardinali 5.5, Parodi 6 (39′ st Nigro sv), Semeraro 5.5 (18′ st Chierico 6), Coccia 5.5, Cargnelutti 5, Pezzella 6, Greco J. 6 (44′ st Besuijen sv), Sdaigui 5.5, Celar 5 (18′ st D’Orazio 5.5), Cangiano 5.5 (39′ st Silipo sv), Felipe Estrella 6.5. A disp. Zamarion, Trasciani, Santese, Simonetti, Bucri, Darboe. All. De Rossi 5.
ARBITRO: Meleleo di Casarano 6.5.


Questa partita la trovi integralmente sul giornale in edicola, oppure se sei un abbonato sull’edicola digitale, insieme alle pagelle. Ricordati di scaricare la nostra Applicazione che trovi sia per i dispositivi Android che iOS. Potrai così aggiornare il risultato della tua partita Live. La redazione avrà poi il compito di reperire i risultati mancanti, di verificare che quelli inseriti dagli utenti siano definitivi, e inviare tramite push l’aggiornamento non appena il girone sarà completato. Per convenzione abbiamo scelto di colorare in rosso i risultati degli utenti e di trasformare in verde quelli verificati dalla redazione.